Prendono il treno senza biglietto, task force in Toscana

L’attività sistematica e strutturale di Trenitalia andrà avanti per due settimane, circa 50 gli agenti impegnati provenienti anche da altre regioni


Intendono viaggiare sui convogli di Trenitalia Regionale senza biglietto o con un titolo di viaggio irregolare, ma Trenitalia non molla e richiama un pool nazionale che svolgerà la sua attività in Toscana per due settimane: in tutto circa 50 agenti divisi in varie squadre che stanno concentrando i controlli soprattutto sui treni e nelle stazioni dove il fenomeno dell’evasione è più significativo.

Circa 6.000 i controlli nella sola giornata di ieri. Risultato: 519 persone allontanate prima di salire a bordo perché prive di biglietto,141 regolarizzate a bordo treno. In 4 casi è stato necessario l’intervento delle Forze dell’Ordine. Oggetto delle verifiche anche la titolarità degli abbonamenti a tariffa Isee per i quali, come noto, è necessario esibire il tagliando rilasciato dalla Regione Toscana.
Fra le realtà più controllate ieri le linee: Firenze – Pisa – La Spezia, Firenze – Prato – Viareggio e Firenze – Borgo San Lorenzo.

E’ la quinta volta dal novembre scorso che la Toscana finisce sotto la lente di ingrandimento della nuova attività strutturale e sistematica di controlli messa in piedi da Trenitalia. L’attività è svolta da agenti toscani che, periodicamente, sono affiancati da un pool di colleghi provenienti da altre regioni. 

Rispetto alle campagne precedenti l’elemento di novità è il nuovo biglietto regionale. Introdotto ad agosto, ha dato un importante aiuto nella diminuzione nel numero di persone con biglietto irregolare.
Dettagli come il giorno di utilizzo, la città di partenza ed arrivo sono elementi che rendono più difficile la contraffazione o l’uso improprio del titolo di viaggio.

Viaggiare in regola è sempre più facile: solo in Toscana sono 4.700 i punti vendita di biglietti per treni regionali presso i tabaccai o le ricevitorie Lis Paga di Lottomatica e SisalPay, cui si aggiungono oltre 200 emettitrici self service, 35 biglietterie tradizionali, il sito internet trenitalia.com e l’app Trenitalia. Inoltre dal 1° agosto i titolari di abbonamento regionale, acquistato on line, possono viaggiare mostrando direttamente la schermata del proprio smartphone, senza dover stampare il titolo di viaggio.

Redazione Nove da Firenze