Firenze: nuovo asilo nido a Novoli

Per poter accedere ai posti dell’asilo nido di Villa Bacarelli riservati ai non dipendenti Banca CR Firenze e Intesa Sanpaolo, i residenti del quartiere devono essere iscritti nelle liste di attesa delle graduatorie comunali.


Si inaugura oggi il nuovo asilo nido “Villa Bacarelli”, grazie alla progettualità congiunta e fattiva tra il Comune di Firenze, Banca CR Firenze e Intesa Sanpaolo.

Il nuovo asilo è stato realizzato all’interno di Villa Bacarelli, un immobile ottocentesco opportunamente risanato e ristrutturato che si trova a Novoli, nell’area di insediamento della nuova sede direzionale di Banca CR Firenze.

La nuova struttura per l’infanzia è il risultato della collaborazione tra Comune di Firenze, che ha messo a disposizione la struttura di Villa Baccarelli, e Banca CR Firenze, che è stata la principale promotrice dell’iniziativa e ha curato direttamente la ristrutturazione dell’immobile. Un esempio di sinergia fra pubblico e privato che sperimenta nuove forme di collaborazione fra le politiche dell’amministrazione comunale e quelle di una realtà imprenditoriale.   

Con una superficie di circa 600 mq, disposta su due livelli, l’asilo Villa Bacarelli è circondato sui 4 lati da un giardino adeguatamente attrezzato per i giochi di movimento e può ospitare fino a 50 bambini di età compresa tra i 6 e i 36 mesi.

Oltre al recupero e valorizzazione dell’immobile offerto come servizio all’infanzia, l’asilo nido Villa Bacarelli soddisfa una esigenza sociale sentita anche non solo dai dipendenti di Banca CR Firenze, ma anche da quelli dell’intero Gruppo Intesa Sanpaolo, che a Firenze sono complessivamente oltre 2500, ai quali la Banca risponde da tempo sviluppando iniziative simili a questa. Il nuovo asilo va ad aggiungersi infatti a quello già inaugurato da Intesa Sanpaolo a Milano nel 2005 ed integra la rete di convenzioni già stipulate dal Gruppo - attraverso il Consorzio Pan - con analoghe strutture di servizi educativi presenti sul territorio nazionale.

Proprio i più grandi centri di imprenditoria sociale del territorio - Gruppo Cooperativo CGM, Consorzio Con.Opera di Compagnia delle Opere, Consorzio DROM di Legacoop Sociali – hanno infatti costituito insieme a Intesa Sanpaolo il Consorzio Pan – Servizi per l’infanzia, al fine di assicurare sostegno educativo ai bambini e aiuto qualificato ai loro genitori.

Il Consorzio Pan - ad oggi l’unico network nazionale di servizi per la prima infanzia - punta all’apertura di altri nidi in tutta Italia: ad oggi sono 380 i servizi per l’infanzia che, grazie al lavoro di 2.100 operatori, giornalmente concretizzano la qualità di Pan ospitando 10.800 bambini.

L’asilo aziendale di Villa Bacarelli sarà gestito dal Consorzio Con.Opera e dal Consorzio Co&So, partners del Consorzio Pan, ed è uno degli 89 nidi affiliati al Consorzio presenti in Toscana, di cui 20 a Firenze. L’asilo nido sarà aperto da settembre a luglio, nei giorni lavorativi dalle 8 alle 18. Sono presenti educatrici qualificate, una cuoca e personale ausiliario oltre ad una responsabile che coordina e promuove tutte le attività e si porrà come punto di riferimento per le famiglie.

Intesa Sanpaolo è da tempo impegnata nel realizzare e potenziare i servizi alle proprie persone, nell’ambito delle sue politiche di welfare e in coerenza con i principi di Corporate Social Responsability. Per i servizi all’infanzia, oltre all’asilo di Milano e a quello che si inaugura oggi a Firenze, sono in procinto di essere avviate due strutture a Torino Moncalieri e a Napoli. A ciò si aggiungono convenzioni per la riserva di posti in prelazione ai dipendenti Intesa Sanpaolo in 120 asili, a marchio Pan, dislocati su tutto il territorio nazionale, per un totale di quasi 400 posti.

Per poter accedere ai posti dell’asilo nido di Villa Bacarelli riservati ai non dipendenti, i residenti devono essere iscritti nelle liste di attesa delle graduatorie comunali; ulteriori informazioni possono essere richieste al Comune di Firenze Assessorato all’Educazione – Direzione Istruzione.

Redazione Nove da Firenze