Rubrica — Europe Direct

Firenze è la città europea di medie dimensioni con la maggiore vivacità culturale

Secondo il Cultural and Creative Cities Monitor della Commissione europea


Il Centro comune di Ricerca della Commissione europea ha effettuato uno studio sulle performance delle città in termini di creatività, cultura, impatto sulla crescita, occupazione e sviluppo sociale. Il risultato di tale progetto è il Cultural and Creative Cities Monitor, l'indicatore della cultura e della creatività urbana, on line dal 6 Luglio 2017 sul sito della Commissione europea.

Cultura e creatività sono elementi importanti per economia e sviluppo e questo ha attirato l'attenzione anche dell'Ue, poiché il 3,8% del totale degli occupati europei è impiegato in tali settori. La Commissione europea ha presentato questo progetto come strumento a supporto di responsabili e policy makers nazionali affinchè elaborino strategie di sviluppo sociale e crescita economica basate sull'industria culturale e creativa, attraverso l'analisi e la comparazione dei dati città per città, in modo da individuarne punti di forza e punti di debolezza. I dati comparati si riferiscono a 168 città di 30 paesi, basati su 3 indici principali: vivacità culturale, economia creativa e contesto favorevoli, organizzati in 9 ambiti e misurati tramite 29 indicatori, tra cui musei presenti, livello di occupazione nel settore culturale e creativo, numero di laureati in materie artistiche o umanistiche o del settore ICT; rilevante risulta essere anche la fiducia dei cittadini europei e il livello di integrazione dei cittadini stranieri. Emergono dati sorprendenti per quanto riguarda il diretto legame tra investimenti in cultura, creatività e tassi di crescita economica più elevati. Tra i 36 centri europei con una popolazione compresa tra i 250 mila e i 500 mila abitanti, Firenze si è posizionata al quinto posto per creatività e cultura e al primo posto per la sua vivacità culturale. Tutto questo grazie in particolare alla vivacità dell'atmosfera cittadina, cioè alle qualità e all'attrattività dei suoi musei, teatri cinema, concerti, ma anche all'organizzazione di eventi a carattere europeo come per esempio il Festival d'Europa o Fabbrica Europa, quest'ultima fondata nel 1994 e considerata uno spazio di promozione dei nuovi linguaggi artistici e dell'arte contemporanea. Firenze viene definita dagli esperti europei come “forse il miglior esempio di città storica creativa” che nel 1986 è stata la seconda città ad essersi aggiudicata il titolo di “capitale europea della cultura”.Traguardo importante per la città “culla del Rinascimento”, soprattutto in vista dell'anno 2018, anno europeo del patrimonio culturale. L'istituzione dell'anno europeo del patrimonio culturale 2018 ha l'obiettivo di sensibilizzare l'importanza della storia e dei valori europei e di rafforzare il senso di identità europea; Firenze con i suoi musei, le sue biblioteche e archivi e inoltre attraverso l'organizzazione di eventi specifici sulla promozione del proprio patrimonio culturale, darà sicuramente un importante contributo al fine di creare un' Europa sempre più europea e integrata anche dal punto di vista delle tradizioni e della storia comune agli stati membri.

Europe Direct — rubrica a cura di Europe Direct Firenze

Europe Direct Firenze

Europe Direct Firenze — Centro di comunicazione ed informazione dell'Unione europea attivo nel Comune di Firenze dal 1999: www.edfirenze.eu

E-mail: europedirect@comune.fi.it