Meningite in Toscana: la vaccinazione straordinaria prosegue

C'è stato un calo delle notifiche ma ci sono ancora casi segnalati al sistema di sorveglianza delle malattie batteriche invasive


Nonostante il significativo calo delle notifiche dei casi di meningiococco C rispetto al corrispondente periodo del precedente biennio, risultano comunque segnalati al sistema di sorveglianza delle malattie batteriche invasive 6 casi di meningite C, così la giunta ha deciso di prorogare di altri 6 mesi la campagna straordinaria di vaccinazione.

In poco più di due anni, dall'avvio della campagna straordinaria di vaccinazione (aprile 2015) al 31 maggio 2017 (ancora non sono definitivi i dati relativi al giugno 2017), sono state vaccinate oltre 900.000 persone. 
Con una delibera la giunta regionale ha deciso, come già annunciato, di prorogare di altri 6 mesi, quindi fino al 31 dicembre 2017, la campagna straordinaria di vaccinazione contro il meningococco C, avviata nell'aprile 2015 per contenere il diffondersi della meningite nella regione.

Questi i dati dall'aprile 2015 al 31 maggio 2017:

  • 225.072 nella fascia di età dagli 11 anni compiuti al compimento dei 20 anni
  • 404.155 nella fascia di età dai 20 anni compiuti al compimento dei 45 anni
  • 273.647 dai 45 anni compiuti.

In tutto, quindi, sono state vaccinate 902.874 persone.

Alla campagna straordinaria risulta che abbia aderito il 77% dei pediatri di famiglia e l'86%dei medici di medicina generale.

Per quanto riguarda i nuovi nati (che non rientrano nella campagna straordinaria di vaccinazione), a 24 mesi di età (quindi nati nel 2013) risulta una copertura del 91%.

 Nei primi cinque mesi del 2017 si è registrata una buona adesione al programma di promozione straordinaria della vaccinazione da parte della popolazione, perché nel periodo considerato risultano vaccinate 140.865 persone (dato compreso nel totale di 902.874 riportato sopra).

Speciale della Regione sulla Campagna straordinaria di vaccinazione contro il meningococco C.

La campagna regionale di comunicazione Dammi un vaccino.

Redazione Nove da Firenze