trAILer!, sfida tra videomaker a favore di Ail Firenze

​Uno spot da un minuto per raccontare l'assistenza ai pazienti oncologici


Creare un video di un minuto per raccontare l'attività e i risultati di Ail di Firenze (Associazione Italiana contro le Leucemie - Linfomi e Mieloma ONLUS) nell'assistenza dei pazienti e dei loro familiari, un filmato efficace che sarà poi usato dall'associazione per la propria promozione. È questa la sfida che il Lions Club Firenze Michelangelo lancia ai giovani registi di tutta Italia con il concorso trAILer!

Promosso in collaborazione con AIL Firenze e IED, Istituto Europeo di Design di Firenze, trAILer!è rivolto a videomaker emergenti, tra i 18 e i 35 anni, per la realizzazione dello spot che AILFirenze utilizzerà nel circuito degli emittenti televisivi toscani e nelle sue campagne di sensibilizzazione alla solidarietà.

“Vogliamo aiutare l'Ail nella sua lotta ai tumori del sangue – spiega Barbara Masini, presidente del Lions Club Firenze Michelangelo - e allo stesso tempo premiare e valorizzare il talento di giovani creativi, che avranno l'opportunità di realizzare uno spot che avrà grande visibilità e servirà a diffondere un messaggio importante quale l'accoglienza di chi soffre”.

Tema del concorso è proprio l'accoglienza e l'obiettivo è far conoscere l'attività di Casa-Ail, la struttura dell'associazione in cui vengono ospitati gratuitamente i pazienti in cura a Careggi e i loro familiari.

I video dovranno essere inviati al Lions Club Firenze Michelangelo entro il 1 ottobre 2015; una giuria di esperti valuterà l’efficacia del messaggio, l’originalità della presentazione, dello stile e dell’esposizione e assegnerà il premio: un modulo a scelta del Corso di Video Design & Mapping dell'Istituto Europeo di Design di Firenze.

Il bando completo e il modulo per la partecipazione al concorso sono disponibili sul sito www.lionsfirenzemichelangelo.it e sul sito www.ailfirenze.it.

Per ulteriori informazioni: concorsolionsmichelangelo@gmail.com

CASA-AIL” è la casa d’accoglienza gestita direttamente dall’Associazione e situata all’interno dell' ex convento delle Oblate, nel comprensorio di Careggi. Nella struttura, concessa in comodato gratuito dall’Azienda Ospedaliera Universitaria di Careggi, vengono ospitati i malati in cura presso l'ospedale e i loro familiari. CASA-AIL comprende 16 stanze dotate di bagno personale con uso cucina e servizio lavanderia. La casa è inoltre dotata di ampi saloni di soggiorno, di una terrazza abitabile, di una ludoteca per i bambini e di giardini.

Redazione Nove da Firenze