Terremoto centro Italia, aiuti dalla Toscana: sangue, posti letto e soccorsi

Terremoto nel centro Italia, dichiarazioni alla stampa di Renzi (24/08/2016)

​L'appello a donare il sangue a sostegno dei bisogni che stanno emergendo nelle aree interessate dal sisma


Stamani mattina alle 4.30 circa il Coordinamento Regionale per le Maxiemergenze della Toscana ha ricevuto un preallerta da parte del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile e dalla Sala Operativa Unificata di Protezione Civile della Regione Toscana (SOUP). Immediatamente il Coordinamento Regionale per le Maxiemergenze si è attivato con le proprie strutture ed il proprio personale per poter affrontare eventuali richieste. Successivamente è giunta, sempre dallo stesso Dipartimento, la richiesta di disponibilità di posti letto di terapia intensiva e l'invio di un elicottero del 118.

 Il Pegaso 2 (elibase Grosseto) è partito con destinazione aeroporto di Rieti, dove sarà a disposizione del personale sanitario della Regione Lazio. Inoltre è in corso una ricognizione dei posti letto degli ospedali regionali.

"Ringrazio tutte le strutture della sanità regionale che si sono prontamente attivate e hanno dato la loro immediata disponibilità - dice l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi - Come sempre nelle situazioni di emergenza la sanità toscana risponde con prontezza, efficienza e generosità".

Un appello a donare il sangue a sostegno dei bisogni che stanno emergendo nelle aree interessate dal sisma di stanotte è stato lanciato dall'assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi.

"A seguito del terremoto di questa notte - riferisce Saccardi - il Centro Regionale Sangue è in costante rapporto con il Centro Nazionale Sangue per monitorare eventuali necessità a supporto delle regioni interessate. Al momento attuale il Centro Nazionale Sangue ha chiesto una ricognizione per supportare la Regione Lazio, dove stanno convogliando i feriti del terremoto. Ai servizi trasfusionali è stato chiesto di inserire in bacheca la massima disponibilità di qualsiasi gruppo. Le associazioni sono invitate a gestire con accortezza l'afflusso dei donatori, mantenendo la chiamata dei donatori sulla base delle necessità indicate dal meteo del sangue".

Dopo una immediata ricognizione, il CRS ha verificato la seguente disponibilità di unità di sangue:

  • 50 unità del gruppo 0 +
  • 15 di 0 -
  • 30 di B +
  • 15 di AB +

L'elenco delle strutture trasfusionali in Toscana:
http://www.regione.toscana.it/-/strutture-trasfusionali

Quattro volontari dell’Unità Cinofila da soccorso della Misericordia di Firenze con 3 cani (2 labrador e 1 Border Collie) e due mezzi sono partiti nella tarda mattinata di oggi per raggiungere le zone del Lazio colpite dal sisma della scorsa notte. Le unità cinofile al momento in viaggio sono state formate per la ricerca di persone sotto le macerie e sono state destinate alla città di Amatrice, dove cercheranno i dispersi. Parte del personale è stato fatto rientrare dalle ferie perché potesse partire immediatamente.

La Misericordia di Firenze ha aperto anche una sottoscrizione di fondi per sostenere le famiglie colpite dal sisma. Chi desidera contribuire può rivolgersi direttamente alla sede di piazza Duomo oppure alle Sezioni di via del Sansovino, Ponte di Mezzo, Viale dei Mille e via Faentina (Tutti i recapiti sul sito www.misericordia.firenze.it).
Le donazioni possono essere versante nel conto corrente appositamente aperto:
ChiantiBanca - filiale Campo di Marte -
IBAN: IT83C0867302804035000351546 intestato a Venerabile Arciconfraternita della Misericordia di Firenze - Piazza Duomo, 19-50122 Firenze.
Nella causale deve essere riportata la seguente dicitura "Offerte pro terremotati Centro Italia"

Redazione Nove da Firenze