Rubrica — Mostre

Colazione al museo Galileo con le “Botteghe della scienza”

Dal 26 gennaio al 3 maggio 2020 il Museo Galileo diventa un luogo di aggregazione e d’incontro. Dopo una gustosa colazione,offerta dalla pasticceria San Firenze, i partecipanti assisteranno a dimostrazioni pratiche e al termine riceveranno un’utile guida per replicare autonomamente le attività svolte.


Gli appuntamenti delle “Botteghe della scienza”, giunti quest’anno alla terza edizione, sono stati ideati con l’obiettivo di dar voce alle attività artigiane del territorio, in modo da recuperarne la memoria ed evidenziarne la preziosa manualità. L’intento del ciclo di appuntamenti è di diffondere alle nuove generazioni antichi saperi, mettendo una sorta di lente d’ingrandimento sulla parte scientifica, sui processi fisici e chimici che conducono alla produzione di pregiati manufatti.

Il nuovo calendario 2020 è stato presentato oggi, 21 gennaio, presso la Sala Borsa della Camera di Commercio di Firenze, che rinnova così la collaborazione con il Museo Galileo dopo le spettacolari proiezioni che hanno animato le facciate dei due edifici di Piazza dei Giudici durante il Firenze Light Festival: nel corso della presentazione, una stampante 3D – messa a disposizione da Kentstrapper Srl – ha riprodotto un cannocchiale galileiano che, nelle mani di abili artigiani, è stato integrato con opere di alto artigianato fiorentino, quali le lenti speciali e il rivestimento in pregiata carta fiorentina. L’iniziativa, che ha il patrocinio del Comune e della Camera di Commercio di Firenze, prevede vari appuntamenti, tutti con una diversa tematica.

Il 26 gennaio è la volta di ‘Lenti, occhiali e cannocchiali’, il 2 febbraio di ‘Arte e scienza della doratura’; il 9 febbraio ‘La preziosa veste dei cannocchiali. Laboratorio di carta fiorentina’ ; il 16 febbraio ‘Un mondo blu. La tecnica della cianotipia’; il 23 febbraio ‘Il tornio del vasaio e la forza centrifuga’; il 1° marzo ‘Il ritratto del bisnonno. La fotografia al collodio umido’; l’8 marzo ‘Alchimie di colori. L’arte della scagliola’; il 15 marzo ‘Il motore a scoppio: la nuova forza motrice del XIX secolo’; il 22 marzo ‘Parrucche e trucco: lo specchio di un’epoca’; il 29 marzo ‘Listratura e lucidatura. I segreti dell’ebanista’; il 5 aprile ‘La pittura di pietra. L’antica arte del commesso fiorentino’; il 19 aprile ‘Disegnare con la camera oscura’; il 26 aprile ‘Trama e ordito. La matematica del telaio’. Infine il 3 maggio ‘Meridiane e orologi solari. Alla ricerca del Tempo Vero’.

Scienza, artigianato e tecnologie digitali uniti, quindi, per realizzare eleganti oggetti che saranno protagonisti di eventi didattici per la divulgazione scientifica al Museo Galileo.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

Tel. 055 265311; weekend@museogalileo.it

Costo € 3,00 + il biglietto d’ingresso

Riduzioni per i soci Uni Coop Firenze

Redazione Nove da Firenze