Il pronto intervento per anziani Pas Welfare arriva nella Piana

Il sistema integrato di assistenza socio sanitaria a domicilio a tariffe contenute si estende da oggi anche ai comuni di Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino, Calenzano, Signa e Lastra a Signa


“Diana mi aiuta a fare il bagno. E' una signorina gentile e mi ascolta, è bella robusta e mi tira su bene, perché sa, io mi muovo male, sono stata operata di anche da poco tempo. Mi trovo molto bene con lei”.

La signora Mirella C., 64 anni, residente a Firenze in zona Rifredi, in poche parole spiega la propria soddisfazione nei confronti del servizio Pas Welfare, del quale usufruisce ogni due settimane per fare il bagno in maniera sicura assistita dalla operatrice Diana.

“Mi piace come lavora e quando viene parliamo anche di tante cose – prosegue la signora Mirella – finché non mi rimetto in salute penso proprio che continuerò ad usufruire del servizio”.

La signora Mirella è uno dei 307 interventi effettuati in un anno e mezzo di sperimentazione in ambito metropolitano, di cui 207 con servizi continuativi che hanno riscontrato un gradimento superiore all’80%.

In virtù di questi lusinghieri risultati il servizio Pas Welfare, sistema integrato di assistenza socio sanitaria a domicilio a tariffe contenute, si estende da oggi anche ai comuni di Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino, Calenzano, Signa e Lastra a Signa. Con il sostegno della Regione Toscana, il servizio è gestito dalla Fondazione Pubbliche Assistenze (Pas) con una rete di partner del sociale – ed è questa la vera novità di Pas Welfare – non solo del Terzo settore e del volontariato, ma anche della rete farmacie pubbliche Afam e Farmanet.

Anche chi abita in questi comuni, dopo l'approdo qualche giorno fa a Pontassieve, Rufina, Pelago, potrà quindi usufruire del servizio di assistenza domiciliare per la non autosufficienza come ricoveri e dimissioni ospedaliere, ma anche di igiene personale e aiuto al bagno come per la signora Mirella, assistenza al pasto, fisioterapia e mobilità, somministrazione farmaci e medicazioni e altre necessità di vita quotidiana.

Per maggiori informazioni sul servizio è possibile contattare il centralino telefonico dedicato di Pas Welfare al numero 055.256600 tutti i giorni 24 ore su 24 o rivolgersi ai presidi Pas, la rete di Poliambulatori della Fondazione Pubbliche Assistenze, e in particolare a Campi Bisenzio in via Orly, a Pontassieve la Croce Azzurra in via di Rosano, e Monte Bonello in via Trieste, in via Bessi aScandicci e a Firenze in via San Bartolo a Cintoia. Oltre che recandosi nelle farmacie della rete Afam (Firenze) e Farmanet (Scandicci) dove si può contattare il servizio direttamente attraverso la piattaforma SANIPOINT.

Maggiori info su: www.pas-welfare.com.

Cos'è Pas Welfare

Il progetto di assistenza agli anziani Pas Welfare era partito nell'ottobre 2014 con una fase sperimentale nei comuni di Firenze e Scandicci ed è rivolto agli anziani e alle loro famiglie per un servizio di assistenza domiciliare in situazioni di non autosufficienza. Pas Welfare interviene in caso di ricoveri e dimissioni ospedaliere quando la famiglia si trova a dover gestire una situazione di difficoltà nel medio e lungo periodo. Ma anche nel caso di assistenza domestica come igiene personale, aiuto al bagno e assistenza al pasto, servizi infermieristici, somministrazione farmaci, medicazioni e tutto quanto relativo all'assistenza alla vita quotidiana per dare sollievo e ausilio ed anche una parola di conforto alla persona in difficoltà.

Il servizio Pas Welfare dopo la fase sperimentale passa alla fase di consolidamento con l'estensione territoriale ai Comuni di Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino, Calenzano, Signa e Lastra a Signa, Pontassieve, Rufina, Pelago, con l'obiettivo di una copertura graduale di tutto il territorio della provincia di Firenze. In contemporanea è previsto l'avvio di sperimentazioni su nuovi modelli di erogazione di servizi alla persona. 

Redazione Nove da Firenze