TAV, Graziano Delrio: "Abbiamo una soluzione per la Foster"

Lo sottolinea il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti a margine di un'iniziativa politica sulle opere pubbliche, organizzata al teatro del Sale di Firenze con il segretario del Pd Matteo Renzi


(DIRE) Firenze, 20 feb. - "Abbiamo trovato una soluzione per la stazione Foster, e' la soluzione giusta". Si tratta di "un grande lavoro con l'amministrazione comunale e con la Regione". Ora "ci sono i tempi di adattamento e ripartenza del progetto, ma la cosa e' sbloccata, quindi non la metterei tra le cose ferme, la metterei tra le cose sbloccate di cui tra poco vedrete la realizzazione". Lo spiega il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio a margine di un'iniziativa politica, organizzata al teatro del Sale con il segretario del Pd Matteo Renzi, a proposito del passante Tav di Firenze. "Il problema vero e' che in questa campagna elettorale non parliamo delle cose che interessano agli italiani, purtroppo. Si parla di promesse, di grandi sogni, ma non di scuola e sanita' pubblica. Il Pd, invece, sta cercando di parlare di queste cose, di come rendere il lavoro piu' stabile, piu' dignitoso, potenziare l'universita', la ricerca e le nostre imprese". "Credo- aggiunge- che si dovrebbe parlare di piu' della concretezza delle cose che siamo in grado di realizzare, dalle infrastrutture al trasporto dei pendolari. Mi pare che questo sia il vero problema: parliamo troppo poco di queste cose". "È falso" che Berlusconi abbia "avviato il 50% dei cantieri" dopo il quinquennio di governo, a differenza di quanto promesso nel contratto con gli italiani. "Nel 2001 aveva promesso di avviare dei cantieri. Quante opere sono state concluse nel 2006? Lo 0,6%".

Il contratto con gli italiani firmato da Silvio Berlusconi nel 2001 "era pieno di impegni sulle infrastrutture, ma poi non ha fatto i lavori. Noi invece abbiamo sbloccato le opere pubbliche e abbiamo dato vita ad una rivoluzione. Sulle infrastrutture abbiamo fatto il piu' grande lavoro in Italia". Lo sottolinea il segretario del Pd Matteo Renzi nel corso di un'iniziativa elettorale organizzata al teatro del Sale di Firenze con il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio. Il governo, rispetto al leader di Forza Italia, "non ha fatto promesse ma ha sbloccato i cantieri e fatto un lavoro straordinario". (Cap/Dire)

In merito interviene il Comitato No Tunnel TAV Firenze con una nota stampa "Apprendiamo dal quasi ex ministro per le Infrastrutture Graziano Delrio che la realizzazione del nodo TAV a Firenze è "cosa sbloccata" e tra poco ne vedremo la realizzazione.
L'affermazione nasce a margine di una iniziativa elettorale del PD è ci pare che in questa luce vada interpretata, dal momento che nessuna delle criticità più volte segnalate dal Comitato No Tunnel TAV è stata a tutt'oggi affrontata e men che meno risolta. Spot pubblicitari di questo tipo si concludono generalmente a tarallucci e vino o, come nel caso delle promesse a vuoto del sindaco Nardella sulla tranvia, a pane e mortadella. In realtà Firenze necessita di un piano della viabilità ragionato, non distruttivo e soprattutto deciso insieme ai cittadini".

Redazione Nove da Firenze