Via Gioberti: finalmente la riqualificazione

​Si protrarranno fino ad ottobre con una serie di spostamenti del cantiere da un incrocio all'altro


Via Gioberti cambia. Finalmente termina la lunga attesa sul recupero urbanistico di una strada simbolo di Firenze, per le sue Botteghe.
Una discussione che sembrava dover essere infinita tra residenti e commercianti, ma anche tra gli stessi commercianti tanto da far vacillare lo spirito di categoria e perdere i portavoce di riferimento.
Un nervosismo progettuale dovuto alle particolari caratteristiche di una strada con svariati incroci e dimensioni variabili, che ospita botteghe da rifornire ma anche residenti che non hanno un posto auto assegnato.

 Obiettivi: sicurezza e agibilità dei percorsi pedonali con agevolazioni per facilitare la sosta dei residenti e dei clienti dei negozi soprattutto durante i cantieri.

La strada simbolo del boom economico fiorentino collega la via Aretina con Santa Croce ed il centro storico, il contado con la sua Porta. Negli anni '70 e '80 la vera strada di vicinato piena di Commercianti veraci, toscani nell'anima e fiorentini sulla punta della lingua. Ha retto agli scossoni della crisi, ha visto cambiare centinaia di attività, ma ha mantenuto la sua vocazione senza perdere i locali commerciali a vantaggio di abitazioni, come accaduto in molte strade fiorentine prima del "blocco alle conversioni" degli ultimi anni.

"Si tratta di un intervento molto importante e atteso da tanto tempo dai cittadini della zona" ha commentato in Consiglio comunale Leonardo Bieber presidente della Commissione urbanistica.
"I marciapiedi saranno ampliati e rifatti in parte in pietra e in parte in asfalto grigio, ci saranno nuove sedute, fioriere e la via prenderà tutt'altro aspetto rispetto ad oggi, con la messa in sicurezza degli incroci dove saranno realizzati spazi protetti con dissuasori. Apprezzabile che i lavori siano stati suddivisi in cinque micro lotti per minimizzare l'impatto e i possibili disagi sulle attività commerciali e la residenza. Importante anche aver già cominciato i lavori per interrare i cassonetti nelle zone limitrofe, così da recuperare fin da subito i posti auto che saranno tolti da via Gioberti. L'assessore ha confermato che saranno introdotte agevolazioni per il parcheggio di struttura di piazza Alberti, come richiesto da una mozione presentata dal sottoscritto" ha concluso Bieber.

 Il progetto riguarda in particolare il tratto da piazza Beccaria a via Villari mentre l’ultimo tratto, fino a Villa Arrivabene, sarà oggetto di un successivo intervento che riguarderà piazza Alberti.
I cantieri saranno effettuati a tratti e interesseranno i marciapiedi sui due lati. Si inizierà lungo il tratto via Villari-via del Ghirlandaio lato sinistro (dal 19 marzo al 29 aprile).
A seguire e in parte in sovrapposizione partiranno i cantieri della seconda fase, che riguarderanno i tratti via Cimabue-piazza Beccaria lato destro (dal 2 aprile al 27 maggio) e via del Ghirlandaio-via Orcagna lato sinistro (dal 30 aprile al 3 giugno).
La terza fase interesserà i tratti via Cimabue-piazza Beccaria lato sinistro (dal 28 maggio al 22 luglio) e via Sarpi-via Capo di Mondo (dal 4 giugno all’8 luglio).
La quarta coinvolgerà invece il tratto via Orcagna-via Cimabue lato sinistro e via Villari-via Sarpi lato destro (dal 23 luglio al 9 settembre). Il cantiere della quinta fase andrà a occupare il tratto via Capo di Mondo-via Cimabue lato destro (dal 20 agosto al 23 settembre). Concluderà l’intervento una settimana per l’asfaltatura della carreggiata.

Per i marciapiedi si utilizzerà il lastrico in pietra forte fiammata delimitata da una lista nello stesso materiale e una zanella in cemento. La stessa pavimentazione sarà proposta in corrispondenza degli incroci dove saranno realizzati spazi pedonali protetti con dissuasori di sosta. I marciapiedi saranno ampliati anche negli altri tratti.
  Ai lati della carreggiata, che verrà asfaltata, saranno disposte le soste per auto, motorini e biciclette. I cassonetti saranno eliminati e a questo proposito sono già stati programmati gli interventi di costruzione delle postazioni interrate da parte di Alia in via Villari (lavori già iniziati), via Orcagna (lavori dal 12 marzo), in via Scialoia (fronte banca, lavori dal 3 aprile), in via Cimabue (fronte Coop, lavori dal 7 maggio), via del Ghirlandaio (lavori dal 4 giugno).

In occasione dei lavori, la giunta comunale ha approvato una serie di facilitazioni per la sosta. In dettaglio si tratta di sconti sugli abbonamenti mensili dei lavoratori, per i residenti nel posteggio Alberti e la prima ora gratuita per i clienti dei negozi che sottoscrivano una apposita convenzione con Firenze Parcheggi.
Per quanto riguarda gli abbonamenti per la sosta dei lavoratori in zcs, è stato introdotto uno sconto del 50% per chi ha un’attività lavorativa all’interno di una specifica area, ovvero quella compresa fra via Scipione Ammirato, via Piagentina, via Giovanni Borso, via Giotto, i viali e piazza Beccaria. Per la stessa zona sono previste facilitazioni anche per la sosta nel parcheggio di piazza Alberti.
I commercianti che sottoscrivono la convenzione Firenze Parcheggi potranno offrire ai loro clienti un’ora di sosta gratuita, grazie a un lettore codificatore di codici a barre dei biglietti di sosta breve. In alternativa i commercianti dovranno allestire un corner o un punto di assistenza clienti dove verranno convalidati e autorizzati i biglietti. I residenti potranno contare su uno sconto del 40% per l’abbonamento mensile (da 70 a 42 euro).

Servirà tutto questo a rendere via Gioberti competitiva nel 2018, a farle ritrovare l'antico smalto? Da un punto di vista urbanistico può darsi.
Per quanto riguarda il tessuto sociale ed economico occorrerà un contributo significativo da parte della comunità.

Antonio Lenoci