Rubrica — Giocare in Toscana

​Lucca Comics & Games, grande attesa per l'edizione 2017

Oltre 447.000 visitatori unici totali per un impatto economico di quasi 56 milioni di euro


 Per impatto economico, presenze e biglietti venduti, Lucca Comics & Games si pone come una tra le principali manifestazioni europee dell’intrattenimento.
Lo dicono due progetti di ricerca paralleli svolti da Vodafone e dalla Scuola IMT Alti Studi Lucca che permettono alla manifestazione di fornire un alto grado di precisione di informazioni e, quindi, di poter essere meglio valutata da tutti i soggetti interessati – dagli espositori ai clienti, alla pubblica amministrazione, fino alla pubblica opinione.

"La ricerca conferma coi numeri l'importanza raggiunta dalla manifestazione a livello internazionale – sottolinea Alessandro Tambellini, sindaco di Lucca – e la preziosa ricaduta economica tanto da porsi come volano del settore turistico e commerciale di un territorio ben oltre quello rappresentato dalla città di Lucca".
I numeri, nero su bianco. L’analisi parte dal numero dei visitatori da ticketing indicati dal fornitore per la vendita dei biglietti (Best Union), e dallo studio sull’impatto socio-economico generato dai visitatori da ticketing (Scuola IMT Alti Studi Lucca); inoltre, per l’edizione del 2016, grazie all’utilizzo della tecnologia Vodafone Analytics, è stato possibile ottenere informazioni relative all’affluenza reale durante la manifestazione, alle presenze orarie del pubblico con o senza biglietto, ai giorni di presenza alla manifestazione, e alla provenienza dei visitatori (Italia ed estero).
Sui cinque giorni di manifestazione 2016, si possono dunque comunicare con un minimo grado di approssimazione statistica:

  • le presenze complessive da ticketing (turnstile attendees): 271.208
  • i visitatori unici da ticketing (single acts of purchase): 210.652
  • le presenze totali (total visits): 792.465
  • i visitatori unici totali (unique visitors): 447.525

Questo pone Lucca Comics & Games per prima tra le manifestazioni internazionali a comunicare visitatori e presenze da ticketing ed extraticketing secondo le modalità generalmente in uso in Occidente, nonostante l’estrema peculiarità di un evento che non è concentrato in un polo fieristico o in uno stadio, ma sparso su un intero (e unico) centro storico cittadino.
Vodafone Analytics elabora i dati della rete 4G di Vodafone, che oggi copre il 97,4% della popola-zione in Italia, e genera 20 miliardi di nuovi record di informazioni al giorno. “Si tratta di una tec-nologia che consente di elaborare ed analizzare informazioni anonimizzate e aggregate irreversi-bilmente, con l’obiettivo di trasformarle in conoscenza da restituire come valore aggiunto al terri-torio”, afferma Filippo De Vita, responsabile di Vodafone Analytics. Grazie a ciò è possibile avere accesso a strumenti di misura su presenze, mobilità e flussi della popolazione in oggetto, utili ad esempio per la gestione in sicurezza dei grandi eventi sul territorio. La tecnologia è stata realizzata nel totale rispetto della privacy dei clienti in quanto non elabora in nessun modo dati personali, ma informazioni aggregate e anonimizzate irreversibilmente che non permettono di risalire all’identità o ai comportamenti della singola persona. I clienti Vodafone che formano il campione statistico, possono, inoltre, in ogni momento scegliere di non essere inclusi nelle analisi statistiche ed esercitare il loro diritto di opposizione inviando un semplice SMS (tutti i dettagli sono su vodafone.it/per il consumatore/privacy e sicurezza).

Oltre 447.000 visitatori unici in cinque giorni di manifestazione. 
L’analisi delle informazioni rivela che, distribuiti nei cinque giorni di Lucca Comics & Games 2016 (28 ottobre - 1 novembre), sono circolati nel centro storico (inteso come sopra e all’interno della cerchia muraria) in totale 447.525 visitatori unici, comprensivi dei 210.652 visitatori unici da ticketing (a fronte di 271.208 biglietti venduti). La maggior parte (in media il 64,88%) si intrattiene tra le 3 e le 9 ore. E se prevedibilmente la maggior parte viene per un giorno (275.893 visitatori), sono ben 171.632 (un sostanzioso 40% circa) coloro che restano a Lucca Comics & Games da un minimo di due a un massimo di cinque giorni, con ovvie ricadute di indotto per tutto il territorio (vedi tabella 2).

Un impatto economico di quasi 56 milioni di euro (e solo dai visitatori con biglietto).
Il progetto triennale di ricerca scientifica accademica che la Scuola IMT Alti Studi sta portando avanti grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, rivela che nei cinque giorni dell’edizione 2016, solo i 210.652 visitatori unici da ticketing hanno portato un benefico indotto di 55,8 milioni di euro, considerando le spese per acquisti in manifestazione, vitto e alloggio, shopping esterno ai padiglioni della fiera (vedi tabella 3). Di questa positiva ricadutahanno beneficiato in primis ovviamente la città di Lucca e le cittadine limitrofe, ma anche in generale la Toscana e in alcuni casi anche le regioni confinanti. “Seppure dettagliata – sottolinea Francesco Caredio, presidente di Lucca Crea, la società che organizza Lucca Comics & Games – la ricerca prende in considerazione solo i visitatori che pagano il biglietto di ingresso del Festival. Non è compreso quel piccolo esercito di addetti ai lavori, operatori, ospiti e anche semplici curiosi. Si può ipotizzare che, se fossero considerati, farebbero lievitare l’indotto in termini economici a circa 80 milioni di euro”. A proposito di indotto, la tabella 4, ci mostra dove si trovano i nostri visitatori 6 ore prima e 6 ore dopo la manifestazione, indicatore interessante per capire dove pernottano i visitatori prima e dopo la visita in manifestazione.

Il ticketing cap funziona.
La massima concentrazione si è verificata domenica 30 ottobre 2016 (giornata in cui peraltro è stato raggiunto il limite massimo di 80.000 biglietti venduti), con 199.465 visitatori unici che sono circolati in centro nell’arco della giornata. Va precisato che nel corso della giornata del 30 ottobre, quindi quella a maggiore affluenza, la presenza contemporanea dei visitatori ha raggiunto la vetta alle ore 16.00 con 51.715 visitatori presenti (vedi tabella 5). Quindi, si può dire che stanno funzionando le soluzioni adottate in questi ultimi tre anni dall’organizzazione per garantire la massima sicurezza di tutti e una maggior vivibilità della manifestazione anche nelle ore di punta. Tra gli accorgimenti adottati negli ultimi anni, vanno ricordati il limite di 80.000 biglietti giornalieri disponibili, la distribuzione dei padiglioni su più aree del centro storico, l’allungamento degli orari di apertura dei padiglioni, la segnaletica e il design interno dei padiglioni, la collaborazione con le autorità preposte alla sicurezza per il servizio di osservazione e controllo. Nel momento di maggior affollamento della giornata più partecipata, in centro erano dunque presenti meno di 52.000 persone contemporaneamente, compresi i residenti. “Ci piace sottolineare – sottolinea Francesco Raspini, assessore del Comune di Lucca con delega alla sicurezza – che l'allargamento della manifestazione a quasi tutta la città, permette di fatto ai visitatori una maggiore vivibilità dell'evento e una migliore fruibilità degli spazi, nella stessa direzione va anche il provvedimento del tetto di 80.000 biglietti giornalieri che ripeteremo anche quest'anno”.

Dalla provincia di Lucca all’Australia: la provenienza dei visitatori. 
Attraverso l’analisi delle informazioni fornite da Vodafone, si è potuta stabilire anche la provenienza dei visitatori: per quelli provenienti dall’estero l’informazione si ottiene considerando il momento in cui il cellulare aggancia una cella dei principali aeroporti attorno a Lucca (Pisa su tutti). I dati anche in questo caso sono sorprendenti. Ben 23.674 visitatori unici provengono dall’estero, il 5,29% del totale. Di questi, 3.787 vengono dalla Francia, 3.101 dalla Svizzera, 2.201 dall’Olanda e così via (vedi tabella 6). Molto interessante il dato delle presenze da altri continenti: hanno preso l’aereo e sono venute a Lucca Comics & Games dagli Stati Uniti 1.538 persone, dal Giappone 497, dall’Australia 95.

Come si vede dalla mappa, la provenienza dall’Italia copre la maggior parte del territorio nazionale, con ovvia concentrazione nella provincia di Lucca. Tra i comuni italiani (veditabella 7), troviamo le principali metropoli italiane nelle prime posizioni per provenienza dei nostri visitatori: Roma, Firenze, Genova, Milano.
Un alto tasso di gradimento. Le interviste anonime su un mega-campione di oltre 9.000 visitatori con biglietto, condotte nel 2016 sul campo e online dalla Scuola IMT Alti Studi Lucca secondo standard scientifici accademici internazionali, hanno rilevato come la percezione positiva della manifestazione sia molto elevata, e si estenda alla città e ai comuni limitrofi (vedi tabelle 8-9-10). Il 92% degli intervistati si è dichiarato molto soddisfatto o soddisfatto della manifestazione, e il 98% afferma di avere intenzione di ritornarci. Anche la splendida Lucca esce vincitrice: il 62% dei visitatori torna a casa con una percezione migliore della città.Il pubblico si dimostra interessato ad attività culturali anche nei momenti di “tempo libero” lasciato dalla manifestazione: il 41% visita musei e monumenti l’11% visita altre città vicine. L’’8% preferisce fare attività sportiva e ben il 34% fa acquisti al di fuori della manifestazione.La Scuola IMT Alti Studi Lucca è al primo posto nella classifica dell’Anvur, l’Agenzia nazionale per la valutazione della ricerca e dell’università. “Esprimo soddisfazione per questa collaborazione ormai consolidata – commenta il professor Pietro Pietrini, direttore della Scuola IMT – che vede i ricercatori della Scuola dare un riscontro con metodo scientifico ai dati di flusso e partecipazione legati a questa importante manifestazione, al fine di poter potenziare ulteriormente l’attrattività dell’evento e valorizzare Lucca come importante punto di riferimento turistico”.

La nuova edizione di Lucca Comics & Games è in programma dal 1 al 5 novembre 2017

Redazione Nove da Firenze