Caso Sguanci: dallo stesso Pd l'invito alle dimissioni?

Traballa la posizione del Presidente del Consiglio di Quartiere 1, dopo il suo post pro-Mussolini su Facebook


"Il presidente Sguanci ha scritto delle frasi molto gravi, che al di là delle interpretazioni sono comunque sbagliate e incoerenti con i nostri valori e la storia della Firenze antifascista che si è liberata da sola e che porta la medaglia d'oro sul gonfalone. Non esistono realizzazioni pubbliche positive se fatte da una dittatura, né da quella fascista di Mussolini né da qualsiasi altra. E nella difficile fase storica culturale e politica in cui ci troviamo, in cui pullulano i rigurgiti fascisti nelle dichiarazioni e nelle azioni delle destre e dei qualunquismi, è per noi tutti più che mai importante essere e dimostrarsi ogni giorno un baluardo dell'antifascismo. Condividiamo la nota del Pd nazionale di domenica sera che parla di dichiarazioni gravi e inaccettabili e condividiamo la condanna del suo comportamento dichiarata ieri dal gruppo Pd del Quartiere 1, del suo quartiere. Apprezziamo le scuse fatte da Maurizio e conoscendolo non crediamo che Maurizio non sia un antifascista e sappiamo che è un amministratore capace ed appassionato. Ma i suoi scritti, le sue dichiarazioni, costituiscono un fatto molto grave che non si cancella e che coinvolge non solo la sua persona ma anche tutto il nostro partito e che ha impressionato negativamente molti nostri elettori. Per questo chiediamo a Maurizio di riflettere bene sull'opportunità di compiere un atto più incisivo ed efficace per dare un segnale inequivocabile ai nostri elettori. Abbiamo appena cominciato una difficile campagna elettorale per il Pd, tutti insieme e con il massimo impegno possibile, occorre che il campo sia sgombro da ogni equivoco. Abbiamo fiducia nel nostro gruppo dirigente cittadino e metropolitano che crediamo saprà rapidamente trovare una soluzione utile, insieme a Maurizio. Allo stesso tempo chiediamo agli amici di Art.1 Mdp di non porre ultimatum al nostro Sindaco: non ci pare questo il modo giusto di affrontare la questione da alleati di una stessa maggioranza di governo che a diversi livelli condivide un importante programma politico-amministrativo che sta producendo importanti risultati positivi sui nostri territori" questo il testo del messaggio pubblico inviato dai consiglieri comunali e presidenti di Circoscrizione PD Cecilia Pezza, Cosimo Guccione, Doriano Pagliai, Francesca Nannelli, Mirko Dormentoni, Raffaele Marras, Renzo Pampaloni.

"I Socialisti Fiorentini esprimono tutto il loro sdegno per l'inaccettabile affermazione del Presidente del Quartiere 1 Sguanci. Gli unici valori che la Storia recente ci ha tramandato e che devono essere ribaditi con fermezza sono solo quelli della Democrazia, dell'Antifascismo e della Resistenza" fa eco la Federazione di Firenze del PSI.

Redazione Nove da Firenze