Rubrica — Europe Direct

Area Mediterranea: nuovo bando per il programma destinato

L'evento informativo il 14 luglio


Il prossimo 14 Luglio 2017 si terrà a Roma presso la Sala delle Conferenze Internazionali del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) l'evento nazionale sul primo bando per il finanziamento di progetti standard del Programma ENI CBC “Mediterranean Basin”.L'evento in programma è organizzato con la collaborazione del MAECI e dell'Agenzia per la Coesione Territoriale e ha lo scopo di informare i potenziali partner italiani sugli elementi principali del bando; saranno discusse le tematiche del bando, le regole di partecipazione e di eleggibilità, i criteri di valutazione dei progetti e i documenti per presentare la proposta. Il valore del bando è pari a 86,4 milioni di euro.

Si tratta di una importante opportunità per l'Italia poiché vengono messi a disposizione finanziamenti per le singole regioni e tra queste la Toscana risulta eleggibile. In passato la Regione Toscana ha beneficiato di finanziamenti di tale Programma per il progetto MARAKANDA, un progetto europeo per promuovere il commercio tradizionale di qualità e di cui il Comune di Firenze era capofila. L'obiettivo principale di MARAKANDA era quello di favorire lo sviluppo sociale ed economico delle città partner, attraverso la creazione di un cluster transfrontaliero di mercati storici del bacino del Mediterraneo mediante il rafforzamento delle relazioni e delle sinergie tra istituzioni pubbliche, operatori ed esperti del settore, delle produzioni artigianali e artistiche, di prodotti agroalimentari di qualità.
All'interno della componente transfrontaliera della Politica Europea di Vicinato (European Neighbourhood Instrument), il Programma ENI CBC MED rappresenta la più importante iniziativa di cooperazione in termini di paesi coinvolti e di risorse disponibili: sono presenti 13 paesi di cui 7 europei (Cipro, Francia, Grecia, Italia, Malta, Portogallo e Spagna) e 6 paesi della sponda sud del Mediterraneo (Egitto, Giordania, Israele, Libano, Palestina e Tunisia), con un budget di oltre 209 milioni di euro.Il Programma è stato adottato dalla Commissione Europea il 17 Dicembre 2015 e si pone come obiettivo quello di incoraggiare uno sviluppo congiunto e integrato tra le due sponde del Mediterraneo in relazione a 4 grandi tematiche di interesse comune e 11 priorità. Tra le tematiche una delle maggiori sfide di cooperazione riguarda la competitività: viene promossa la creazione di opportunità economiche e di lavoro in modo da ridurre l'alto tasso di disoccupazione attraverso il supporto a nuove imprese e start-up. Altra tematica fondamentale legata alla competitività e alla produttività delle economie del Mediterraneo è l'innovazione; la sostenibilità ambientale è un ulteriore aspetto del Programma e infine l'inclusione sociale rappresenta un fattore determinante.La prima call si riferisce a progetti standard che, in base alle 4 tematiche generali del progetto, spaziano dal supporto all'educazione, alla ricerca, allo sviluppo tecnologico e all'innovazione, alla protezione ambientale e ai cambiamenti climatici, alla promozione dell'inclusione sociale e alla lotta alla povertà; il fine del progetto è la collaborazione, l'integrazione e la cooperazione tra i paesi aderenti al Programma. La call sarà pubblicata a fine Giugno 2017 in modo da coinvolgere tutti i paesi partner del Mediterraneo coinvolti nel Programma.

Europe Direct — rubrica a cura di Europe Direct Firenze

Europe Direct Firenze

Europe Direct Firenze — Centro di comunicazione ed informazione dell'Unione europea attivo nel Comune di Firenze dal 1999: www.edfirenze.eu

E-mail: europedirect@comune.fi.it