​Via Bolognese, il doppio senso da temporaneo a definitivo

I cantieri che hanno costretto alla deviazioni sono tornati utili per l'esperimento sulla viabilità


Un esperimento ben riuscito che è piaciuto molto ai residenti quello del doppio senso tra via Trento e via Trieste sulla via Bolognese.
La viabilità alternativa dovuta alla cantierizzazione di marzo aprile e maggio ha aperto gli occhi ai residenti che hanno raccolto le firme per mantenere il corridoio libero dalle auto e la viabilità a doppio senso.

Cosa hanno prodotto i lavori alla rete fognaria? Ampio scorrimento in via Bolognese grazie all'assenza dei veicoli parcheggiati in ogni rientranza e Via Trieste via Trento e la via Bezzecca, liberate dai mezzi pesanti e dal trasporto passeggeri locale che ha proseguito lungo la direttrice in discesa e salita da Firenze senza imboccare la variante a gomito che taglia la collina. Un trionfo.
"Una vittoria del buon senso" l'ha definita Leonardo Bieber, primo firmatario della mozione votata dall'Assemblea di Palazzo Vecchio.

La proposta contenuta nella mozione è firmata da Bieber, Paolieri, Ricci, Milani, Gallo, Guccione, Albanese, Collesei e Rossi ed è nata sull'onda delle richieste dei cittadini, che in centinaia avevano firmato una petizione
Il primo firmatario Leonardo Bieber, nelle scorse settimane aveva anche consegnato le quasi duecento firme raccolte all'assessore Giorgetti, ed oggi spiega: "La modifica alla viabilità introdotta come soluzione temporanea a causa di lavori alla rete fognaria in Via Trento, con la reintroduzione del doppio senso di marcia in via Bolognese, ha fatto registrare in questo periodo un miglior deflusso del traffico in tutta l'area circostante ed in particolare all’incrocio tra via Trento e via Bolognese, eliminando la situazione di evidente pericolo che si creava ogni qualvolta autobus, pullman e mezzi pesanti provenienti dal percorso via Bolognese/via Trieste/via Trento, si immettevano in via Bolognese, invadendo la carreggiata opposta a quella di marcia, a causa dello stretto angolo di manovra per affrontare la curva".

"Con le modifiche alla viabilità da e verso Careggi a causa dei cantieri della tramvia, questa direttrice viene spesso utilizzata dai cittadini come percorso alternativo; fluidificare il traffico attraverso la definitiva adozione del doppio senso in via Bolognese produrrebbe dunque anche un benefico effetto 'anti-code' in questi mesi di lavori" aggiunge il consigliere democratico, che conclude: "Dopo aver riscontrato interesse da parte dell'assessore Giorgetti per questa soluzione, con il voto del consiglio comunale siamo adesso fiduciosi che via Bolognese possa tornare, una volta conclusi i lavori adesso in corso, stabilmente (come peraltro era in passato) al doppio senso di marcia, con benefici per tutti i cittadini, residenti e di passaggio. La politica ha fatto la sua parte, adesso tocca ai tecnici concludere il lavoro, dando attuazione concreta all'indicazione che viene dall'assemblea cittadina".

Redazione Nove da Firenze