​Regione: il Bilancio di previsione 2017-2019

Il presidente della commissione Affari Istituzionali, Giacomo Bugliani (Pd), illustra in aula la terza variazione e gli interventi nomativi collegati


Regione: il Bilancio di previsione 2017-2019

Il presidente della commissione Affari Istituzionali, Giacomo Bugliani (Pd), illustra in aula la terza variazione e gli interventi nomativi collegati

Firenze – Circa 74milioni di euro, questa la cifra complessiva della terza variazione al bilancio di previsione 2017-2019 della Regione, che il presidente della commissione Affari istituzionali, Giacomo Bugliani (Pd), ha illustrato in aula, insieme agli interventi normativi collegati.

Il presidente, dopo aver ricordato i pareri secondari positivi, delle altre commissioni consiliari, ha espresso “soddisfazione per la terza variazione di bilancio e in particolare per i 12 milioni di euro aggiuntivi, stanziati per gli eventi meteorologici che hanno colpito Livorno e i comuni limitrofi lo scorso settembre, che vanno incontro alle esigenze della popolazione toscana”.

Queste le principali voci della variazione: l’aumento di 12milioni di euro (da 20 a 32) per gli eventi alluvionali dello scorso mese di settembre a Livorno e nei Comuni limitrofi, insieme ai 2,7milioni per interventi di microcredito alle aziende agricole e della pesca delle province di Livorno e Pisa, danneggiate dall’alluvione; 1milione di euro per l’integrazione del fondo destinato alle unioni dei Comuni montani; 1milione di euro per azioni che accrescono il fondo della Presidenza, della comunicazione e dell’assessorato alla cultura; 60milioni di euro che vanno ad impinguare il bilancio della Sanità nel 2017, per averne “restituzione” nel 2018 – come spiegato – in attesa della contrattazione in corso tra Stato e Aziende farmaceutiche, mediata da Aifa (Agenzia italiana del farmaco).

Tra le altre azioni, Bugliani ha menzionato ancora: il contributo straordinario al Comune di Camaiore per gli interventi, anche di natura sperimentale, per l’abbattimento della carica batterica dei fossi Montrone, Fiumetto e Abate per 0,387 milioni nel 2017, 0,5 nel 2018 e 0,188 nel 2019; i contributi straordinari per la viabilità nei Comuni di Pisa e San Giuliano, con lo spostamento alle annualità 2018 (0,2 ml) e 2019 (0,40 ml) delle risorse già previste nel 2017, per renderle coerenti con gli effettivi tempi di realizzazione degli interventi.

La proposta di legge di variazione, tra gli altri obiettivi, come ricordato dal presidente Bugliani, mira al recupero di risorse già previste in bilancio per interventi di spesa che, per l’imminente conclusione dell’esercizio finanziario, si prevede non possano essere impegnate e liquidate entro la fine dell’anno.

Il volume complessivo delle risorse stanziate in bilancio, che vengono economizzate e messe a disposizione per nuovi interventi di spesa o per integrare la copertura finanziaria di interventi già previsti, ammonta a 66,88 milioni di euro sul 2017, cui si aggiungono ulteriori 8,04 milioni di euro di riduzione delle risorse accantonate sui fondi di riserva.

Tra le risorse oggetto di riduzione, Bugliani ha ricordato il recupero di 39,39 milioni di euro che si liberano nell’ambito delle risorse regionali destinate al finanziamento del trasporto pubblico locale (Tpl), attraverso l’acquisizione delle risorse vincolate riguardanti la premialità Tpl.

Il volume complessivo delle risorse recuperate viene, in misura prevalente (60,0 mln euro), accantonato nel Fondo di riserva per spese impreviste, in previsione della necessità di un finanziamento aggiuntivo da destinare alla copertura di maggiori spese derivanti dalla chiusura dei conti sanitari relativi al 2017.

Infine, la legge di variazione si completa con alcuni storni compensativi di risorse per 38,71 milioni nel 2017, 10,93 nel 2018 e 10,58 nel 2019, tra cui quello in favore della Società Sviluppo Toscana s.p.a., per il completamento del progetto “Centro per la ricerca ed alta formazione a servizio del distretto tessile pratese”, per 5 milioni di euro.

In tema di interventi normativi collegati, Bugliani ha accennato ai provvedimenti sul trasporto pubblico locale, sull’invaso di Bilancino, sul processo di incorporazione delle società energetiche e sul Centro di ricerche di alta formazione Srl. (ps)

Redazione Nove da Firenze