Ecosistemi Digitali: il 1 dicembre a Firenze 100 rappresentanti istituzionali e operatori turistici

La digitalizzazione del turismo è promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dal Ministero dello Sviluppo Economico, da Regioni italiane, e sviluppato insieme a Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica ed ENIT


Promosso da MiBACT, MiSE e Regioni italiane, e sviluppato insieme a Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica ed ENIT, Ecosistemi Digitaliè un think tank sul turismo digitale in programma a Firenze, alla Fortezza da Basso, il prossimo 1 dicembre. L’evento riunirà 100 esperti provenienti dal mondo delle Istituzioni e delle imprese per fare il punto sulla digitalizzazione della promozione turistica in Italia.

La giornata sarà articolata in due sessioni: quella mattutina, su invito, vedrà 100 esperti suddivisi in 10 tavoli di lavoro confrontarsi sui temi chiave dell’edizione 2017 - Destinazione ed Accoglienza Diffusa, Dati e Riuso e Narrative e Autenticità; quella pomeridiana, aperta al pubblico, vedrà professionisti del settore e rappresentanti istituzionali alternarsi sul palco per illustrare i risultati dei tavoli e gli obiettivi per il 2018. Il programma completo dell’evento è disponibile online all’indirizzo http://bit.ly/2z1B1DG.

Il dibatto sul tema Destinazione ed Accoglienza Diffusa sarà coordinato dalla relatrice prof.ssa Enrica Lemmi, Presidente dei Corsi di Laurea in Scienze del Turismo presso la Fondazione Campus di Lucca, scuola di alta formazione per manager che da 14 anni promuove attività universitarie nel campo del turismo. Ad affiancare la prof.sa Lemmi sarà il co-speaker austriaco Reinhard Lanner, CEO di Workersonthefield, in precedenza Responsabile Digital Media & Online Marketing presso la Salzburger Land Tourismusgesellschaft (Ente del Turismo Salisburghese).

In un contesto che vedrà l’industria turistica crescere a una media del 4% all’anno per i prossimi dieci anni su scala globale, Informazione e Accoglienza Turistica dovranno risultare sempre più adeguate ai nuovi bisogni della domanda internazionale. Ciò si traduce, in primis, nel comunicare in maniera efficace la vera identità di un territorio attraverso il coinvolgimento attivo della comunità locale.

Local Engagement e Sharing Intelligence sono infatti tra le best practice per convertire gli stimoli di visita (online e offline) in un’effettiva fruizione della destinazione.

A Ecosistemi Digitali sono cinque i progetti innovativi di marketing territoriale che saranno esaminati. Esperienze concrete che, facendo leva sull’interazione empatica turista - destinazione, favoriscono la creazione di un’esperienza turistica con un alto valore aggiunto, i cui benefici coinvolgono direttamente sia i residenti sia i visitatori.

Infood (http://bit.ly/2lZyLd6) è il progetto avviato nel Comune di Monteverdi Marittimo (Pisa) nell’aprile 2016: si tratta di un punto aggregazione e socializzazione tra cittadini e turisti oltreché presidio turistico, informativo e gastronomico, che sfrutta appieno una struttura altrimenti poco vissuta, soprattutto nei periodi invernali.

Edicolanti 2.0. Tourist Quick Info (http://bit.ly/2ApTo5i) è il sistema promosso da Confesercenti Parma per trasformare oltre 40 edicole in punti diffusi di informazione e accoglienza turistica di primo livello sul territorio di Parma e provincia.

Il primo benvenuto in Friuli Venezia Giulia arriva da te (http://bit.ly/2znRAtG)è l’iniziativacurata da Promoturismo FVG che fa di operatori come tassisti, edicolanti, barman e bagnini i primi testimonial dell'accoglienza in Friuli Venezia Giulia.

Il progetto Narratori del Territorio (http://bit.ly/2AgGvtt), promosso dall’Associazione Terre dei Savoia, coinvolge i residenti piemontesi nell’offerta di esperienze turistiche slow, sostenibili e autentiche.

Nato da un’intuizione di alcuni Comuni nuoresi e della locale Camera di Commercio, Autunno in Barbagia (http://bit.ly/2cWQaNS) è un circuito turistico integrato volto alla promozione e alla valorizzazione dell’entroterra sardo: l’idea è quella di far conoscere eccellenze produttive e tradizioni materiali e immateriali, offrendo occasioni di acquisto esperienziale.

Redazione Nove da Firenze