Impruneta: ancora lavori alla pavimentazione sul raccordo Siena-Firenze allo svincolo A1

lavori anche all’intersezione tra l'“Aurelia” e le autostrade A11/A12 (Pisa Nord). Riaperta la Strada Provinciale 119 nel tratto San Polo e Strada-Greve in Chianti. Nuove risorse per la Strada Regionale 69. Altri 3,5 milioni per i lotti 4 e 5 della nuova SR 429


Proseguono gli interventi di risanamento profondo della pavimentazione sul raccordo autostradale Siena-Firenze, secondo la rimodulazione delle fasi di intervento disposta nei giorni scorsi di concerto con i Comuni interessati, al fine di contenere i disagi al traffico e consentire la riapertura dello svincolo di Impruneta prima della riapertura delle scuole. Da lunedì 11 settembre il tratto attualmente oggetto di intervento (dal km 55,9 al km 52,300), lungo circa 3,5 km, sarà prolungato di circa 500 metri verso Siena. Il transito resterà regolato a doppio senso di marcia in carreggiata opposta. Entro le 24 di giovedì 14 settembre sarà invece riaperto lo svincolo di Impruneta, nonché un tratto della carreggiata in direzione Siena per circa 2,7 km. I lavori proseguiranno sul tratto restante (circa 1,3 km) il cui completamento è previsto entro il 22 settembre. I lavori rientrano nel piano avviato da Anas per la riqualificazione e l’innalzamento dei livelli di sicurezza del raccordo autostradale Siena-Firenze, per un investimento complessivo di oltre 46 milioni di euro tra lavori completati negli ultimi due anni e interventi in corso. In particolare, dallo scorso ottobre Anas ha completato 15 cantieri di risanamento profondo della pavimentazione in entrambe le province, interessando complessivamente quasi 30 km di carreggiata con realizzazione di asfalto drenante. Gli interventi restanti saranno tutti completati entro l’autunno, per un investimento complessivo di 9,7 milioni di euro, che si aggiungono ai 20 milioni già investiti nel 2015. Entro l’autunno saranno ultimati anche i lavori per l’allargamento della sede stradale in vari punti dell’infrastruttura e per la riqualificazione dei viadotti, attualmente in fase di completamento per un investimento complessivo di oltre 15,8 milioni di euro.

Sono stati riavviati nei giorni scorsi i lavori per la realizzazione della nuova intersezione tra la strada statale 1 “Aurelia” e l’autostrada A11 in località Migliarino Pisano, nel comune di Vecchiano, in provincia di Pisa. L’intervento, del valore complessivo di 3,8 milioni di euro, riguarda in particolare la costruzione di una rotatoria in corrispondenza del casello autostradale di Pisa Nord (innesto A12 Genova-Livorno). Gli interventi erano stati sospesi in seguito ad approfondimenti idrogeologici e geo-tecnici che avevano evidenziato la necessità di modificare parte delle opere previste nel progetto iniziale. Il completamento dei lavori è previsto entro 6 mesi.

Nuovi contributi in arrivo dalla Regione per la realizzazione della rotatoria tra l'innesto dell'uscita 'Incisa Val d'Arno' dell'autostrada A1 e la SR 69, opera prevista dalla Convenzione sottoscritta da Autostrade per l'Italia, Regione Toscana e Città Metropolitana di Firenze nell'ambito dei lavori di ampliamento alla terza corsia dell'A1 Milano Napoli. Con una delibera approvata mercoledì dalla Giunta regionale sono stati assegnati ulteriori 60.000 euro (in aggiunta ai 110.000 già stanziati negli anni scorsi) per questo intervento, ritenuto necessario per fluidificare il traffico ed aumentare la sicurezza stradale. Il valore complessivo dell'opera è di 420.000 euro, dei quali 250.000 a carico di Autostrade e 170.000 a carico della Regione Toscana.

L'Amministrazione della Città Metropolitana ha firmato tutti gli atti necessari per la realizzazione della cosiddetta circonvallazione di Rignano. Sono già stati espropriati i terreni ed è pronto il progetto esecutivo che è soggetto a un'attenta verifica. Quindi saranno avviate le procedure per la gara, in modo da affidare i lavori. Ci vuole qualche mese perché le procedure hanno tempi abbastanza lunghi. I fondi ci sono e l'iter legato alla progettazione va avanti. Entrando nei dettagli: il progetto definitivo del lotto II (che completa e rende funzionale tutta la circonvallazione) è stato approvato lo scorso 10 agosto 2017 con atto del Sindaco metropolitano n. 17. L'importo complessivo è di ? 4.313.150,79, interamente finanziato dalla Città Metropolitana. Il progetto esecutivo è stato consegnato nel luglio 2017 dai progettisti esterni (Studio Ingeo di Lucca) ed è attualmente in corso la verifica dello stesso. Entro la metà di settembre il progetto verrà validato e si procederà all'approvazione dello stesso ed all'indizione del bando di gara.
La gara per l'affidamento dei lavori sarà svolta con l'offerta economicamente più vantaggiosa (con tempi dunque più lunghi) e se ne prevede la conclusione per la fine dell'anno-inizi 2019. I tempi tecnici sopra esposti includono, come sanno gli amministratori, gli eventuali contenziosi sulla graduatoria che possono verificarsi durante le procedure di gara. L'offerta economicamente vantaggiosa dà però molte garanzie sulla qualità dell'opera nella sua realizzazione concreta. Tenuto dunque conto delle formalità per il contratto, i lavori potranno essere consegnati la prossima primavera e si dovranno concludere entro 22 mesi dalla consegna.

Nuovi contributi dalla Regione per la realizzazione dei lotti 4 e 5 della SR 429 Variante Empoli-Castelfiorentino, opera attualmente gestita dal Commissario regionale Alessandro Annunziati. Con una delibera approvata oggi dalla Giunta regionale sono stati assegnati ulteriori 3,5 milioni (in aggiunta ai 9 milioni già stanziati negli anni scorsi, per un valore totale dell'intervento di 12,5 milioni) per la realizzazione del lotto 5, mentre per il lotto 4 sono stati impegnati 700.000 euro, che si andranno a sommare ai 15 milioni di risorse statali previste per questa opera dal 'Patto per Firenze'.

La Strada Provinciale 119, nel tratto compreso fra San Polo e Strada in Chianti, è stata appena riaperta. Si sono concluse le operazioni di ripristino messe in atto dal personale tecnico della Telecom, intervenuto per riattivare le funzioni del cavo sospeso che si era adagiato lungo il tratto di strada chiuso a causa della caduta di un’alberatura. Il centro della carreggiata era stato infatti occupato dalla pianta colpita violentemente da un fulmine nel corso delle precipitazioni copiose che si erano abbattute nelle scorse sere.

Redazione Nove da Firenze