The Student Hotel, dalla piazza comune alla piscina sul tetto

Da € 80 a 150 il futuro prezzo per una camera, € 830 per il soggiorno mensile


Affaccia sul viale Spartaco Lavagnini, via Lorenzo il Magnifico e soprattutto su viale Strozzi e la Fortezza il nuovo The Student Hotel che aprirà in autunno a Firenze: 392 camere totali, 220 per soli studenti saranno nell'area di maggiore volumetria nell'interno, le altre camere a disposizione avranno affacci sul nuovo giardino della Fortezza che sarà ampliato con la realizzazione della Linea 3 della Tramvia. Il mezzo di trasporto fiorentino servirà infatti la struttura concepita come una piccola city studentesca aperta però al pubblico ad iniziare dai servizi che affacceranno sulla piazza interna e fino al bar sulla terrazza, con piscina.

Il Gruppo prevede di avere 41 proprietà nelle città europee entro il 2021 e la filosofia di "piazza" ipotizza un flusso internazionale di studenti da ogni location verso la successiva come una sorta di Erasmus tra Student Hotel di città diverse "Una ricchezza per la città dove porteremo senza sottrarre nulla" assicurano i realizzatori del progetto.

Qualche idea di prezzo? Da 80 a 150 Euro per una camera, 830 Euro il soggiorno mensile.
La struttura che ha richiesto un investimento di 40 milioni di euro, ospiterà diverse aree dedicate all'intrattenimento degli ospiti, dalla mensa alla cucina condivisa, all'area working.
Di vero e proprio co-working parla la Direzione "Ci saranno scrivanie attrezzate con Wifi e Stampanti, ma anche l'uso del Bar e della cucina. L'incontro tra professionisti e studenti genera, lo abbiamo constatato nelle altre strutture appartenenti al Gruppo, rapporti di lavoro. Le start up potranno trovare l'ambiente ideale per maturare conoscenze in vari campi attraverso la possibilità di collaborazione tra più specialisti di grafica, economia, marketing, social media..". Un luogo di soggiorno e di svago che potrebbe diventare incubatore di idee e dare vita ad una alternanza scuola lavoro di respiro internazionale. 

L'arredamento, molto colorato, richiama il modernariato ed è un mix tra anni '70 e design futuristico, tanto che se all'interno delle camere trionfano legno e ferro, sulla piazza campeggeranno immagini dei comics rivisitati dalla street art contemporanea. Per la scelta degli illustratori chiamati a colorare gli spazi sarà data notizia di un apposito concorso di idee dove "Intendiamo prediligere artisti locali" ha detto la Direzione. 

Al momento, per venire incontro alle richieste dei giovanissimi clienti e dei loro genitori, è stato approntato un ufficio in viale Lorenzo il Magnifico dove è possibile visitare una camera tipo e prendere visione dell'offerta e dei servizi tra i quali impianti innovativi di sicurezza e condizionamento tramite chip elettromagnetico, frigoriferi personalizzati a chiave elettronica, check-in digitalizzato e tutto ciò che servirà per "non farci cogliere impreparati davanti ad un pubblico di esperti digitali".

Il Gruppo ha appena annunciato l’acquisizione della sua seconda proprietà a Firenze in viale Belfiore, l'area definita ex Fiat dove da anni c'è un cratere di flora e fauna selvatiche coperto da paratie impenetrabili, con l’obiettivo di iniziare i lavori nel 2018 e di aprirlo a settembre 2019. Sarà il quarto hotel della società in Italia che aprirà anche a Venezia, Roma e Milano.
In Viale Belfiore, nell'ex edificio Fiat, i 26.000 metri quadrati costituiranno la parte principale di un progetto di sviluppo misto, che conterrà le 670 camere del The Student Hotel oltre a unità residenziali, negozi e parcheggi
Anche in questo caso lo sguardo del Gruppo olandese è rivolto al trasporto locale poiché la presenza della Linea 2 della Tramvia e della nascente Stazione Foster con relativo Hub sono considerati un valore aggiunto, se non forse l'elemento caratterizzante di un investimento economico che non può prescindere dai collegamenti. Firenze cambia e trova nuova vita in contenitori dismessi grazie alla maturazione di progetti bloccati da tempo.

Rilevato all'asta pubblica per Euro 28,2 milioni, l'acquisto e la successiva trasformazione del secondo edificio in città in un modello ibrido di co-living, co-working fanno di The StudentHotel uno dei più grandi investitori di Firenze.

Charlie MacGregor, fondatore e CEO di The Student Hotel, ha dichiarato: "Firenze è una città molto importante per The Student Hotel. La abbiamo scelta come luogo per il nostro primohotel, al di fuori dei Paesi Bassi, e come inizio della nostra espansione internazionale e siamo lieti di essere il principale contributore nella rigenerazione dell'area di Belfiore. Crediamo veramente in questo progetto come primo punto di inizio per il futuro di quest’area, anche se sarà possibile solo se saremo in grado di aumentare il volume della superficie utilizzabile con un piano supplementare e aggiungendo ulteriori servizi per renderlo un edificio multi-funzionale. Sono fiducioso che, con il sostegno del Sindaco, potremmo progettare e costruire un edificio che sarebbe un’icona per questa zona di Firenze".

Firenze non è una città universitaria come lo sono Siena e Pisa in Toscana, ma  il target è medio alto ed ospita 54 università leader mondiali, tra le università di Stanford, Harvard, NYU e Tongji, nonché la sede dell'Università Europea dell'Istituto Europeo. Gli ospiti non mancano e gli studi di settore effettuati dagli investitori hanno prospettive rose per quanto riguarda la crescita.

Antonio Lenoci