Varchi a Santa Maria Novella: autisti NCC lamentano difficoltà per i clienti

​Le richieste al Comune di Firenze degli autisti dopo l’installazione dei nuovi gate a Santa Maria Novella


Con i nuovi gate alla stazione Santa Maria Novella di Firenze è diventato difficile per gli autisti NCC organizzare un’accoglienza clienti adeguata al servizio offerto. Ecco perché Azione Ncc chiede la possibilità di installare un totem ben visibile e indicarlo come punto di incontro. Oppure, in alternativa, dare ai propri autisti un badge personale per entrare nell’area viaggiatori. L’appello dell’organizzazione è per il Comune di Firenze, a cui si chiede di fare da tramite con Grandi Stazioni.

“E’ una questione anche di immagine - spiega Giorgio Dell’Artino, presidente “Azione Ncc” - La nostra clientela è per l’80% straniera e rischiamo di apparire come un servizio disorganizzato, cosa che non è assolutamente. Un totem, abbastanza evidente e facilmente individuabile, farebbe da punto di ritrovo. Se non fosse possibile, l’alternativa sarebbe un badge nominale”. Un cartellino con tanto di nome e foto che consentirebbe l’accesso ai binari agli autisti accreditati, come accade già al porto di Livorno. “Questa soluzione avrebbe una duplice funzione: migliorerebbe il servizio e risolverebbe il problema degli abusivi che, anche se per adesso è un fenomeno marginale, rischia di diventare ingestibile come è accaduto nelle altri grandi città”

Il tempo per risolvere il problema, secondo Dell’Artino, “c’è, infatti l’alta stagione inizia a Pasqua e se il Comune farà la sua parte avremo tutto il tempo per dare ai clienti un servizio sempre più efficiente”.

Redazione Nove da Firenze