Rubrica — Fiorentina

Europa League: I Viola battono il Borussia con un gran goal di Bernardeschi

Gara di sofferenza per la Fiorentina. Il primo tempo è dominato dal Borussia. I Viola trovano il vantaggio con Bernardeschi e un successo non del tutto meritato.Tra una settimana al Franchi la gara di ritorno


La fortuna non aiuta solo gli audaci. Talvolta premia anche i prudenti. Di fronte al risultato prezioso trovato al Borussia Park, di cui non possiamo non rallegrarci, non possiamo ignorare la mediocre prova dei ragazzi di Sousa.

La gara appare subito abbastanza noiosa con il Borussia che fa la partita , mentre la Fiorentina mira soprattutto a difendersi senza ,quasi mai arrischiarsi nelle ripartenze. Al quattordicesimo arriva la prima occasione per i tedeschi quando Hermann solo davanti a Tatarusanu, tira a colpo sicuro, ma il portiere viola compie un grande intervento. Dopo due minuti ancora un' occasione per il Borussia : Hermann è servito in area e finisce a terra su intervento di Maxi Olivera .Per l'arbitro non è rigore. La Fiorentina si difende con qualche affanno. Il Borussia accelera e penetra agevolmente sulla fascia destra dei Viola dove un evanescente Tello e un volenteroso ma fuori ruolo Sanchez appaiono inadeguati a contrastare le folate dei tedeschi. Sul finire del tempo gli attacchi del Borussia s'intensificano.Al quarantesimo Stindel da posizione favorevole tira alto, mentre al quarantunesimo Johnson colpisce il palo. La Fiorentina sembra sul punto di subire, quando, nell'imprevedibilità che è anche la bellezza del calcio, in una delle rare azioni offensive Bernardeschi si conquista un calcio di punizione e lo trasforma con un gran tiro all'incrocio dei pali. Dopo il dominio tedesco e il modesto gioco dei Viola , si va al riposo con la Fiorentina in vantaggio.

Nel secondo tempo il Borussia attacca con forza, ma I Viola galvanizzati dal vantaggio, si muovono con maggior personalità a determinazione. Al quindicesimo arriva un'ottima occasione per il Borussia quando, su un cross dalla destra che sorprende Gonzalo, Johnson ha una grande occasione che spreca malamente. Tre minuti dopo sono I Viola ad andare vicino al goal, quando su cross di Tello, Borja Valero da buona posizione tira fuori. La gara è aperta , Wendt sfiora il palo e i Viola ancora una volta soffrono. Il finale è decisamente tedesco. il Borussia ci prova in ogni modo, ma manca di lucidità. Gli attacchi continui dei tedeschi, sono interrotti da un tiro di Borja Valero, respinto da Sommer e da un 'occasione sprecata da Babacar che colpisce male la palla.

La gara finisce con la vittoria della Fiorentina. Un successo,forse, non del tutto meritato che ,comunque, aiuta per affrontare i prossimi impegni.

Queste le dichiarazioni di Paulo Sousa dal Borussia Park:

“Una vittoria sofferta. Sostituzione di Bernardeschi? Scelta tattica. Il goal di Bernardeschi? Sta crescendo e si sta confermando, gli manca intensità nelle due fasi di gioco. Gli manca giocare spalle alla porta avversaria, ma al momento in cui raggiungerà continuità d’intensità nell’arco della partita, sarà ancora più forte e incisivo. Il goal ci ha permesso di essere in vantaggio contro un avversario fortissimo, e ci permette di pensare per i prossimi 90′ in una forma diversa.

La formazione? Lavoriamo sempre a livello strategico, ci mancava qualcuno come Milic che non aveva fatto allenamenti, Bernardeschi che non era al massimo con la caviglia. L’idea l’avevamo per giocarla così, poi però devi andare in campo. Sapevamo dell’intensità del Borussia, ora analizziamo ancora meglio per migliorare diversi aspetti per il ritorno. Loro hanno avuto molta capacità di circolazione di palla, noi all’inizio soprattutto abbiamo fatto fatica. Noi dietro a volte non abbiamo preso le migliori decisioni, giocavamo in verticale e loro trovavano spazi. Poi nella ripresa abbiamo corretto qualcosa e siamo migliorati, crescendo durante la partita. I cambi hanno portato tanto, abbiamo gestito molto meglio, abbiamo creato, potevamo segnare ancora con Borja. Siamo stati più equilibrati contro una squadra forte che ci ha messo in difficoltà in tutto il primo tempo.

Berna cambio tattico? Deve migliorare nell’intensità, nel gioco di spalle. Ha perso diversi palloni di spalle, che non ci hanno permesso di mantenere il controllo. E abbiamo fatto una scelta tattica. Percorso di crescita? Il Borussia ha qualità, all’intervallo abbiamo cambiato qualcosa e abbiamo avuto coraggio di alzare il nostro blocco, avendo più controllo. Questa è la nostra caratteristica. Si può continuare a crescere, sicuramente, e queste partite ti aiutano. Nel primo tempo la nostra mancanza di controllo non ha permesso a Bernardeschi di essere vicino a Kalinic, perché non abbiamo costruito bene. Nella seconda parte di gioco sì, siamo arrivati più facilmente. Lui però tra le linee ha perso molti palloni, lui sa fare molto meglio. Ha perso intensità, e abbiamo preso altre decisioni”.

Borussia- Fiorentina 0-1

Borussia Moenchengladbach (4-4-2): Sommer; Jantschke (19' st Drmic), Christensen, Vestergaard, Wendt; Hermann (31' st Korb), Kramer, Dahoud, Johnson (31' st Hahn); Stindl, Hazard.

All. Hecking.

Fiorentina :(4-2-3-1): Tatarusanu; Sanchez, Gonzalo, Astori, Maxi Olivera; Badelj, Vecino; Bernardeschi (19' st Cristoforo), Borja Valero, Tello (40' st Tomovic); Kalinic (31' st Babacar). Allenatore: Sousa.

Arbitro: Manzano (Spagna)

Reti: 43' pt Bernardeschi

Fiorentina — rubrica a cura di Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri — Giornalista e scrittore, laureato in Lettere, ha pubblicato su testate giornalistiche nazionali e locali (Paese Sera, Avanti, Teleregione, Industria Toscana, Michelangelo, Ricerche Storiche)

E-mail: fiorentina@nove.firenze.it