Le opere e i concerti del Pistoia opera Festival


Mimì e Violetta saranno le protagoniste della lirica in piazza Duomo a Pistoia, edizione 2005. La Bohème e la Traviata, ma anche la Messa da requiem e i Carmina Burana rappresentano il programma di Opera Festival, la sezione classica all’interno del Pistoia Festival, il cartellone degli appuntamenti musicali e culturali dell’estate pistoiese. Si comincerà il 22 giugno, con un’edizione del melodramma pucciniano, in replica il 30. Il 28 l’opera verdiana, riproposta anche il 4 luglio. Del maestro di Busseto è il 13 luglio è in programma anche la Messa da requiem, mentre il 17 sarà la volta dei Carmina burana di Carl Orff. Nella più intima cornice del Chiostro di San Francesco verranno eseguite Le 4 stagioni di Vivaldi (20 luglio) e l’Orchestra regionale toscana terrà un concerto il 29 luglio. Tutti gli spettacoli, prodotti dall’associazione culturale Multipromo di Fiesole, avranno inizio alle 21.15.
“Quest’anno – spiega il sindaco di Pistoia, Renzo Berti – abbiamo voluto offrire ai pistoiesi e ai turisti un maggior numero di appuntamenti, proprio per rispondere alla buona accoglienza tributata alla proposta dello scorso anno, quando furono in settemila a salutare il ritorno della lirica in piazza. Mi auguro di riuscire a superare quel numero: sarebbe il segno che non abbiamo sbagliato a riproporre, dopo anni di assenza, il melodramma, un genere che a Pistoia vanta molti appassionati”.
La Bohème sarà diretta dal maestro Bruno Rigacci, per la regia di Manu Lalli. Mimì sarà Rosa Ricciotti, Carlo Barricelli interpreterà Rodolfo, Musetta è affidata a Rossana Potenza, Marcello a Juan Possidente.
La Traviata sarà diretta da Marco Balderi e da Carlomoreno Volpini, per la regia di Daniele Bacci. Gli interpreti saranno Patrizia Zanardi (Violetta), Luca Canonici (Alfredo), Maurizio Scarfeo (Germont) e Olga Zuravel (Flora). “Abbiamo confermato e arricchito – aggiunge l’assessore alla cultura, Giovanni Capecchi – gli appuntamenti con il melodramma e con la musica perché intendiamo affermare l’unione tra Pistoia, l’arte e la cultura, così da far conoscere ad un sempre maggior numero di turisti le bellezze, la vocazione e le tradizioni della nostra città. Ci attendiamo una risposta all’altezza della ricca offerta che abbiamo allestito”. La Messa da requiem sarà diretta da Marco Balderi, con l’orchestra e il coro Operafiesole. Il soprano è Irene Ratiani, il mezzosoprano Nadia Petrenco, il tenore Carlo Barricelli, il basso Riccardo Ferrari. Silvio Segantini dirigerà i Carmina Burana, interpretati dal soprano Patrizia Zanardi e da Alejandro Escobar e Juan Possidente. Per l’opera i prezzi vanno dai 25 ai 45 euro. Per la Messa e i Carmina dai 16 ai 20. Dai 10 ai 15 per le esecuzioni al Chiostro di S. Francesco. Quest’anno c’è anche la formula abbonamento con le prime delle due opere e tutti i concerti a 112 o 135 euro, oppure l’opzione con tre spettacoli a scelta a 100 euro. E’ possibile prenotarli fin da adesso a prenotazioni@operafiesole.it oppure telefonando allo 055-5979005. Da domani biglietti in vendita anche all’Apt in Piazza Duomo, dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 12.30 e da giovedì 26 anche presso la biglietteria del Teatro Manzoni, tel.0573-991609 e 27112 dal martedì al venerdì dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19. Il sabato dalle 10.30 alle 12.30. L’organizzazione tecnica e l’allestimento degli eventi sono a cura dell’Associazione teatrale pistoiese in collaborazione con Multipromo.

Il 22 in prima regionale e il 30 in replica, debutta con Bohème il Pistoia opera Festival edizione 2005. Il melodramma pucciniano sarà diretto da Bruno Rigacci, la regia è di Manu Lalli, le scene di Rosanna Monti, i costumi di Paolo Fondi, l’orchestra e il coro di Operafiesole. Si tratta di una nuova produzione. Gli interpreti sono Rosa Ricciotti (Mimì), Carlo Barricelli (Rodolfo), Rossana Potenza (Musetta), Juan Possidente (Marcello), Riccardo Ferrari (Colline), Andrea Rola (Schaunard), Giorgio Gatti (Benoît, Alcidoro), Fabrizio Fatti (Parpignol). La Traviata di Giuseppe Verdi verrà rappresentata in anteprima toscana il 28 giugno e in replica il 4 luglio. L’orchestra sarà diretta da Marco Balderi e da Carlomoreno Volpini. Gli interpreti sono Patrizia Zanardi (Violetta), Luca Canonici (Alfredo), Maurizio Scarfeo (Germont), Olga Zuravel (Flora), Juan Possidente (Barone), Fabrizio Falli (Gastone), Giorgio Gatti (Marchese). La regia è di Daniele Bacci, le scene di Nicola Visibelli, i costumi di Marcella De Faveri, l’orchestra e il coro di Operafiesole. La Messa da requiem per soli coro e orchestra, sarà diretta dal maestro Marco Balderi, con l’orchestra e il coro di Operafiesole. Il soprano è Irene Ratiani, il mezzo soprano Nadia Petrenco, il tenore Carlo Barricelli, il basso Riccardo Ferrari. Il concerto è previsto per mercoledì 13 luglio. I Carmina Burana di Carl Orff, una cantata scenica per soli, coro, coro di voci bianche, due pianoforti e percussioni saranno diretti da Silvio Segantini, con il coro e il coro voci bianche di Operafiesole. Il soprano è Patrizia Zanardi, il tenore Alejandro Escobar, il baritono Juan Possidente, il maestro del Coro Viviana Apicella. Il concerto è in calendario martedì 17 luglio. Le Quattro stagioni di Antonio Vivaldi, il 20 luglio presso il Chiostro di S. Francesco, saranno dirette da Gisella Cosi, con il violino solista di Lorenzo Fuoco e l’orchestra di Operafiesole.
Stesso scenario per il concerto dell’ Orchestra della Toscana, in programma il 29 luglio, sarà diretta da Alpaslan Ertungealp, con il violino di Andrea Tacchi e la viola di Stefano Zanobini. Eseguirà l’ouverture delle Nozze di Figaro di G. Rossini, la Sinfonia concertante per violino, viola e orchestra K 364 di Mozart e la Sinfonia n. 100 in sol maggiore "Militare" di F. J. Haydn.
L’inizio di tutti gli spettacoli è alle 21.15.

Redazione Nove da Firenze