venerdì 24 ottobre 2014

Tecnologie per la comunicazione d'impresa: la Camera di Commercio finanzia un progetto a Empoli
Un'agenzia di assicurazioni offre gratis ai clienti la videoconsulenza on line

Vinci- Consultare il proprio assicuratore in videoconferenza on line senza spendere un centesimo. Sembra uno scenario avveniristico, invece ad Empoli è già realtà. L'agenzia Fondiaria SAI di Empoli Nord, che ha sede a Sovigliana, offre ai clienti la possibilità di videochiamare i propri consulenti assicurativi e finanziari, anche presso la subagenzia di Montelupo Fiorentino, grazie alla tecnologia di Skype, il più popolare gestore di telefonia gratuita on line.
Il progetto è stato realizzato grazie ad un contributo in conto capitale offerto da un bando della Camera di Commercio di Firenze, che a fine 2006 aveva stanziato complessivamente € 60.000,00 per l'introduzione di sistemi di telefonia avanzata finalizzati alla gestione di comunicazioni protette interaziendali. La piccola impresa commerciale empolese ha colto al volo l'opportunità per acquistare computer dotati di periferiche atte alla videoconferenza. Il così detto Visual Private Network ha preso vita con il supporto di un consulente informatico che ha installato presso l'agenzia di assicurazioni un computer che svolge le funzioni di geteway-firewall grazie ad un sofisticato, ma economicissimo, software in ambiente Linux.
“Proprio in una fase di grande trasformazione del mondo delle assicurazioni – spiega il titolare dell'agenzia, il dottor Nicola Novelli, agente generale SAI e promotore finanziario di Banca SAI- abbiamo voluto offrire ai nostri clienti la possibilità di confrontarsi con noi faccia a faccia in qualunque momento e ovunque si trovino, ma sopratutto senza sostenere alcuna spesa. Le nuove tecnologie ce lo consentono e noi abbiamo subito provato a dare una risposta efficace alle esigenze che nascono con il nuovo sistema di indennizzo diretto per gli incidenti stradali e con la liberalizzazione del mercato assicurativo”.

Daniele Angelini

Redazione Nove da Firenze