Domenica elettorale: la presentazione dei candidati e delle liste

Susanna Cenni a Montaione per l’apertura della campagna. Lunedì sera incontro con Parrini a Calenzano: “Sostenere ancora di più imprese e lavoro, attivare potenziamento della connettività internet ultraveloce e ottimizzare collegamenti scuola-lavoro”. Martedì 13 in piazza a Pontedera Giorgia Meloni


Molte le iniziative per questa intesa campagna elettorale.

Tappa in Mugello (La Torre - Petrona e Pianvallico, Scarperia e San Piero) ieri per Dario Parrini, candidato Pd al Senato nel collegio uninominale Toscana 02, che, assieme a Roberto Giachetti, candidato alla Camera al collegio uninominale Toscana 3 ha visitato alcune aziende del territorio, nello specifico La Marzocco (che vende macchine da caffè professionali e di alto design in tutto il mondo), la D.M.C. (accessori moda), la cooperativa Ipt (sacchetti di plastica). “Ogni giorno è possibile toccare con mano quanto quest’area della Toscana sia dotata di un tessuto imprenditoriale vivo e vitale, testimone di un saper fare in grado di coniugare tradizione e innovazione. – ha fatto presente Parrini – Tutte e tre queste aziende hanno più dipendenti e più fatturato di qualche anno fa e danno un giudizio positivo di leggi come la riforma del lavoro e gli iper e super ammortamenti. Ma tanto resta da realizzare. Dobbiamo saperci fare ancora di più portavoce delle esigenze di questo mondo e portare avanti con forza politiche mirate alla crescita e al sostegno dei lavoratori, dell'occupazione e delle imprese. Sono convinto che si sia fatto in questi anni un pezzo importante di cammino grazie al pacchetto Industria 4.0 e agli sgravi Irap. Ma c’è evidentemente bisogno di continuare su questa strada con un ulteriore abbattimento del cuneo contributivo e un'ancora più forte incentivazione sia degli accordi per incrementare la produttività aziendale e i salari reali, sia degli investimenti in grado di creare buoni e stabili posti di lavoro. Particolarmente sentita, inoltre, l'esigenza di un miglior coordinamento con le scuole e gli istituti di formazione per trovare nella misura adeguata lavoratori dotati delle competenze necessarie. L'alternanza scuola-lavoro viene usata e apprezzata. Ma diffusa è la richiesta di rafforzarla, migliorando in parallelo le attività di orientamento, formazione, collocazione e reimpiego. È inoltre da notare che le imprese di questo territorio hanno la fortuna di poter interagire con un'amministrazione comunale attenta alla modernizzazione, che come poche altre ha saputo sfruttare, con la fusione e dopo, la nuova fase di positiva collaborazione con gli enti locali inaugurata dai nostri governi: lo dimostrano, tra tante altre cose, il livello assai elevato degli investimenti comunali in opere pubbliche e, ad esempio, il fatto che oltre l'80% degli edifici pubblici, scuole e non solo, è stato pienamente adeguato alla più avanzata normativa antisismica, un dato tra i migliori in Toscana”.

Tour elettorale nella Piana fiorentina, nello specifico a Signa, ieri per il candidato di Forza Italia nel collegio plurinominale di Firenze per la Camera dei Deputati, Marco Stella, che ha incontrato cittadini e commercianti nel giorno del mercato. Tra le criticità più sentite dai cittadini signesi, c'è il problema della viabilità legata alla mancanza di un nuovo ponte sull'Arno. "Sono decenni che la sinistra promette il secondo ponte nella zona di Signa - ricorda Stella - e ancora non è stata posata la prima pietra. Il ponte, oltre a migliorare la viabilità locale, snellirebbe il traffico sulla Fi-Pi-Li e sul passaggio dalla Piana a Scandicci. Ora ci sono code di auto e mezzi, che penalizzano Signa e di conseguenza la produttività e lo sviluppo dell'intera area". Incontrando i commercianti su strada, sono emerse tutte le preoccupazioni della categoria per la direttiva Bolkestein, che rischia di rimettere in discussione le licenze. "Ci battiamo da anni - ha ricordato Stella - per togliere fiere, chioschi e mercati dalla Bolkestein, per tutelare un settore che in Toscana ha un giro d’affari di oltre un miliardo di euro, 700 mercati, quasi 11mila esercizi (4200 solo a Firenze) e più di 13 mila addetti".

"Oggi l'Istat certifica che a dicembre 2017 l'indice della produzione industriale è aumentato del 4,9%. Questi sono numeri, dati, non parole. Chi fa impresa lo sa che contano i fatti e non le vuote promesse, sopratutto se fatte da chi non ha credibilità. Si chiami Berlusconi, che ha portato questo Paese sull'orlo del baratro, o 5 Stelle, che stanno affondando città come Torino, Roma e Livorno con la loro amministrazione inadeguata. Noi non promettiamo effetti speciali, ma solo quello che possiamo mantenere". Così la ministra all'Istruzione Valeria Fedeli in occasione del dibattito politico promosso da Cna ieri  a Pisa. "Ridurre le tasse? A chi credere? A chi ha tagliato il costo del lavoro per le imprese o a chi vaneggia di flax tax che porterebbe il piccolo artigiano a pagare la stessa aliquota di Marchionne. Aiuti alle imprese? A chi credere? A chi ha messo in crisi il nostro sistema delle Pmi o a chi ha messo più soldi in tasca alle famiglie, a cominciare dagli 80 euro, per rilanciare i consumi interni. 80 euro che nella prossima legislatura saranno a disposizione anche dei lavoratori autonomi e alle famiglie con figli fino a 18 anni". aggiunge Fedeli. "Noi il cambiamento l'abbiamo avviato - aggiunge la ministra - e adesso dobbiamo continuare. Chiediamo fiducia ai cittadini, consapevoli che abbiamo cose da cambiare, ma anche convinti che all'Italia serva capacità, attenzione e ascolto per governare. Oggi l'Italia cresce, l'abbiamo fatta ripartire. Ora dobbiamo renderla più giusta".

Questa mattina sono stati presentati a Firenze i candidati delle liste toscane di “Noi con l’Italia – UDC” Erano presenti all’incontro l’europarlamentare Carlo Casini, l’On. Nedo Poli, il Segretario Regionale Luca Paolo Titoni e il Responsabile Regionale di Idea Raffaele Latrofa. Tra i candidati regionali spiccano nomi forti dell’imprenditoria, del giornalismo e delle professioni. Il fiorentino Luigi Morelli, capolista al collegio plurinominale del Senato 1, imprenditore, già Presidente dell’Istituto per la Programmazione Economica della Toscana e Consigliere Comunale di Firenze, l’ex Capo Redattore de La Nazione e Sindaco di Sorano Pierandrea Vanni capolista alla Camera plurinominale Firenze e l’altro candidato empolese Antonio Bossa nel collegio della Camera Toscana 3. Rappresenteranno tutta la coalizione di Centro Destra nei collegi uninominali di Firenze Scandicci e Sesto - Mugello Claudia Dominici (Toscana 2) e Manola Aiazzi (Toscana 3). Alla presentazione hanno preso parte inoltre gli altri candidati nei vari collegi della Toscana Jacopo Bojola, Alessia Lombardi, Tiziana Maria Duè, Gino Mannocci, Patrizia Ciampi, Francesca Calchetti, Enrico Mencattini, Carola Parano. «Da qui nasce una nuova aggregazione – ha commentato Luca Paolo Titoni – che riunisce attorno allo Scudo Crociato i moderati italiani. Le prossime elezioni politiche saranno il trampolino per la costituzione di un nuovo raggruppamento liberal-democratico alternativo alla sinistra». Oltre ai temi nazionali, da Firenze e dalla Toscana partirà una spinta innovativa e concreta per migliorare la vita delle Piccole e Medie imprese, ritenute lo spirito e l’anima della nostra economia. «Tra gli obiettivi che ritengo fondamentali – ha sottolineato Luigi Morelli – c’è l’ottenere una vera semplificazione delle norme locali, in particolare per i pubblici esercizi, troppo spesso confuse, ingombranti, difformi tra loro e talvolta lontane dalle disposizioni della Comunità Europea». «La Toscana e l’Italia – ha concluso Pierandrea Vanni - hanno bisogno di una forza di Centro che porti un contributo serio di ragionevolezza e senso di responsabilità nei confronti dei problemi quotidiani. Il Centro politico non è una utopia, ma un elemento forte di valori cattolico-popolari, di idee e di progetti per fare finalmente dell’Italia un paese normale».

“Le misure prese in materia di welfare dai governi a guida PD hanno contribuito al rilancio dell'economia, sostenendo i ceti deboli, i più poveri e le famiglie in difficoltà: dall'introduzione del reddito di inclusione a decorrere dal 1 gennaio 2018, all'incremento del fondo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale al contrasto della povertà minorile ed educativa con un fondo alimentato dalle fondazioni bancarie, al bonus bebè, il buono per il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido e molto altro ancora. Ora è nostra intenzione proseguire su questa strada con ulteriori e più mirati investimenti, mettendo la famiglia al centro del nostro programma” lo dichiara la vicepresidente del Senato, Rosa Maria Di Giorgi, candidata alla Camera, collegio Uninominale Firenze-Scandicci, intervenendo oggi pomeriggio ad un dibattito organizzato dal Circolo PD de Le Panche. “Le famiglie hanno necessità di essere sostenute, dobbiamo tornare a prenderci cura delle persone e, non a caso, il welfare è proprio uno dei punti più complessi e curati del programma che presentiamo. Dal piano nazionale di asili nido da 100 milioni di euro l’anno per tutta la legislatura, al piano di accessibilità universale per garantire qualità della vita alle persone con disabilità, alla carta Universale dei Servizi dell’Infanzia (400€ al mese per i primi tre anni da spendere per asilo, servizi di cura, baby sitter), alle misure per rendere concreto l’inserimento sul lavoro delle persone con disturbi allo spettro autistico, fino agli incentivi fiscali alle famiglie che necessitano del sostegno di badanti o di ricovero in case di cura per migliorare la qualità della vita” sottolinea Di Giorgi. “Il nuovo codice del terzo settore ha l'obiettivo di sostenere l’autonoma iniziativa dei cittadini, elevare i livelli di cittadinanza attiva, di coesione e protezione sociale, favorendo la partecipazione, l’ inclusione e il pieno sviluppo della persona in attuazione dei principi costituzionali. Un punto questo - conclude la senatrice - che chiama direttamente in causa le pubbliche amministrazioni che dovranno promuovere la cultura del volontariato, in particolare tra i giovani".

Domenica 11 Febbraio 2018, al circolo SMS di Rifredi in Via Vittorio Emanuele II 303, dove si terrà la presentazione del Programma Elettorale e dei candidati alla Camera e al Senato della Repubblica con il Segretario Generale del Partito Comunista e candidato Premier Marco Rizzo.

Sarà inaugurato domani, domenica 11 febbraio alle ore 18, il comitato elettorale toscano di Fratelli d’Italia in viale Cialdini 5, a Firenze.“Parte la nostra sfida al sistema di potere del Partito democratico in Toscana - spiega il capolista alla Camera Giovanni Donzelli - una battaglia che da anni combattiamo senza sconti e che sta portando risultati importanti. Per questo, piuttosto che lanciare le ‘candidature-figurina’, abbiamo preferito puntare i nostri uomini più rappresentativi sul territorio. Abbiamo fatto una sola eccezione perché Letizia Giorgianni è una donna che si è battuta per i diritti dei risparmiatori di Banca Etruria, e non solo, truffati dal governo Renzi. La differenza fra noi e la sinistra è che la Boschi è stata costretta a candidarsi a Bolzano, Letizia Giorgianni invece si presenta a Firenze a casa di Renzi”. All'inaugurazione saranno presenti i candidati di Fratelli d'Italia Giovanni Donzelli, Letizia Giorgianni, Paolo Sebastiani, Angela Sorice.

Nonostante la pressioni per impedire a CasaPound di organizzare la presentazione dei candidati a Scandicci, l'evento si terrà regolarmente domani alle 18, presso i locali della Fabbrica dei Saperi in piazza Matteotti 31. Gli elettori. così, avranno modo di conoscere i candidati di CP nei collegi di Camera e Senato che comprendono il territorio scandiccese.

Alle 19.00 inaugurazione del comitato elettorale in piazza della Repubblica di Montaione con Laura Cantini, candidata alla Camera nel collegio plurinominale Toscana 3 e Susanna Cenni, candidata alla Camera in Toscana nel collegio uninominale 11. Alle 20.30 cena di autofinanziamento alla pizzeria Il Rifrullo in piazza Gramsci. 

Domani, domenica 11 febbraio alla casa del popolo di Sovigliana dalle 10.00 alle 12.30 apertura del tesseramento con colazione a buffet offerta dal Pd vinciano. Partecipa Dario Parrini, candidato al Senato. Lunedì 12 febbraio alle 21 incontro pubblico a Calenzano (Altana del Castello, via del Castello 7, Borgo di Calenzano Alto) con Dario Parrini, segretario Pd Toscana, che sarà intervistato da Debora Pellegrinotti, direttrice di Bisenziosette.

Tappa a Montaione per Susanna Cenni che domenica 11 febbraio aprirà la campagna elettorale in vista delle elezioni politiche del 4 marzo. La candidata alla Camera in Toscana nel Collegio Uninominale 11 – Poggibonsi, parteciperà, alle ore 19, all’inaugurazione del comitato elettorale in Piazza della Repubblica insieme a Laura Cantini, candidata alla Camera nel collegio plurinominale Toscana 3. Dopo l’incontro nella nuova sede le due candidate del Pd parteciperanno alla cena di autofinanziamento.

Una domenica dedicata al calcio e al tifo amaranto per Tiziana Nisini della Lega. La candidata al Senato nel collegio uninominale di Arezzo e Siena sta seguendo da tempo le sorti dell’Us Arezzo e, in generale, dello sport del territorio, presenziando a molte delle manifestazioni organizzate dalle società locali. Questa passione si rinnoverà anche l’11 febbraio quando, come da sua abitudine, tornerà direttamente in curva tra i tifosi per assistere all’importante match Arezzo-Alessandria delle 14.30.

Con l’entusiasmo di chi crede davvero in quello che rappresenta, i candidati di +Europa si presenteranno a Firenze in due eventi aperti a chiunque volesse conoscere da vicino i rappresentanti della lista. Lunedì 12 febbraio, alle 21.15, presso la sala consiliare Sandro Pertini, a Campi Bisenzio, avrà luogo un dibattito tra i candidati del collegio Toscana 1: Marco Perduca, Giulia Simi e Mina Welby ed il sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi. Martedì 13, alle 11.00, presso il Caffè Letterario – le Murate di Firenze, si terrà la presentazione ufficiale dei candidati di Più Europa Firenze: Benedetto della Vedova, Bruno Tabacci, Gianfranco Chelini, Mina Welby, Giulia Simi e Marco Perduca. A seguire, lo stesso giorno, Marco Perduca e Mina Welby saranno ospitati alle 15.30 a Borgo San Lorenzo, sala Pio la torre, ed infine, alle 21.15 a Signa, per presentarsi e farsi conoscere ai cittadini.

Martedì 13 febbraio alle 18.15 alla Fondazione I Care di Fucecchio incontro con il costituzionalista Stefano Ceccanti, candidato alla Camera nel collegio Toscana 2, per parlare di “Il sistema della nuova legge elettorale. Ricadute ed effetti. Qual è la vera posta in gioco?”.

Alle 21.15 alla casa del popolo di Capraia Fiorentina si parla di caccia e politiche agricolo con Marco Remaschi, assessore regionale; Simone Tofani, presidente Federcaccia Toscana sezione Firenze e Paolo Malquori, presidente Arci caccia di Firenze.

Alle 21.30 al circolo “Il Bastione” di Castelfiorentino il lavoro al centro del dibattito con il sindaco Alessio Falorni, Riccardo Sgherri, responsabile lavoro Pd Empolese Valdelsa e Jacopo Masini, membro della segreteria Pd territoriale. Modera Gabriele Romei, segretario Giovani democratici Castelfiorentino.

"Martedì 13 febbraio dalle ore 16.30 saremo insieme a Giorgia Meloni in piazza davanti al Comune di Pontedera con il nostro banchino a fare campagna elettorale: vedremo se il 'sindachello' avrà ancora atteggiamenti da Gestapo". E' quanto afferma il capolista alla Camera di Fratelli d'Italia Giovanni Donzelli, commentando l'annuncio di Giorgia Meloni alla trasmissione "L'intervista" di SkyTg24.
"La legittimità delle nostre idee, come quella di tutti, non può essere decisa da chi si è alzato la mattina e pensa di stabilire senza titolo chi può e chi non può distribuire dei volantini - aggiunge - Fratelli d'Italia non da oggi è un partito politico evidentemente inserito nelle regole della democrazia garantite dalla Costituzione e su questo non accetta lezioni. Il fascismo è morto da oltre 70 anni ma la sinistra continua a tirarlo in ballo perché è incapace di dare risposte alla gente e non ha più argomenti. Il sindaco di Pontedera ha compiuto ieri un atto sovversivo da regime - conclude Donzelli - questi sono gli unici mezzi che sa usare il Partito democratico, ma noi ci stancheremo di contrastare la loro arroganza".

Giovedì 15 febbraio alle 15.30 a La vela Margherita Hack di Avane a Empoli (via Magolo 32) incontro con il ministro Carlo Calenda.

Redazione Nove da Firenze