Rubrica — Spettacolo

Jazz d'Estate a Fiesole e in Valdarno

Nomi di punta agli appuntamenti estivi con le stelle della musica


Billy Cobham, Mike Stern, Randy Brecker, Richard Galliano, Stanley Jordan, Lenny White sono alcune delle star internazionali protagoniste, insieme a giovani talenti e progetti originali, della settantesima estate fiesolana. L’Associazione Music Pool, in associazione con Prg srl, ed unitamente all’Amministrazione Comunale di Fiesole presentano, dal 21 giugno al 27 luglio, circa 30 eventi che si svolgeranno, come ogni estate, nella suggestiva cornice del Teatro Romano con un cartellone vario che va dalla musica al teatro alla performance. Music Pool presenta nella sezione jazz otto concerti, dal 4 al 24 luglio. Saranno presenti le più varie sfumature del genere, dall’afro alle atmosfere del tango e i ritmi brasiliani, dai progetti alla riscoperta di giganti della musica quali John Coltrane e Jimi Hendrix ai giovani straordinari talenti di Shabaka Hutchings e Jacob Collier.

Sono aperte le prevendite per i concerti di Sarah Jane Morris e Enrico Rava, che si terranno rispettivamente giovedì 6 e 13 luglio nell’ambito del 30° Valdarno Jazz Summer Festival. La celebre cantante inglese si esibirà in piazza Masaccio a San Giovanni Valdarno (Ar) in formazione con i chitarristi Tony Remy e Tim Cansfield e il bassista Henry Thomas, mentre il trombettista friulano salirà sul palco di Piazza Liberazione a Terranuova Bracciolini (Ar) con Tomasz Stanko e il loro Quintet European Trumpet Legends, band d’eccezione che unisce musicisti di fama mondiale come Ruben Rovers al contrabbasso, Gerald Cleaver alla batteria e Giovanni Guidi al piano. I biglietti sono acquistabili su circuito Boxoffice, su TicketOne e su www.eventimusicpool.it. Tra i nomi di punta dell’ormai consueto appuntamento estivo con le stelle del jazz internazionale, che quest’anno festeggia il trentesimo compleanno, Morris e Rava saranno solo due degli artisti che animeranno gli 8 eventi in cartellone dal 29 giugno al 2 agosto nei comuni del Valdarno (San Giovanni Valdarno, Montevarchi, Terranuova Bracciolini e Loro Ciuffenna), tra Firenze e Arezzo, per la direzione dei musicisti Daniele Malvisi e Gianmarco Scaglia, in collaborazione con Music Pool. Vera e propria stella della musica leggera, sempre in bilico tra ossequio alla tradizione e desiderio di esplorare nuovi territori musicali, Sarah Jane Morris celebra il concetto di libertà accostando ritmi jazz, rock e africani, con una voce che sa provocare brividi di passione e di piacere, che si innalza e discende, sensuale e sofisticata, graffiante e raffinata. Che canti canzoni romantiche, standard soul o fumosi blues, il messaggio dell’artista rimane costante: una passione umana trasmessa da una voce che lascia stupefatti. La carriera di Morris ha inizio nei primi anni '80, quando partecipa all'incisione del disco di Annie Lennox “Into the Garden”. Nel 1986, con il brano “Don't Leave Me This Way”, insieme ai suoi Communards scala le classifiche di vendita inglesi. Nel 1989, con la pubblicazione dell'album "Sarah Jane Morris" decolla il suo percorso solista, tra il plauso della critica e più di 100.000 copie vendute. Alcuni sentono nella sua voce qualcosa che ricorda Sarah Vaughan o Billie Holliday, altri la accostano a Macy Gray ed Erikah Badu, sebbene la stessa Morris ami definirsi ironicamente come un incontro tra Nina Simone e Janis Joplin. Al suo attivo ci sono 8 album da solista (inizio concerto 21.30, ingresso 18.00€ intero, 15.00€ ridotto + diritti di prevendita). Le musiche originali del Quintet European Trumpet Legends nascono da Stanko e Rava per dare vita a un jazz moderno, lirico, coinvolgente ed emozionante. Due differenti suoni di tromba in un’unica band: non una gara o un concorso, ma una moderna miscela di personalità per creare momenti distintivi e mai sentiti, per una vera e propria illuminazione delle voci individuali di ciascuno di questi musicisti straordinari. Enrico Rava appare sulla scena jazzistica a metà degli anni sessanta, imponendosi rapidamente come uno dei più convincenti solisti del jazz europeo. La sua poetica immediatamente riconoscibile, la sua sonorità lirica e struggente sempre sorretta da una stupefacente freschezza d’ispirazione, risaltano fortemente in tutte le sue avventure musicali. Tomasz Stanko, compositore e strumentista cresciuto a Varsavia è riconosciuto oggi da pubblico e critica come uno dei più importanti e originali musicisti ad emergere dalla scena musicale jazz fin dagli anni 60 e innovatore centrale dell'improvvisazione europea (inizio concerto 21.30, ingresso 18.00€ intero, 15.00€ ridotto + diritti di prevendita).

Redazione Nove da Firenze