Scuola: al via Didacta la più importante fiera d'Europa

Da mercoledì a venerdì alla Fortezza da Basso. L'assessore Grieco: "Firenze luogo di buone pratiche sull'innovazione". Alla tre giorni tutti i progetti sull'alternanza scuola lavoro. “Impresa in Azione” per l’educazione imprenditoriale presentato il 27 settembre. "Fashion Passion: conosci quel che indossi”: tavola rotonda CNA Federmoda. Lanterne Magiche, il progetto regionale di educazione ai linguaggi del Cinema. Nell’anno scolastico 2016/2017 sono 10.789 gli studenti che hanno partecipato al progetto “School of Hard Rock”. Con il concorso “90 cinquanta 90” lanciato dalla Banca IBL in palio un premio di 50 mila euro


FOTOGRAFIE — Quattromila docenti iscritti da tutta Italia (per un totale di 8.000 registrazioni) ai 90 workshop, 150 gli espositori su un’area estesa di 25.000 mq. Ecco i numeri di partenza di Fiera Didacta Italia, la manifestazione italiana dedicata al pianeta scuola che da mercoledì a venerdì prossimi si svolge alla Fortezza da Basso. La mostra (dedicata a Don Lorenzo Milani che dell’insegnamento fece la sua missione di vita), è la prima edizione italiana di Didacta International, il più importante appuntamento fieristico dedicato all’istruzione che si tiene in Germania da 50 anni. 

La manifestazione è stata presentata ieri in Regione da Cristina Grieco, assessore all’istruzione e formazione della Regione Toscana, Cristina Giachi, vicesindaca assessora all'educazione, Anna Paola Concia, assessora al turismo, fiere, congressi e marketing territoriale, Giovanni Biondi, presidente Indire,Domenico Petruzzo, direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale e Giacinto Bosco, project manager di Firenze Fiera.
La Fiera nasce con l’obiettivo di favorire il dibattito sul mondo dell’istruzione e creare un luogo di incontro tra le scuole e le aziende del settore. La manifestazione è rivolta in particolare a docenti, dirigenti scolastici, educatori, formatori e rappresentanti istituzionali, oltre a professionisti e imprenditori del settore scuola e tecnologia. L’organizzazione dei workshop è curata dall’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa (Indire) che è partner scientifico della manifestazione mentre l’università telematica IUL è partner tecnico.
Didacta Italia ospita aziende della filiera della scuola e dell'istruzione. Al centro dell'attività fieristica, il settore dell'editoria, le tecnologie informatiche, l'arredo, la refezione, con workshop sulle innovazioni del modello educativo, sulla robotica, sulla collaborazione con le scuole europee e lo studio delle tecnologie integrate. Ampio spazio sarà inoltre rivolto ai metodi di promozione, alle competenze strategiche ed a tutte le tecniche di miglioramento dei processi educativi.
Nei tre giorni di Didacta Italia, alla Fortezza da Basso, si svolgeranno convegni nazionali aperti a tutti sulle tematiche più svariate, dal programma Erasmus ad E-twinning, da Avanguardie educative a Piccole scuole e Traineeship. Gli eventi in calendario fuori dalla Fortezza, denominati Didacta Off, rivolti essenzialmente ai giovani, riguardano seminari, spettacoli teatrali e cinema.
«Siamo orgogliosi e soddisfatti che la prima edizione di Didacta Italia si svolga in Toscana e in particolare a Firenze – ha rilevato l'assessore regionale Grieco – anche per la Regione Toscana è un'importante sfida. Per tre giorni la Fortezza da Basso sarà un luogo di dialogo, confronto e buone pratiche sul mondo della scuola e dell'innovazione. E' un segnale dell'apertura del sistema di istruzione e formazione al confronto, sia interno che esterno, e ha come obiettivo l'innovazione della filiera del sapere, dell'istruzione e della formazione, come passo necessario per governare i cambiamenti in atto nella società italiana ed occasione di crescita per le nuove generazioni".
«La Regione Toscana - ha continuato l'assessore Grieco - partecipa al comitato organizzatore di Didacta Italia 2017 e sarà presente alla fiera con un proprio stand, realizzato grazie ai finanziamenti del Fondo sociale europeo. Intendiamo valorizzare le eccellenze del modello toscano di educazione ed istruzione, attraverso la presentazione e l'illustrazione di progetti ed iniziative realizzate dagli studenti toscani nell'ambito delle azioni di sistema promosse dalla Regione. Un ricco programma di seminari tecnici, rivolti a tutto il mondo della scuola, animerà inoltre l'area fieristica della Regione rappresentando un'occasione di condivisione e riflessione sullo stato dell'arte e sul futuro della formazione».
«É per noi una prima volta importante - ha commentato la vicesindaca Giachi - e un motivo di orgoglio il fatto che Didacta abbia scelto l'Italia e Firenze per uscire dalla Germania. La fiera, che su proposta del sindaco Dario Nardella è dedicata a Don Milani, innovatore ante litteram, è la rappresentazione plastica di come la scuola non sia solo di chi insegna e di chi impara». «Riguarda tutti i cittadini, è un momento fondamentale - ha sottolineato - e per questo Didacta Italia non è una fiera come le altre. All'interno c'è tutto, compresa l'alimentazione con una giornata dedicata, e per questo e per il grande lavoro che c'è stato dietro a questo grande evento invitiamo tutti a partecipare».
«Questa fiera è l'esempio vivente che quando si fa sistema riusciamo in imprese importanti per promuovere il nostro territorio - ha proseguito l'assessora Concia - . Didacta Italia è un grande orgoglio per Firenze, che diventa punto di riferimento nel Paese per il mondo della scuola, e dal prossimo anno si estenderà ai paesi del Mediterraneo». «É una fiera di altissima qualità che va anche nella direzione che ci siamo dati: promuovere il turismo congressuale e fieristico - ha concluso -. Inoltre è un evento che si apre e coinvolge tutta la città con Didacta Off, un insieme di appuntamenti dislocati fra Palazzo Vecchio, il complesso delle Murate e l'Auditorium di Santa Apollonia, dove si affronteranno temi fondamentali legati al mondo della scuola coinvolgendo gli studenti e tutta la cittadinanza».
Fiera Didacta Italia ospita aziende della filiera della scuola e dell’istruzione: dal settore dell’editoria alle tecnologie informatiche, dall’arredo alla refezione, e propone workshop su innovazione del modello educativo, robotica, collaborazione con le scuole europee come valore aggiunto per l’innovazione della didattica, e lo studio di nuovi arredi e tecnologie integrate nelle scuole. Ampio spazio è rivolto ai temi riguardanti l’innovazione della didattica con i metodi di promozione di competenze strategiche, il CLIL e Technology Enhanced Language Learning, Scientix e tutte le tecniche di miglioramento dei processi educativi, come la progettazione didattica per competenze e la didattica laboratoriale. A questi temi si aggiungono quelli dedicati all’approccio musicale, con la partecipazione di personalità di grande livello, come ad esempio Paolo Fresu, chiamato a promuovere l’esperienza musicale precoce nei servizi educativi. Altri workshop riguardano Quando lo spazio insegna, interamente dedicati alle aule 3.0 dove le nuove tecnologie per l’apprendimento possono essere sperimentate all’interno di allestimenti personalizzati, idonei alla progettazione della scuola del futuro. Fiera Didacta Italia è inserita dal Miur tra gli eventi previsti dal piano pluriennale di formazione dei docenti.
Per i workshop vengono usati i seguenti metodi: debate, sul palco i relatori sono disposti l'uno di fronte all'altro e a turno espongono le proprie tesi, le discutono e si confrontano. Un moderatore interviene per gestire tempi e flussi della comunicazione; didattica immersiva, arredamento modulare con attrezzature informatiche e connettività potenziata, con i partecipanti che “vivono” un’esperienza innovativa in spazi attrezzati con tecnologie utilizzabili direttamente dai partecipanti; talk, un grande schermo alle spalle del palco a semicerchio. Nei tre giorni di Didacta nella Sala Congressi si svolgeranno inoltre convegni nazionali di grande rilievo aperti a tutti: programma Erasmus+, eTwinning, Avanguardie Educative, Piccole Scuole e Traineeship. Infine, la Fiera si sviluppa anche fuori le mura della Fortezza, con Didacta Off, una serie di appuntamenti (seminari, spettacoli teatrali e cinema) rivolti principalmente ai giovani in programma al Complesso delle Murate, in S.Apollonia e a Palazzo Vecchio.

L’ultimo giorno della fiera, venerdì 29 settembre, dalle 10 alle 12, nello stand di Camera di Commercio di Firenze verrà organizzato l’Alternanza Day, iniziativa del sistema camerale dove il presidente Leonardo Bassilichi e il sottosegretario al ministero dell’Istruzione Gabriele Toccafondipresenteranno a dirigenti scolastici, associazioni di categoria e imprese le opportunità legate all’alternanza scuola-lavoro:

  1. il Registro nazionale per l’alternanza scuola lavoro, la piattaforma web che mette in collegamento studenti e aziende;
  2. storie di alternanza, il concorso riservato alle scuole e agli studenti per dare visibilità ai racconti di alternanza scuola lavoro;
  3. i contributi alle imprese che ospitano studenti in percorsi di alternanza scuola lavoro;
  4. gli ultimi risultati del progetto Excelsior, il sistema informativo per l’occupazione e la formazione realizzato da Unioncamere fornisce dati aggiornati sulle principali caratteristiche delle figure professionali ricercate dalle imprese.

Inoltre, mercoledì 27 settembre alle 12 gli studenti del Liceo Gramsci di Firenze esporranno i risultati del progetto presentato a Impresa in azione con il quale si sono classificati primi nella città metropolitana fiorentina. Per tutta la durata della mostra nello stand sarà anche possibile visitare la mostra di poster digitali realizzati dagli studenti di alcune scuole secondarie superiori che hanno partecipato alla campagna di sensibilizzazione contro i falsi, promossa dall’Osservatorio anticontraffazione della Camera di Commercio di Firenze.

La Regione Toscana organizza il 27 settembre nel proprio spazio il seminario “L’alternanza Scuola Lavoro per essere imprenditore del tuo futuro”. Si parlerà di tirocini formativi, di educazione all’imprenditorialità, e di apprendistato, temi che trovano sempre maggiore diffusione nelle scuole del nostro Paese ed in Toscana in particolare. Proprio nella nostra regione, da molti anni, il Sistema delle Camere di Commercio è attivo in materia di Alternanza Scuola-Lavoro con il Programma “Impresa in Azione”, che si inserisce come “buona pratica”, riconosciuta dal MIUR, nel contesto più ampio delle metodologie attuative dell’Alternanza Scuola-Lavoro, utilizzando il modello della “mini-impresa”, secondo il format di Junior Achievement Italia, che applica le logiche esperenziali di “learning by doing.” Nel corso del seminario, il Sistema Camerale presenterà l’esperienza acquisita con il Programma “Impresa in Azione”, che, avviato molti anni fa dalla Camera di Commercio di Pisa, si è successivamente allargato, divenendo progetto regionale. Interverrà la Dott.ssa Patrizia Costia, di ISI, Fondazione della CCIAA di Pisa,capofila del progetto regionale, che porterà la sua preziosa testimonianza sul significato di questa metodologia e della esperienza degli studenti e dei tutor scolastici che hanno partecipato al progetto. In particolare presenterà l’ultima edizione di “Impresa in Azione”, conclusa nel maggio scorso e che ha visti coinvolti 31 Istituti scolastici, 76 gruppi classe in 7 province e l’adesione delle Camere di Commercio di Firenze, della Maremma e del Tirreno, Lucca, Massa-Carrara, Pisa, Pistoia e Siena, edizione supportata dall’Ufficio Scolastico Regionale Toscana, da Junior Achievement Italia, da Unioncamere Toscana, con il prezioso sostegno di Rotary International Distretto 2071 e con il patrocinio della Regione Toscana. La Camera di Commercio di Firenze sarà presente a “Fiera Didacta Italia” con un proprio spazio seminariale per presentare le numerose attività e progetti realizzati nell’ambito dell’Alternanza Scuola-Lavoro ed educazione all’imprenditorialità.

“Oggi più che mai il Paese guarda al futuro e noi abbiamo il dovere di preparare quel futuro per i nostri ragazzi – ha dichiarato Andrea Sereni, Presidente di Unioncamere Toscana – E’ per questo che l’imprenditorialità diventa, ogni giorno di più, è una delle competenze chiave che la scuola ha bisogno di sviluppare e la collaborazione concreta tra mondo delle imprese e scuola porterà senz’altro ad un grande mutamento, consentendo nuove opportunità ma solo nella logica in cui ciò si tradurrà in partenariati di qualità e concretezza degli strumenti e delle modalità attuative. Progetti come Impresa in Azione infatti, dimostrano nella realtà che l’Alternanza è scuola a tutti gli effetti, favorendo una maggiore consapevolezza nei giovani circa le loro scelte future fornendo le competenze, anche trasversali, necessarie per affrontare il mondo del lavoro”.

La Camera di Commercio di Pisa - ha commentato il Presidente Valter Tamburini - in questi anni ha operato convintamente per favorire l'incontro tra la scuola e il territorio e per valorizzare l'eccellenza del capitale umano focalizzandosi sui giovani e sulla loro formazione. Spesso infatti non vi è perfetta sintonia tra le esigenze dell'impresa e i programmi formativi e dunque mettere a contatto questi ambiti può agevolare sintesi virtuose che arricchiscono il territorio".

“Impresa in azione – osserva il Presidente della Camera di Commercio della Maremma e Tirreno Riccardo Breda – utilizza una formula efficace: i ragazzi ricevono una formazione specifica su come avviare un’impresa, poi sviluppano la loro creatività inventando un nuovo prodotto o servizio e infine apprendono nozioni di marketing per lanciarlo sul mercato: è un modo intelligente per orientare i giovani verso le scelte future. A Livorno e provincia Impresa in azione ha riscosso un particolare interesse e anche nell’ultima edizione i nostri gruppi di studenti-imprenditori hanno ottenuto un lusinghiero successo, con idee e prodotti davvero interessanti. E’ un segnale importante che ci sono risorse giovani e creative in grado di dare un futuro alla nostra economia locale”.

“Per Junior Achievement individuare partenariati di qualità con Istituzioni che hanno in comune con noi l’obiettivo di sviluppare e accrescere le competenze dei giovani è essenziale. – ha dichiarato Eliana Baruffi, Presidente di Junior Achievement Italia. – In Toscana, grazie alla partnership con ISI Fondazione di partecipazione per l'Innovazione e lo Sviluppo Imprenditoriale, l’Ufficio Scolastico Regionale e Unioncamere Toscana siamo presenti capillarmente su tutto il territorio con le nostre iniziative didattiche ormai da 9 anni. Ci auspichiamo che anche il mondo privato possa essere protagonista dell’Alternanza Scuola-Lavoro aderendo al progetto di JA Italia, entrando a diretto contatto con il mondo della scuola per trasmettere i valori del business e dell’intraprendenza”.

Dentro e dietro un capo Made in Italy ci sono non solo qualità e stile, ma lavoro, passione ed etica. Questi i temi al centro della tavola rotonda “Fashion Passion: conosci quel che indossi”, promossa da CNA Federmoda nell’ambito del programma della Fiera “Didacta” alla Fortezza da Basso di Firenze. L’appuntamento con “Fashion Passion” è mercoledì 27 settembre dalle ore 14 alle 15,30 (sala A4 – padiglione Spadolini). “Fashion Passion: conosci quel che indossi” è una guida consapevole all'acquisto del Made in Italy: conosci quel che indossi? di quale materiale è fatto, chi l'ha realizzato, dove e con quali tecniche? sai come giudicare un capo ben fatto da uno dozzinale? e uno contraffatto da uno autentico? sai che lo stile può essere esclusivo se etico ed originale? sai che un acquisto privo di diritti oggi può ridimensionare i tuoi diritti domani? La consapevolezza è il miglior abito che si possa indossare. Sono questi elementi di riflessione ed esperienze che CNA Federmoda confezionerà in un mini percorso formativo per le classi delle scuole superiori. L'obiettivo della tavola rotonda “Fashion Passion: conosci quel che indossi” è tutelare, valorizzare e promuovere il Made in Italy attraverso la diffusione della cultura dell’autentico prodotto italiano che è frutto del lavoro artigianale e dell' intreccio di imprenditorialità, creatività, etica e qualità.

Spazio di incontro tra gli operatori del settore, le aziende e le istituzioni che a vario titolo ruotano attorno al mondo della scuola, Didacta ospiterà Lanterne Magiche, il progetto di educazione ai linguaggi del cinema e dell'audiovisivo, curato per Regione Toscana da Fondazione Sistema Toscana. Attivo già da oltre vent'anni, Lanterne Magiche coinvolge ogni anno quasi 50.000 studenti, 310 insegnanti in 115 scuole toscane, grazie al lavoro di 20 operatori specializzati. Il programma si volge in accordo con Federazione Cinema d'Essai e, per il triennio 2016 – 2018, è sostenuto del progetto di investimenti pubblici in cultura Sensi Contemporanei per il Cinema. Un progetto che si configura oggi più che mai strategico, vista la presenza pervasiva delle immagini nelle forme di comunicazione giovanili, non solo quelle cinematografiche, ma anche quelle sempre più smart di video e clip veicolati in Internet e nei canali social. Obiettivo del progetto, la fruizione critica di questo ingente flusso di messaggi visivi, costruita anche attraverso la visione in sala di film di qualità e documentari. Lanterne Magiche sarà a Didacta, nello stand di Regione Toscana, per presentare le attività di Film Literacy (alfabetizzazione all’immagine e al linguaggio cinematografico) all'interno di due seminari rivolti agli insegnanti (Giovedì 28, ore 17.10-18.00 e Venerdì 29, ore 9.00 – 10.00, Sala Volta) e con un incontro aperto al pubblico (Venerdì 29, ore 16.00-17.00, Stand Regione Toscana-Padiglione Cavaniglia).

In questo contesto non poteva mancare STAEDTLER® Italia, da oltre cinquant’anni punto di riferimento nel nostro Paese per tutto quello che ruota attorno al mondo della scuola e della creatività. L’azienda sarà presente alla manifestazione con un proprio spazio espositivo (Padiglione Spadolini - Stand 102), dedicato al Back to School e ottimizzato in base alle esigenze delle scuole di ogni ordine e grado: materne, primarie, secondarie di I grado e secondarie di II grado. I brandshop evidenzieranno la divisione tematica per singole aree scolastiche, mentre le postazioni dimostrative saranno dedicate a far conoscere ai visitatori i prodotti proposti per le diverse fasce di età e di apprendimento e il loro utilizzo. In particolare, nello spazio di STAEDTLER® Italia sarà possibile assistere a dimostrazioni dedicate al FIMO®, con accenti sul FIMO® Kids, particolarmente adatto ai bambini più piccoli per la facilità di utilizzo, e alle varie tecniche di modellazione e di impiego della pasta polimerica. L’utilizzo di FIMO® kids permette infatti ai bambini di sviluppare diverse competenze e di trovare - attraverso la creatività, la manualità e la realizzazione di modelli - sinergie con le materie di studio, non solo quelle artistiche, ma anche quelle letterarie e scientifiche. Nel corso delle dimostrazioni verranno utilizzati anche i prodotti della linea FIMO® Air. Le dimostrazioni dedicate al colore permetteranno di illustrare ai visitatori tutte le tecniche artistiche, dall’acquerello alla tecnica a secco, all’utilizzo di pastelli a cera e a olio, che si possono realizzare attraverso l’utilizzo di prodotti STAEDTLER®. Sperimentazioni artistiche e tecniche di miscelazione del colore verranno interpretate da esperti che impiegheranno matite, pennarelli, pastelli e tutta la gamma dedicata al colore offerta dall’azienda. I visitatori avranno la possibilità di seguire tutte le fasi delle dimostrazioni e di chiedere approfondimenti in merito alle tecniche e ai prodotti utilizzati.

Il Gruppo IBL Banca, leader nel settore dei finanziamenti tramite cessione del quinto dello stipendio o della pensione partecipa alla prima edizione di Didacta Italia. In particolare a Didacta, IBL Banca presenterà un’offerta pensata su misura per il corpo insegnanti e dipendenti del MIUR, in virtù anche di specifiche convenzioni, con condizioni speciali per la richiesta di finanziamenti contro cessione del quinto: un prestito caratterizzato da tassi più competitivi rispetto ad altre tipologie di credito al consumo e che prevede una rata trattenuta direttamente sullo stipendio o la pensione, dilazionando la durata fino a un massimo di 10 anni. L’istituto, nato nel 1927 con il nome di Istituto di Credito agli Impiegati, si è trasformato in banca nel 2004 ed in gruppo bancario nel 2008 e – a novant’anni dalla sua fondazione - è oggi in Italia l’unico specializzato nella cessione del quinto. Per festeggiare tale ricorrenza, presso lo stand del Gruppo IBL Banca nel Padiglione Pasolini (n.117), grazie ad appositi tablet, i visitatori potranno partecipare al concorso “90 Cinquanta 90” per provare a vincere shopping card del valore di 90 euro e, con estrazione finale, il maxi premio di 50 mila euro. Il regolamento completo è disponibile sul sito: www.vinciconibl.it.

“Il nostro prodotto ha peculiarità e vantaggi, quali tassi contenuti e la garanzia derivante dal rapporto di lavoro, che lo rendono più accessibile e sostenibile, rispetto ad altre forme di credito al consumo. La nostra partecipazione a Didacta è un'occasione in più di incontro con il corpo insegnanti per il quale abbiamo messo a punto una specifica proposta, che prevede condizioni speciali per la richiesta del nostro prestito. Questa e altre iniziative proseguiranno anche nel mese di ottobre che, non a caso, abbiamo voluto definire il mese degli insegnanti”, ha spiegato Simone Lancioni, Responsabile Marketing e Advertising di IBL Banca.

Ad oggi IBL Banca è presente su tutto il territorio nazionale con una rete distributiva diretta costituita da 49 unità territoriali oltre ad un’ampia rete indiretta e, in particolare a Firenze, conta su di una filiale in Viale Belfiore 9/A.

Sono ormai cinque anni che School of Hard Rock porta sui “banchi” dei Cafe di Firenze, Roma e Venezia un progetto che, solo nell’anno scolastico appena trascorso, ha visto la partecipazione di 10.789 studenti nei tre Cafe italiani. Musica da sentire ma soprattutto da vedere: perfino il grande artista Andy Warhol definì Hard Rock Cafe 'Il più grande museo della storia della musica'. La collezione Hard Rock a oggi raccoglie oltre 80.000 cimeli originali presenti nelle varie sedi: da Elvis Presley ai Beatles, da David Bowie a Jimi Hendrix, da John Lennon a Elton John, per citarne alcuni. Sono proprio questi cimeli, d’inestimabile valore storico e artistico, ad aver ispirato il progetto didattico ‘School of Hard Rock’. Una narrazione che fa rivivere gli album più famosi, le vicende artistiche ma anche le debolezze umane dei musicisti che hanno fatto grande la Storia del Rock. “School of Hard Rock” è un progetto formativo che mira a favorire l'interesse dei ragazzi nei confronti della Storia della Musica, quale elemento caratterizzante dell'evoluzione storico-culturale della società. Gli argomenti trattati, le modalità, le metodologie divertenti, rendono gli incontri di School of Hard Rock un'esperienza completa, coinvolgente e appassionante per gli studenti di tutte le età. Il grande successo riscosso dal programma in questi cinque anni ha permesso nel tempo di inserire, oltre ai percorsi musicali, percorsi tematici di approfondimento come il marketing del turismo, il visual merchandising, la gestione della ristorazione e della sala bar, con successivi spunti di approfondimento da affrontare in classe, grazie anche al materiale didattico che è fornito ai docenti con i contenuti della lezione. Ogni incontro è introdotto da un video che racconta l'affascinante e poco conosciuta storia della nascita di Hard Rock Cafe, dal primo locale aperto nel 1971 nel cuore di Londra fino al passaggio agli attuali proprietari, la tribù di nativi americani dei Seminole in Florida, passando per una squadra di calcio di bambini, una cameriera insignita dalla Regina e una celebre chitarra appesa al muro. Particolare attenzione è riservata ai valori sui quali Hard Rock ha posato le sue fondamenta e che ancora oggi guidano l'azienda, valori riassunti nei quattro motti: 'Love All, Serve All', 'Take Time To Be Kind', 'Save The Planet' e 'All is One'. I percorsi tematici per l’anno scolastico 2017/2018 propongono Storia della Musica Rock, Alla Scoperta dei Beatles, le 15 Canzoni che hanno fatto la storia della Musica Rock, Marketing & Marketing del Turismo, Visual Merchandising, Introduzione alla Gestione della Ristorazione e Introduzione alla Gestione della Sala Bar.

Redazione Nove da Firenze