Pitti Filati 62°: dal 30 gennaio al 1 febbraio 2008 alla Fortezza da Basso
Progetto in blu, mani per cucire, sogni quotidiani in Firenze


“Il successo di Pitti Filati risiede nell’alto livello dei suoi buyer e nella loro assidua presenza, nella qualità e nella ricerca delle collezioni presentate, nella selezione delle tecnologie e dei servizi più innovativi per l’industria tessile – dice Agostino Poletto, vice-direttore generale di Pitti Immagine. La manifestazione è un punto di riferimento per i creativi e i designers delle più importanti case di moda, e dei marchi del fashion business internazionale che arrivano a Firenze in cerca di stimoli creativi. Una leadership, quella di Pitti Filati, sostenuta da un lavoro di costante ricerca che non si limita ai soli filati per maglieria e che ha prodotto un laboratorio di tendenze e stili dalla formula unica, Lo Spazio Ricerca.”
Osservatorio e laboratorio sperimentale in cui vengono analizzate e lanciate le tendenze estetiche della moda internazionale, lo Spazio Ricerca di Pitti Filati è luogo di incontro per le teste creative della scena fashion e del design internazionale. Curato dal fashion designer Angelo Figus e dall’esperta in maglieria Nicola Miller, presenta le tendenze per la primavera/estate 2009. “A Filo d’Acqua” è il titolo-tema di questa edizione, che rende protagonista il mondo marino, nella sua accezione più elegante, astratta, giocosa e colorata. Le sue acque energetiche, l’architettura dei coralli, le superfici lucide e guizzanti dei pesci, la setosa granulosità della sabbia, e l’iridescenza della madreperla, offrono suggestioni, ispirazioni tattili e cromatiche, per la creazione non solo di filati ma anche di texture, forme e atmosfere per il design.
La nuova edizione di Pitti Filati presenta Eco-Luxe, un progetto informativo e di intrattenimento che concentra il suo focus sulla qualità e il pregio dei filati biologici, naturali ed ecologici, in contrapposizione all’idea di artigianale e rustico che solitamente li accompagna. Percorsi visivi illustrano i materiali dal filato al capo creativo spaziando dalla maglieria ai prodotti tessili. Curato da Ornella Bignami, esperta in tendenze e in maglieria, Eco-Luxe mette in luce una nuova idea di lusso e una nicchia di mercato in forte espansione. All’interno di un set di allestimento curato dall’architetto Alessandro Moradei, oltre alla presenza delle associazioni e delle istituzioni del settore, Eco-Luxe accoglierà il pubblico in una speciale area lounge all’insegna del “100% naturale”.
Dal 30 gennaio al 3 febbraio 2008 alla Stazione Leopolda, Vintage Selection è la mostra-mercato di abbigliamento, accessori e oggetti design vintage in contemporanea con Pitti Filati 62. Laboratorio di ricerca che guarda alla moda del passato, Vintage Selection è un archivio da cui partono le suggestioni per le collezioni di oggi. La manifestazione, seguita da un grande pubblico di collezionisti e appassionati, grazie alla concomitanza con Pitti Filati è diventata un appuntamento imperdibile per cool hunter e uffici stile di importanti aziende internazionali della moda, che vengono a Firenze a caccia di input per la propria ricerca creativa. A partire da questa edizione Vintage Selection lancia un tema, un motivo conduttore che di edizione in edizione tematizzerà l’atmosfera e il percorso attraverso l’offerta merceologica. Tessuto connettivo e tema ispiratore di questa edizione è il mondo che ruota intorno all’uniforme e all’ironica interpretazione che la moda fa del capo militare. Un focus particolare è poi riservato ad un genere di grande attualità come gli occhiali, con i migliori operatori internazionali che porteranno a Firenze i pezzi cult di Christian Dior, Nina Ricci, Gianni Versace, Ray-Ban e Fiorucci.
Un video realizzato da Confartigianato Moda Firenze e Camera di Commercio di Firenze promuove l’alta sartoria e l’accessorio moda. La clip (direzione artistica Lucio Antonucci, regia Luca Viani, fotografia Mirjana Miric, musiche originali di Giovanni Giannini, con Elizabeth Garnier e Andrea Macaluso) sarà presentata questo pomeriggio, alle ore 18.00 a Firenze in piazza della Passera (con proiezione sulle mura degli storici edifici che la delimitano) e alla trattoria “I quattro leoni”. Destinatari del video, gli operatori del settore, gli organi di informazione e formazione, gli insegnanti, ma soprattutto i giovani. Obiettivo, accanto alla promozione e valorizzazione di una preziosa tradizione, il superamento del gap generazionale che sempre più caratterizza il comparto. L’alta sartoria fiorentina sta infatti incontrando difficoltà nel formare nuova manodopera, tanto che i laboratori artigiani si sono ormai ridotti a 128 in tutta la provincia, nonostante il mercato del “su misura” sia in costante espansione. Da qui la scelta di rivolgersi ai giovani usando un mezzo di comunicazione (videoclip) e un linguaggio (musica e immagini) tra i più immediati e diffusi nella cultura giovanile, così da proporre un’immagine diversa, più esclusiva e glam della professione di sarto, in grado di richiamare le nuove leve verso un mestiere ormai a rischio. Per l’occasione sono stati creati capi moda e accessori poi indossati da modelli non professionisti, più vicini al mondo delle persone comuni che a quello delle passerelle. Le riprese, realizzate in alcuni tra i più prestigiosi atelier di Firenze (Sol Gabriel, Paolo Gennari, Mrs Macis, Rei’s, Sartoria Rigatti, Lucio Antonucci,) e in esterni in città, rendono ragione di una professione altamente creativa, in grado di coniugare la sapienza della tradizione ai sogni e bisogni del lifestyle contemporaneo.

Redazione Nove da Firenze