Accampamenti abusivi: Municipale e Consorzio lungo il Mensola

Ripulito l’alveo del Mensola e nel contempo anche rimossi alcuni accampamenti abusivi. Sgomberato edificio abbandonato a Prato


Lunedì pomeriggio il Reparto Antidegrado della Polizia Municipale e gli operatori del Consorzio di Bonifica sono entrati in azione nella zona di Coverciano lungo il Mensola e nei terreni limitrofi. Gli interventi sono iniziati direttamente lungo il corso d’acqua. Dall’alveo, oltre a diverse sterpaglie, è stato rimosso anche un accampamento abusivo sorto sotto il ponte di via della Chimera. Le operazioni si sono estese anche nei terreni comunali limitrofi, tra via della Torre e via Palazzeschi, dove gli operatori hanno rimosso due tende sistemate in mezzo ai rovi e alle erbacce. Il terreno è stato completamente sgomberato dalla fitta sterpaglia e dai numerosi sacchi di plastica che degradavano l’ambiente.

A Prato nella mattina di oggi la Polizia Municipale è intervenuta all’interno di un immobile in stato di abbandono tra via Damiano Chiesa e via Fabio Filzi. L’operazione ha visto impegnati gli agenti del Nucleo Sicurezza Urbana, della Territoriale Centro e del Nucleo Cinofilo. L’edificio, oggetto di fallimento dal 2011, negli ultimi anni era diventato ricettacolo di sbandati e da tempo era al centro delle proteste dei residenti. All’interno dell’immobile, costituito da 4 unità abitative separate, sono stati trovati rifiuti di vario genere, materassi, indumenti e alcuni giacigli. Inoltre all'interno è stato trovato un uomo di nazionalità marocchina, privo di documenti di riconoscimento. Alla vista degli agenti l’uomo, visibilmente agitato ha cercato di eludere il controllo, ma è bastata la presenza dei due pastori tedeschi, Akron e Devil, per farlo desistere da qualsiasi intenzione di fuga. Portato al Comando di piazza dei Macelli, a carico dell’uomo è risultato un foglio di via dal territorio comunale e per questo è stato denunciato. L’immobile, già all’asta, sarà invece oggetto di riqualificazione.

Redazione Nove da Firenze