​Treno Verde 2030, futuro rinnovabile a Grosseto

Tappa a Grosseto per la campagna di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane


Futuro 100% rinnovabile è il destino di un Paese che basa le sue attività su energia pulita, reti elettriche “intelligenti”, efficienza e mobilità sostenibile, un Paese che si appresta a dire addio all’era fossile. Da sud a nord Treno Verde - la campagna di Legambiente e del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane - che la prossima settimana arriverà in Toscana, sta percorrendo le tappe di quello che già è stato fatto e di quello che resta da fare. Il convoglio ambientalista sarà in sosta alla stazione di Grosseto da venerdì 9 e sabato 10 marzo: obiettivo del viaggio di quest’anno è chiedere all’Europa obiettivi più stringenti e sfidanti nel Pacchetto Energia e Clima 2030, ancora in fase di discussione, e all’Italia di svolgere un ruolo da leader per dare maggiore concretezza e solidità al cambiamento già in atto per traghettare il nostro Paese verso la totale decarbonizzazione del proprio sistema energetico.

A bordo del Treno Verde – il cui tour è realizzatocon la partecipazione del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare - la mostra didattica e interattiva permetterà di toccare con mano le sfide che abbiamo di fronte da qui al 2030, per segnare la fine dell’era delle fonti fossili e per dare una risposta efficace alla drammaticità dei mutamenti climatici. Sarà aperta dalle ore 8.30 alle 14 per le classi scolastiche prenotate e dalle 16 alle 19 di venerdì e sabato per tutti i cittadini.

Con l’arrivo del Treno Verde, giunto quest’anno alla 30esima edizione, Legambiente presenterà l’edizione regionale di Comuni Rinnovabili, realizzato con il contributo di Enel Greenpower, il rapporto che da 12 anni fotografa lo sviluppo delle fonti rinnovabili nei territori italiani. In questi anni le fonti rinnovabili, infatti, hanno non solo superato il 32% del fabbisogno elettrico nazionale, ma grazie al milione di impianti di tutte le taglie e distribuite su tutto il territorio italiano, hanno rivoluzionato il sistema energetico del nostro Paese. Anche a Grosseto, al centro della giornata inaugurale, ci saranno le esperienze virtuose che Legambiente premierà come “I RinnovABILI”: amministrazioni comunali, aziende, cittadini, associazioni, start up che hanno scommesso su nuovi modelli energetici attraverso rinnovabili, efficienza, nuove forme di mobilità sostenibile e che rinunciano all’utilizzo di petrolio, gas e carbone. L’appuntamento è per venerdì 9 marzo, alle ore 10.30 con “Efficienza energetica e Rinnovabili negli edifici: opportunità e prospettive per un modello diffuso” – Presentazione Comuni Rinnovabili Toscana e Monitoraggio progetto Civico 5.0.

Interverranno: Federica Fratoni, Assessore regionale all’Ambiente, Katiuscia Eroe, Responsabile nazionale Energia Legambiente, Fausto Ferruzza, Presidente Legambiente Toscana, Estella Pancaldi, responsabile unità di supporto efficientamento energetico gse, Sandro Scollato Azzero Co2, Francesco Carri Presidente Comitato Esecutivo Iccrea Banca, Rita Casalini, Struttura Innovazione, Direzione Centrale Innoovazione e Sistemi informativi Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, ing. Ginaluca Scarpellini, Direttore Trenitalia Regione Toscana Giorgio Pisano, Resp. Sviluppo Mercati Ecopneus, Gino Bianchi resp. Unità territoriale Lucca Enel Greenpower O&M Hydro.

trenoverde@legambiente.it

Il Treno Verde è una campagna di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane, con la partecipazione del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Partner principali

Ecopneus, AzzeroCO2

Partner sostenitore

Assocarta

Partner

E.ON, Montello

Partner tecnici

eTa Blades, Ecoplus, 100% Campania, Kemcomm - Philips, Accademia delle Arti e Nuove Tecnologie

Partner didattici

Museo A come Ambiente Torino

Media Partner

La Nuova Ecologia, Rinnovabili.it, Tuttogreen La Stampa

Grazie ad AzzeroCO2, Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane compensano le emissioni di CO2 del tragitto del Treno Verde

Redazione Nove da Firenze