Cantieri Tramvia a Santa Maria Novella: nuova viabilità

Un sopralluogo in vista dei nuovi itinerari che saranno attivi a partire da martedì: ecco le novità


La Tramvia deve andare avanti. Questo il punto di partenza, perché si tratta della priorità, poi vengono i correttivi sulla mobilità del nodo della Stazione centrale.
Non è andata bene con la mossa effettuata sulla rotonda, il traffico non ha retto, così come via Fiume e piazza Adua si sono dimostrate vie di fuga poco funzionali.
L'auspicio da parte soprattutto degli addetti ai lavori nel trasporto pubblico era che diminuissero i mezzi privati, la scelta è invece ricaduta sulla riduzione delle linee in transito su Santa Maria Novella. Palazzo Vecchio prova con una nuova soluzione dopo aver recuperato spazio all'interno dell'area di cantiere.

 Il sindaco di Firenze Dario Nardella spiega ai concittadini: "L’area della stazione è interessata da uno dei cantieri più impattanti per la realizzazione delle nuove linee della tramvia. Ogni giorno monitoriamo la situazione consapevoli che la viabilità della zona presenta diversi problemi. Con l’assessore Stefano Giorgetti abbiamo fatto un sopralluogo in previsione del nuovo assetto del cantiere che da martedì dovrebbe ridurre almeno in parte i disagi".

Nella notte tra lunedì e martedì scatterà il nuovo assetto del cantiere alla stazione, in corrispondenza della rotatoria. Una soluzione diversa e migliorativa rispetto a quella iniziale che era stata attivata lunedì scorso. Sono stati recuperati alcuni spazi all’interno del cantiere e quindi viene realizzato un nuovo tratto di viabilità che permette il mantenimento della rotatoria anche se leggermente traslata. 

“La ditta sta già realizzando la sede larga 7-8 metri in cui potranno transitare sia auto che bus che sarà pronta lunedì sera – spiega l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti che anche oggi, con il sindaco Dario Nardella, si è recato in cantiere per verificare l’andamento di questi lavori – . In questo modo sarà mantenuto l’attraversamento per i mezzi provenienti da via Nazionale e diretti verso le scalette e via Santa Caterina da Siena-via della Scala con un alleggerimento dei flussi di traffico in piazza Adua”.

“Già lunedì avevamo detto che cercavamo di recuperare alcune aree dei cantieri per migliorare la viabilità e ci siamo riusciti – aggiunge l’assessore –. Con questo assetto di fatto viene mantenuta la viabilità attuale di attraversamento e con le già previste riduzioni di transiti di alcune linee del Tpl urbano ed extraurbano la situazione dovrebbe decisamente migliorare”.

Inoltre a questo si aggiungono anche ulteriori diminuzioni relative ai passaggi di alcune linee autorizzate che non arriveranno più dalla stazione o che comunque non utilizzeranno via Nazionale. “Stiamo lavorando sia con le ditte che con le aziende del Tpl per individuare la migliore soluzione possibile per superare gli ultimi due mesi di cantiere. Resta sempre valido il pressante invito a non utilizzare, a meno di vera necessità, i mezzi privati per recarsi alla stazione” conclude l’assessore Giorgetti.

Redazione Nove da Firenze