Rubrica — Spettacolo

Cinema: le nozze di platino di “As Time Goes By” al Teatro del Borgo

Un cinemonologo dedicato a Humphrey Bogey, il 26 novembre a Firenze, a 75 anni esatti dalla mitica première newyorchese


Per il 75° della première del film "Casablanca" (New York, 26 novembre 1942), Enrico Zoi presenta il suo cinemonologo “As Time Goes By” domenica 26 novembre 2017, alle 21.15, al Teatro del Borgo di Firenze.

A celebrare, nel giorno delle 'nozze di platino' con il cinema e quindi del 'compleanno' di uno dei suoi capolavori, il mito Humphrey Bogart, interprete di memorabili gangster movies, ma anche volto dell’ispettore Marlowe, protagonista de “La regina d’Africa”, “Il colosso d’argilla”, “Sabrina”, “Il grande sonno”, solo per citare alcuni film, sarà il testo originale scritto da Enrico Zoi, giornalista e scrittore fiorentino, un’immaginazione tra il poetico e il teatrale sull’arte e sul fascino del leggendario Bogey.

Si tratta di una VERSIONE DEL CINEMONOLOGO COMPLETAMENTE RINNOVATA rispetto alla prima rappresentazione del 20 gennaio 2017 a La Compagnia, la Casa del Cinema della Toscana, a Firenze.Interpreta il testo l’attore fiorentino Massimo Blaco, che collabora da anni con Enrico Zoi. I due hanno all'attivo altri due monologhi, "Dr. Jekyll e Mister(o) Totò", presentato al Teatro del Borgo il 21 ottobre scorso, e “Zenrico, o il suo Clone?”, del trio BLACO-LUCCHI-ZOI, di Blaco e Zoi, da un’idea di quest’ultimo, che andrà in scena sempre al Teatro del Borgo il prossimo 16 dicembre, nell'elaborazione scenica curata da Blaco e dalla violinista Eleonora Lucchi, sul palco insieme a Blaco.“75 anni di 'Casablanca'. Chissà se il pubblico presente all'anteprima newyorchese del 26 novembre 1942 immaginava la lunga vita di questo film? - dice Enrico Zoi, autore di 'As Time Goes By' – Certo, le premesse c'erano tutte, dal cast al regista: potevano forse sbagliare Humphrey Bogart, Ingrid Bergman e Michael Curtiz? Assai improbabile! È anche vero però che nessuno pensava allora che la storia d'amore di Rick e Ilsa sarebbe diventata una delle più famose di tutti i tempi.

Redazione Nove da Firenze