Lucca Comics & Games 2009

Come ogni anno si rinnova l'appuntamento per gli amanti del fumetto, dei giochi (di ruolo, di carte, da tavolo...) e di tutto quanto rientra nel fantastico.


LA KERMESSE AL VIA IL 29 OTTOBRE — L’appuntamento più importante d’Italia per il fumetto e il gioco intelligente, che da 43 anni si tiene a Lucca, si presenta al pubblico sotto l’egida del cambiamento: Lucca Comics and Games diventa infatti un vero e proprio “Festival del fumetto e del gioco”.

Dal 29 ottobre al primo novembre 2009, l’appuntamento è a Lucca con una manifestazione, promossa dal Comune di Lucca, con il sostegno della Provincia, della Camera di Commercio, dell’Apt lucchesi e delle fondazioni bancarie, quest’anno dedicata all’Evoluzione della Specie, per onorare il 150° anniversario della teoria di Charles Darwin e al bicentenario della nascita dello scienziato.

Questa mattina sono stati svelati in conferenza stampa tutti i segreti di una delle anime che compongono la manifestazione: il settore dei Games.

A intervenire l’assessore comunale alla cultura Letizia Bandoni, l’assessore provinciale Luigi Rovai, il presidente di Lucca Comics and Games Francesco Caredio, Emanuele Vietina responsabile dell’area Games e Flora Rovigo, per il museo Lu.C.ca di arte contemporanea.

“Anche i Games – ha sottolineato l’assessore Bandoni – hanno potenziato l’aspetto culturale e l’amministrazione comunale ha compiuto, con loro, un importante investimento nel gioco come mezzo di educazione per i più giovani, strumento di aggregazione nel segno del rispetto delle regole democratiche, ma anche come elemento di formazione professionale, culla del talent scouting della manifestazione grazie a progetti che, come Workshow, hanno trovato la collaborazione ed il fattivo sostegno del Governo e, in particolare, del Ministero della Gioventù”.

“E’ una manifestazione che cresce anno dopo anno - ha commentato l’assessore provinciale all’Urbanistica, Luigi Rovai – e, anche grazie alla collaborazione, fattiva e costruttiva, tra gli enti, valorizza a livello internazionale Lucca e tutto il territorio. Una manifestazione, dunque, che dà un importante contributo al territorio, facendone conoscere le bellezze artistiche e per la ricaduta economica ad essa connessa. Inoltre, investe nei giovani e giovanissimi, creando, in questo modo, una catena virtuosa di potenziali visitatori”.

A sua volta il presidente Francesco Caredio sottolinea lo sforzo organizzativo che quest’anno, più ancora che nel passato, l’organizzazione della rassegna comporta, “per la sua evoluzione a festival che privilegia sempre di più gli aspetti culturali. Poi fornisce un po’ di numeri relativi ai games: 600 incontri, uno ogni 4 minuti, 14 ospiti di livello internazionale, 20.000 metri quadrati di area di Lucca Games, circa 190 stand. Il tutto lasciando inalterato il costo del biglietto.

Al coordinatore dell’area Games e vicedirettore di Lucca Comics & Games Emanuele Vietina, tocca il compito di passare in rassegna il programma dell’edizione 2009 : “Questa edizione, nata sotto il segno della creatività applicata alla globalità dell’intrattenimento, che dal gioco si veste e diventa film, letteratura e fumetto, presenta un Lucca Games ancora più grande, come una vera e propria metropoli della creatività globale”.

Infine una novità assoluta: grazie alla collaborazione con l’Apt è stato possibile realizzare il gioco “Vai e Vinci” tra Lucca e Bologna.

La metropoli della creatività globale
L'edizione 2009, nata sotto il segno della creatività applicata alla globalità dell’intrattenimento che dal gioco si veste e diventa film, letteratura e fumetto, presenta una Lucca Games ancora più grande e come una vera e propria città del gioco e del fantastico.

In dieci anni, l’area dedicata al gaming è cresciuta di ben quattro volte, presentando quattro grandi quartieri. Quello che potremmo definire Centro storico, con le tradizionali etichette che dal 1993 fanno grande Lucca Games come NewMedia Publishing Stratelibri, freschi di Best of Show che ci riprovano con titoli di successo continentale come Agricola, Editrice Giochi, tutto il Gruppo Giochi Uniti con Faidutti, la daVinci e il duo Oliphante-Stupor per le proposte per famiglie. Nei vicoli del centro storico tutti i player consolidati come Raven, le etichette del gioco di ruolo Asterion, Wild Boar, 25Edition e Wyrd, presente con il grande Monte Cook, i tradizionali operatori del settore, e quelli della nouvelle vague del Gioco da tavolo come Scribabs e Red Glove.

Fuori dal Centro storico troviamo la City, il mondo dei Giochi di Carte Collezionabili e le grandi corazzate Upper Deck, protagonista dell’operazione World of Warcraft, Wizards of the Coast, il nuovo player Halifax presente con Yu-Gi-Oh e niente di meno che la Gazzetta dello Sport che, è il caso di dirlo, scende in campo con AGE: Amazing Goal Era.

Intorno al loro tutti gli operatori della Borsa del TCG.

Come tutte le grandi capitali europee anche noi abbiamo sviluppato il nostro quartiere monumento alla modernità: Lucca Games ha infatti una sua Défense di parigina memoria ovvero l’area del Videogioco. EA, Ubisoft con Assassin's creed 2, Koch Media con Fairy Tales Fights ma, soprattutto, con il videogioco del Blood Bowl, vero must per gli appassionati. E ancora, Activision, Blizzard, Multiplayer con THQ e Warner Bros, per arrivare a Namco Bandai con i titoli manga come Dragon Ball e Naruto ma soprattutto la presentazione dell’attesissimo Tekken 6. Ricco il bouquet della dinamica etichetta Italiana Kalichantus da sempre ibridita con il gioco tradizionale, World of Risiko! e il titolo di punta, Craft of Gods. Al paro del gioco tradizionale, sempre più ampio il parterre di publisher stranieri per il videogioco Ankama con Dofus 2.0.

Il quarto quartiere è quello dedicato alla storia, ai vicoli e al costume, isole pericolose come The Citadel e Indipendence Bay, museali e raffinate come Historical Island, o i cafè parlant del Ruolo del Libro che quest’anno vede l’ingresso della Fazi, celeberrima casa di Twilight a Lucca Games per presentare il nuovo Buio di Elena P.

La ventitreesima edizione della manifestazione è dedicata a Dave Arneson: i fan potranno lasciare, al grande autore, un grazie sul muro della memoria di Lucca Games.

I numeri di Lucca Games 2009


  • 10.000 metri quadri di aree espositivi;

  • 4.000 metri quadri dedicati al gioco di ruolo dal vivo;

  • oltre 20.000 mq l'area di Lucca Games;

  • 4 giorni e 24 ore no-stop di programma per oltre...

  • 150 eventi registrati al giorno tra tornei, concorsi, ruoli dal vivo, performance e seminari più 600 in un week-end solo quelli programmati;

  • 1 sala incontri 3 sale per laboratori e educational;

  • oltre 200 nuovi titoli in lancio;

  • 190 aree espositive;

  • oltre 1.600 postazioni per il gioco tradizionali (carte, tavolo e ruolo);

  • e oltre 500 postazioni dedicate al videogioco per consentire oltre 23.000 sessioni di gioco.



E nell'elenco mancano ancora i 10.000 metri quadrati dedicati al fumetto, alla musica... c'è davvero il rischio di perdersi.

Per alcune immagini dell'edizine 2008, clicca qui.

Redazione Nove da Firenze