Camper valley in Toscana: export in crescita

Il comparto pare ormai uscito dalla crisi, trainato da un vero boom dell’export: una produzione complessiva di 15.143 veicoli in Italia, per un fatturato attorno ai 750 milioni di euro


“Si, viaggiare: sviluppo e occupazione nel distretto del camper; è il titolo del convegno che la Fim-Cisl Toscana ha organizzato per domani, venerdì 21 Aprile (ore 9,30-13) a Poggibonsi (Fondazione Elsa Culture Comuni – piazza Rosselli 6), capitale della ‘camper valley’ toscana.
Quello a cavallo tra le province di Siena e Firenze è tra i maggiori distretti del camper in Europa (in Italia ci sono poi due stabilimenti decentrati ad Atessa in Abruzzo e Montone in Umbria) e conta 1500 occupati diretti e 4mila nella filiera.

Un comparto che pare ormai uscito dalla crisi, trainato da un vero boom dell’export: dai 6829 veicoli esportati nel 2013 si è passati a 12.912 (+89%) del 2016, su una produzione complessiva di 15.143 veicoli in Italia, per un fatturato attorno ai 750 milioni di euro.

Questo il programma della mattinata:
Introduce i lavoriAlessandro Beccastrini, Segretario Generale Fim-Cisl Toscana
Coordina il dibattitoFilomena Greco, giornalista Il sole 24 ore
Ne discutonoSimone Niccolai, Presidente Associazione Produttori Caravan e CamperAlessandrto Sannia, Product Planning FIAT PROFESSIONALEnrico Rossi, presidente Regione ToscanaSimona Bonafè, Eurodeputato Partito DemocraticoFerdinando Uliano, Segretario nazionale FIM-CISL
InterverrannoAndrè Miethe, A.D. di Laika CaravansPaolo Bicci, A.D. di Gruppo Trigano e Sea AutocaravanSabrina Niccolai, A.D. di Luano CampPierluigi Alinari, A.D. di P.L.A.
Saranno presenti i rappresentanti di:Confindustria, Federmeccanica, Unionmeccanica, Cna, Aziende Indotto, Fim, Cisl, Rsu, Sindaci e amministrazioni dei Comuni del distretto Camper: Firenze, Siena, Poggibonsi, San Gimignano, Colle Val D’Elsa, San Casciano.

Redazione Nove da Firenze