Mugello: consiglieri leghisti visitano i luoghi colpiti dal sisma

Scipioni e La Grassa: "Questo è un momento di importante coesione istituzionale in favore del benessere della cittadinanza colpita dal terremoto"


I consiglieri metropolitani Alessandro Scipioni e Filippo La Grassa si sono recati nei luoghi colpiti dal sisma insieme al Capogruppo della Lega a Barberino del Mugello Giorgio Laici, a Francesco Atria capogruppo di Borgo San Lorenzo ai membri della sezione mugellana, il Senatore Paolo Amato ed alle dirigenti leghiste Paola Floris e Nadia Litvinenco.

"Oggi siamo andati ad incontrare la popolazione di Barberino del Mugello, per poter poter vedere con i nostri stessi occhi i danni fatti dal terremoto e per poter ascoltare i cittadini e le loro esigenze.
Questo è un momento di importante coesione istituzionale in favore del benessere della cittadinanza colpita dal terremoto.
Abbiamo avuto la possibilità anche di confrontarci con tanti volontari e sentiamo di dare il nostro ringraziamento al grande operato dei Vigili del Fuoco, dei volontari delle associazioni di soccorso, di tutti i corpi impegnati ed anche della Polizia Provinciale.
Anche questa emergenza ha dimostrato ancora una volta, che questo corpo è importante, che ha un suo valore e che va assolutamente potenziato negli organici e nei mezzi.
Soprattutto in provincia si sente la necessità delle nostre guardie provinciali che sanno essere a fianco della popolazione, nonostante il corpo avrebbe bisogno di più personale e soprattutto di nuove leve.
Noi crediamo sia necessario in questo momento portare il nostro impegno affinché la Città Metropolitana e Dario Nardella in qualità di sindaco metropolitano diano la loro garanzia di portare avanti l'istituzione di un fondo speciale per mettere adeguatamente a norma gli edifici scolastici, che in questo momento delicato hanno dovuto rimanere chiusi perché non conformi a standard antisismici.
Pensiamo che la sicurezza dei nostri ragazzi debba venire prima di ogni cosa e che sia necessario non aver paura di impiegare tutti i mezzi, che spesso vengono destinati per interventi meno importanti, affinché ogni edificio scolastico sia a norma, anche impegnandoci a ricercare l'aiuto di enti istituzionali di livello superiore.

Ora è necessario che si torni prima possibile si torni il prima possibile alla normalità, anche perché è importante che le attività commerciali possano tornare pienamente operative poiché questo è un periodo nel quale i piccoli riesco spesso ad ottenere i guadagni necessari per andare avanti anche nei mesi più difficoltosi dell'anno. Dobbiamo preoccuparci anche del benessere di tali attività ", hanno dichiarato congiuntamente i consiglieri metropolitani leghisti del gruppo di centro-destra Alessandro Scipioni e Filippo La Grassa.

Si registra l'intervento anche di un'altra forza politica. Il terremoto che ha colpito il Mugello, dichiara il consigliere metropolitano Enrico Carpini (capogruppo di Territori beni comuni) "ha messo a dura prova la popolazione e la macchina amministrativa a livello metropolitano e dei Comuni, in particolare quelli di Barberino e Scarperia e San Piero".
Un ringraziamento a tutti coloro "che si sono adoperati nelle fasi dell'emergenza: la Protezione Civile, i volontari e le Istituzioni che hanno dato prova di prontezza non comuni".
La cittadinanza stessa ha reagito "in modo composto e ha dato sfoggio di quella solidarietà che fa di semplici concittadini una comunità".
A valle della fase emergenziale, che l'affievolirsi delle scosse "non deve far considerare esaurita essendoci ancora oltre 200 abitanti costretti fuori dalle proprie abitazioni, ci sarà da fare un bilancio dei danni al patrimonio pubblico e privato, per sanare i quali ci aspettiamo il dovuto sostegno da parte degli enti sovra ordinati".

Redazione Nove da Firenze