​La Tempesta di Shakespeare a Villa La Pietra il 7 agosto. Ingresso gratuito

Obbligatoria la prenotazione a: lapietra.reply@nyu.edu oppure 055 5007 212


FIRENZE - La decima edizione di The Season, la rassegna estiva organizzata da New York University Florence, Villa La Pietra, si chiuderà il 7 agosto (ore 21, Villa La Pietra, via Bolognese 120) con il classico di Shakespeare, La Tempesta, interpretato da Aquila Theatre Company diNew York.

L'ultimo capolavoro di Shakespeare ci trasporta in un viaggio insieme a Prospero che, avvicinandosi al termine della sua vita, si trova a dover fare i conti con il suo passato e dire addio a ciò che più gli è caro. Shakespeare utilizza con sublime maestria il potere dell'arte e della magia per intessere in un'unica trama i due mondi ben distinti di Prospero: quello che conosce e teme, e l'altro, che ha imparato a conoscere e ad amare. L'Aquila Theatre illumina il magico mondo de La Tempesta con una musica originale e con la fisicità che è il segno distintivo della compagnia. La produzione dell'Aquila Theatre analizza a fondo la relazione di interdipendenza fra un padre e una figlia che non hanno che l'un l'altra, e la difficoltà di Prospero nel rendersi conto che sua figlia non è più una bambina e che la deve lasciare andare. L'opera esplora l'impatto dell'isolamento e gli effetti della colonizzazione.

Tra gli attori: James Lavender (presente nella produzione dell'Aquila Theatre di A Female Philoctetes nel 2014, nelle tournée di La dodicesima notte di Shakespeare e Fahrenheit 451 di Bradbury nel 2013-14, e di Macbeth di Shakespeare e L'importanza di essere Ernesto di Oscar Wilde nel 2012-13), Calder Shilling, Lizzie Dive e Kali Hughes (presente nella tournée dell'Aquila Theatre de La dodicesima notte di Shakespeare e Fahrenheit 451 di Bradbury nel 2013-14).

Peter Meineck, fondatore dell'Aquila Theatre nel 1991, è Professore Associato di Lettere classiche presso la New York University. Ha al suo attivo oltre 50 produzioni teatrali professionali di opere classiche in diverse città del mondo, fra cui New York e Londra. Ha inoltre pubblicato numerosi volumi di traduzione dei classici greci, fra i quali l'Orestea di Eschilo e il Filottete di Sofocle, e curato svariati adattamenti teatrali (come L'uomo invisibile eComma 22).

La Direttrice artistica dell'Aquila Theatre, Desiree Sanchez, dirige la produzione in tournée di quest'anno de La Tempesta di Shakespeare e di Cime Tempestose di Emily Brontë. In aprile ha diretto un seminario su A Female Philoctetes con relativa rappresentazione presso la BAM (Brooklyn Academy of Music), che è stato anche presentato nel programma All Things Considered della NPR (National Public Radio). Lo scorso anno ha diretto una produzione dell'Eracle di Euripide, anche questa rappresentata presso la BAM e la Fondazione Michael Cacoyannis ad Atene. Per l'Aquila Theatre ha inoltre diretto La dodicesima notte, Fahrenheit 451, La bisbetica domata, Cyrano de Bergerac, Macbeth, L'importanza di essere Ernesto e Sei personaggi in cerca di autore. Desiree Sanchez vanta inoltre una carriera ventennale nel settore della danza, ed è stata prima ballerina alla Metropolitan Opera.

Fondato a Londra nel 1991 da Peter Meineck, l'Aquila Theatre ha ora sede a New York,presso il Center for Ancient Studies della New York University.

L'Aquila Theatre si è dato la missione di rendere i classici accessibili al grande pubblico. Un'opera diventa un classico perché riconosciamo che ha trasceso la cultura per la quale era stata originariamente creata, mantenendo la capacità di stimolare la riflessione sulla questione fondamentale di cosa significhi essere umani. Come compagnia dedicata ai classici, l'Aquila Theatre ha anche il compito di individuare e studiare le opere che diventano nuovi classici.

Fra le attività della compagnia si contano:

le produzioni a New York - l'Aquila Theatre è protagonista della scena teatrale newyorkese, con la sua regolare stagione teatrale. Di recente ha prodotto A Female Philoctetes (2014) basato sul classico di Sofocle Filottete e l'Eracle di Euripide (2013) alla Brooklyn Academy of Music, il Macbeth di Shakespeare al Gym at Judson, Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare, Sei personaggi in cerca d'autore di Pirandello, Così è se vi pare di Shakespeare,Un nemico del popolo di Ibsen al Skirball Center for the Performing Arts della New York University, Comma 22 di Joseph Heller, l'Iliade: primo libro di Omero al Lucille Lortel Theatre (off-Broadway).

una tournée annuale - l'Aquila Theatre è il principale produttore di opere classiche che sin dal 1991 porta in tournée in oltre 60-70 città degli Stati Uniti ogni anno. Nella stagione 2013/14 ha portato in tournée La dodicesima notte di Shakespeare e Fahrenheit 451 di Bradbury. Nella stagione 2012/2013 La bisbetica domata di Shakespeare e il Cyrano de Bergerac di Rostand. Nella stagione 2011/2012 il Macbeth di Shakespeare e L'importanza di essere Ernesto di Oscar Wilde. Nella stagione 2010/2011 Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare e Sei personaggi in cerca di autore di Pirandello. Nella stagione 2014/2015 porterà in tournée La tempesta di Shakespeare e Cime tempestose della Brontë.

le performance internazionali - l'Aquila Theatre ha partecipato a numerosi festival e ha portato i suoi spettacoli in tutto il mondo, da Londra all'Olanda, la Germania, la Grecia, la Scozia, il Canada e le Bermuda. Di recente ha portato il suo Eracle di Euripide al Festival del Mar Egeo sull'isola di Syros in Grecia e alla Fondazione Michael Cacoyannis di Atene.

le attività di formazione - l'Aquila Theatre si occupa intensamente di formazione alle arti sceniche organizzando tre iniziative specifiche: Workshop America, un programma nazionale che offre al pubblico l'opportunità di partecipare all'attività artistica del teatro; Theatre Breakthrough, che porta le scuole americane in scena, e Shakespeare Leaders, un programma che consente agli studenti delle aree disagiate di interpretare i classici alla Frederick Douglas Academy di Harlem (NY).

il programma YOUSTORIES - "YouStories: Classics - Conversation - Connection" è un importante programma nazionale per le lettere che coinvolge 25 biblioteche pubbliche e centri d'arte in tutta l'America, con l'organizzazione di eventi che fanno incontrare la comunità degli ex-soldati e il pubblico alla scoperta dei temi dei classici dell'antica Grecia, con un particolare accento sull'esperienza delle ex-soldatesse. YouStories prevede anche l'utilizzo di una nuovissima App che, fra l'altro, consentirà agli utilizzatori di condividere le loro storie. YouStories gode del generoso sostegno del Fondo Nazionale per le Lettere (National Endowment for the Humanities).

L’evento è a ingresso gratuito. 

Obbligatoria la prenotazione a: lapietra.reply@nyu.edu oppure 055 5007 212

The Season a Villa La Pietra, New York University Florence, è la celebrazione in estate di collaborazioni creative negli starordinari e scenografici giardini di questa villa del 15° secolo. New York University riunisce artisti, scrittori, musicisti, ed intellettuali e offre loro il tempo e lo spazio necessari per perfezionare le proprie creazioni, collaborare con altre discipline, creare nuove opere o reinterpretare i classici. Il risulato del loro lavoro viene presentato ad una “prima” ad un pubblico di Fiorentini ed Americani, invitati nei giardini di Villa La Pietra per una sorprendente ed elegante serata.

New York University, fondata nel 1831 dall’ uomo di stato Albert Gallatin, è una delle più grandi università private degli Stati uniti con più di 40,000 studenti che frequentano 18 facoltà e colleges in cinque principali sedi a Manhattan ed all’estero in Africa, Asia, Europa e Sud America. Nel 1994 NYU ha ereditato La Pietra, in Via Bolognese, dalla famiglia Acton. L’Università si è impegnata a ricreare e conservare la cultura e lo spirito cosmopolita del luogo come nel passato. Da questo è nato lo Study Abroad Florence, che è divenuto in pochi anni, uno dei programmi più grandi presenti a Firenze, accogliendo circa 350 studenti ogni semestre. NYU Florence accanto ad una consistente offerta di studi umanistici in storia dell’arte, storia, cinema e letteratura, ha recentemente introdotto un curriculum specialistico in studi sociali, politiche pubbliche e legge.

Redazione Nove da Firenze