Università di Firenze: da mercoledì 23 agosto sportello di orientamento al Rettorato

Partite le immatricolazioni anche all’Università di Pisa. All'IMT di Lucca più di 2.200 domande da tutto il mondo


Ultimi dubbi sulla scelta universitaria? Alla ricerca di chiarimenti sul corso di laurea preferito? Da mercoledì 23 agosto le future matricole dell’Università di Firenze potranno rivolgersi allo sportello orientamento che si apre in Piazza San Marco, 4 in una nuova sede, al piano terra del rettorato. Lo sportello sarà aperto tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 9-13:30 e dalle 14:30 alle 18:00: il servizio di prima accoglienza e informazione si rivolge in particolare, in questo periodo, ai neodiplomati delle scuole superiori che stanno decidendo il proprio percorso universitario in vista dell’immatricolazione.

A Pisa è aperto al Polo Fibonacci, in via Buonarroti 4, “Matricolandosi”, il centro per le immatricolazioni che, insieme allo sportello "Welcome International Students!", accoglie ogni anno gli studenti italiani e internazionali che scelgono di iscriversi all'Università di Pisa. Oltre al centro servizi che fa ormai parte della tradizione dell'Ateneo, è attivo anche il portale web, pensato per essere fruito anche sui dispositivi mobili. E anche quest'anno sarà disponibile un'applicazione che, con il semplice inserimento del voto di maturità e dell’ISEE, sarà in grado di calcolare in tempo reale l’importo delle tasse da pagare. Nato nel 2004, "Matricolandosi" è sempre molto apprezzato dai nuovi allievi sia perché presenta in forma semplice e omogenea tutte le informazioni sui corsi di studio, sia perché guida passo dopo passo i ragazzi nelle procedure di immatricolazione, fino alla consegna del libretto universitario e della Cartapiù, la carta di riconoscimento che l'Università di Pisa ha creato per i suoi studenti in collaborazione con la Banca di Pisa. Cartapiù è una card multiservizi che può essere usata per l’accesso ai servizi universitari come la mensa e il prestito bibliotecario, e, se attivata, come carta conto dotata di IBAN e quindi utilizzabile come un qualsiasi conto corrente. Il Centro "Matricolandosi" è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 fino al 20 ottobre 2017. Dal 7 al 22 agosto 2017 resterà chiuso per la pausa estiva. Gli stessi orari valgono anche per il WIS! che, oltre ad accogliere gli studenti internazionali, costituisce un punto di accoglienza unico per tutti gli studenti stranieri coinvolti in programmi di mobilità, a cui si può accedere tramite appuntamento all’interno dell’orario di apertura.

La Scuola IMT si conferma una delle destinazioni più ambite per gli studenti di tutto il mondo interessati alla ricerca. Sono infatti 2286 le domande di ammissione arrivate alla Scuola per l’anno accademico 2017/18 da Europa, Americhe, Asia, Africa e Oceania con una media di 63,5 richieste per ognuna delle 36 borse di studio disponibili. Aumentano gli studenti italiani interessati ai percorsi di dottorato proposti da IMT, con le domande che registrano un incremento del 14.5% rispetto allo scorso anno e arrivano a quota 369. Come sempre, tantissime le richieste provenienti dall’estero (1917 in totale), a conferma della grande attrattività che la Scuola esercita anche sugli studenti stranieri. Sono 118 le domande arrivate da paesi europei. Le 1799 richieste dai Paesi extraeuropei arrivano ancora una volta da tutti i continenti: 872 da Asia e Medio Oriente, 651 dall’Africa, 151 tra Stati Uniti, Canada, Caraibi e America Latina e 3 dall'Oceania. Tra i quattro percorsi che compongono l’offerta formativa di IMT, il curriculum di area economica (Economics, networks and business analytics, ENBA) si conferma il più richiesto con 774 domande (63 dall’Italia e 711 dall’estero). A seguire, troviamo quello in Computer science and system engineering (CSSE) con 679 domande (65 dall’Italia e 614 dall’estero). Ottimi risultati anche per il curriculum dedicato alle neuroscienze sociali (Cognitive, computational and social neuroscience, CCSN) che ha raccolto 420 domande ed è il più apprezzato dagli studenti italiani con 134 richieste di accesso. Sono 413, infine, le domande per il percorso dedicato all’analisi e al management dei beni culturali (AMCH) che ha richiamato ben 306 studenti dall’estero e 107 dall’Italia. A partire dal prossimo anno accademico la Scuola IMT sarà organizzata in due dottorati distinti. Il dottorato in System Science è dedicato all’analisi di sistemi economici, tecnologici e sociali e comprende i curricula di Computer Science and Systems Engineering (CSSE) e di Economics, Management and Data Science (EMDS); l’altro dottorato, Cognitive and Cultural Systems, è dedicato all'analisi di sistemi complessi di tipo sociale, cognitivo, psicologico e culturale e raccoglie i curricula di Analysis and Management of Cultural Heritage (AMCH) e Cognitive, Computational and Social Neurosciences (CCSN).

Redazione Nove da Firenze