​Ztl estiva a Firenze: era da abolire, oggi tutti contenti 

Una settimana fa la richiesta di abolirla, oggi categorie economiche e comitati dei residenti sarebbero soddisfatti del provvedimento


Un susseguirsi di musi lunghi e sorrisi di soddisfazione, questo si conferma la società fiorentina. "I risultati della sperimentazione della ztl no stop nei giorni di giovedì e venerdì sono positivi" commentano oggi gli assessori allo sviluppo economico Cecilia Del Re e alla mobilità Stefano Giorgetti e il presidente del Quartiere 1 Maurizio Sguanci al termine del confronto con i rappresentanti delle categorie economiche e dei comitati dei residenti. 

Appena una settimana fa lo sfogo dei commercianti che mostravano dati sorprendenti e chiedevano l'abolizione del provvedimento.
Il terziario riunito al Grand Hotel Baglioni esordiva così: “Chiediamo all’Amministrazione Comunale di Firenze l’immediata revoca del provvedimento estensivo di chiusura della Ztl nei giorni di giovedì e venerdì".

"Abbiamo avviato questa sperimentazione partendo da una situazione di sosta selvaggia che comportava una minore vivibilità centro storico. Su questo abbiamo registrato miglioramenti importanti. Gli strumenti che abbiamo messo a disposizione hanno fatto in modo di non creare un centro off limits, perché sono stati garantiti mezzi alternativi per raggiungerlo, in particolare grazie al potenziamento delle linee del trasporto pubblico. Siamo contenti dei risultati ottenuti" commentano da Palazzo Vecchio.

Il 12 luglio il presidente di Fipe-Confcommercio Toscana Aldo Cursano e il presidente di Confesercenti Città di Firenze Santino Cannamela dichiaravano “La chiusura ha dimostrato di non avere alcun valore strumentale e strategico nell’eliminazione delle soste selvagge né ha incentivato l’uso di mezzi pubblici o parcheggi da parte dei frequentatori del centro. Per questi motivi è da ritenersi assolutamente inutile, quando non dannosa per l’immagine della nostra città". 

"Nel corso della riunione abbiamo ascoltato le categorie economiche e i residenti impegnandoci a riferire al sindaco e alla giunta quanto emerso nel confronto - sottolineano adesso gli assessori Del Re e Giorgetti che spiegano - Certo, possiamo migliorare ulteriormente intervenendo su alcune criticità emerse. Ma il bilancio è positivo".

In sintesi ecco cosa ribadiscono gli assessori "Se da un lato i cittadini non si sono orientati sul nuovo servizio di navette, che però abbiamo intenzione di rilanciare a settembre, si è registrato un aumento del car sharing elettrico con +40% degli abbonamenti e +37% delle corse e dell'utilizzo delle linee Ataf notturne avviate in concomitanza con la sperimentazione. Senza dimenticare la riduzione del 25% dei transiti sotto le porte telematiche nelle sere di ztl no stop. Si tratta di 1.000 veicoli in meno nelle strade del centro con i vantaggi collegati sia a livello di vivibilità e di inquinamento. Apprezziamo anche l'impegno della Polizia Municipale che ha messo in campo nelle sere di giovedì, venerdì e sabato 14 pattuglie all'interno del centro storico". 

Redazione Nove da Firenze