Rubrica — Fiorentina

I Viola sono sconfitti a Crotone

Un approccio sbagliato regala un doppio vantaggio al Crotone. Benassi riapre la gara ma il pareggio non arriva. Chiesa e Pezzella i migliori. Disattenzioni in difesa.


La terza gara in una settimana è disastrosa per la Fiorentina. Arriva una sconfitta che frena gli entusiasmi, forse eccessivi, dopo tre vittorie consecutive. Pioli conferma la squadra e decide di non dare spazio a eventuali ricambi più freschi. La scommessa l'allenatore la perde soprattutto su un piano mentale. Colpisce, più della tenuta fisica che non difetta, un imprevisto calo mentale che, a parer nostro, compromette l'andamento di una gara che la Fiorentina avrebbe dovuto e potuto vincere. Più aggressivo il Crotone, troppo rilassata la Fiorentina.

La partita inizia con un Crotone aggressivo. I calabresi fanno la partita e arrivano agevolmente presso la porta di Sportiello. I Viola si fanno vivi con qualche tiro da lontano. Al diciassettesimo arriva il vantaggio calabrese: Trotta supera agevolmente Laurini sulla fascia e crossa al centro per Budimir che anticipa la disattenta difesa viola e batte agevolmente Sportiello. La Fiorentina continua a non far gioco e, dopo due minuti, grazie a un erroraccio di Astori, Trotta s'invola tutto solo sulla destra e segna il raddoppio.

Di fronte al doppio vantaggio del Crotone, la Fiorentina cerca di reagire, ma il gioco latita. La difesa è insicura, il centrocampo non spinge e non filtra, l'attacco è impreciso.

Nonostante questo la Fiorentina riesce a riaprire la gara al 44', grazie a un goal di Benassi su passaggio di Chiesa.

Un goal allo scadere dovrebbe essere di buon auspicio per raggiungere il pareggio, ma l'andamento del secondo tempo non permetterà di raggiungere l'obiettivo sperato. Eppure cambia qualcosa nella ripresa. Pioli schiera Maxi Olivera e Gil Dias. La Fiorentina spinge con maggior determinazione e continuità. La squadra ,però, sembra ancora faticare ad aprire spazi davanti e a trovare precisione nelle conclusioni. Al ventesimo Pioli schiera Babacar al posto di Laurini. Un minuto dopo grande occasione per i Viola: su azione d'angolo Chiesa calcia benissimo ma il pallone sbatte sulla traversa. Dopo il trentesimo Chiesa serve al centro Simeone che di testa manda fuori. I Viola attaccano con decisione ma sono imprecisi. Anche l'inserimento di Babacar non si rivela proficuo. Il senegalese è nervoso, falloso e inconcludente. Il generoso forcing finale non porta al meritato pareggio. La Fiorentina perde a Crotone e interrompe la serie positiva che l'aveva portata al limite della zona UEFA della classifica. Una sconfitta amara che induce a riflettere. Una sconfitta che non deve abbattere ma servire a migliorare alcuni meccanismi di una squadra ancora in crescita. Domenica arriva la Roma al Franchi . Un test difficile per i ragazzi di Pioli che dovranno affrontarlo con la determinazione che hanno mostrato ,con scarsa fortuna , nel secondo tempo della gara di Crotone.

Stefano Pioli ha dichiarato nel dopo gara: “Abbiamo provato a rimediare al doppio svantaggio ma abbiamo commesso troppi errori per portare a casa punti. Turnover? La squadra stava bene ed era giusto dare continuità a questi ragazzi. Abbiamo commesso errori che non avevamo commesso nelle precedenti partite. Abbiamo mezzi superiori rispetto a quello che abbiamo fatto oggi a Crotone. Squadra disunita? Sì, sono d’accordo. Abbiamo perso un po’ di lucidità e contro un Crotone che gioca un calcio fisico abbiamo vinto pochi duelli. Non siamo stati compatti come le altre volte e abbiamo mancato un’occasione. Ci sono errori individuali evidente sui gol subiti ma anche come movimenti di squadra abbiamo fatto confusione. Simeone? Ha tutti i mezzi per far bene ma è riduttivo parlare solo di lui oggi. Ora riprendiamo energie e pensiamo alla Roma perché dovremo mettere in campo una prestazione diversa da oggi”.

Crotone-Fiorentina 2-1

CROTONE (4-4.2): Cordaz; Sampirisi, Simic, Ceccherini, Pavlovic; Nalini, Barberis, Mandragora, Stoian (22' st Rohdén); Budimir (33' Simy), Trotta (41' st Ajeti). Allenatore Nicola

FIORENTINA (4-3-3): Sportiello; Laurini, Pezzella, Astori, Biraghi (1' st Maxi Olivera); Veretout, Badelj, Benassi; Chiesa, Simeone, Eysseric (1' st Gil Dias). Allenatore: Pioli

Arbitro: Maresca di Napoli

Reti: 17' pt Budimir; 19' pt Trotta; 44' pt Benassi

Note: ammoniti Astori, Budimir, Chiesa, Simic, Babacar, Cordaz

Fiorentina — rubrica a cura di Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri — Giornalista e scrittore, laureato in Lettere, ha pubblicato su testate giornalistiche nazionali e locali (Paese Sera, Avanti, Teleregione, Industria Toscana, Michelangelo, Ricerche Storiche)

E-mail: fiorentina@nove.firenze.it