​Tramvia, apre il sottopasso Strozzi: la Fortezza ringrazierà

In vista dell'apertura al transito sono in programma alcune opere propedeutiche


Un nuovo sottopasso apre sul viale Strozzi di Firenze il 1 giugno dalle ore 12, ad anni di distanza dal sottopasso sul quale è nata piazza Bambine e Bambini di Beslan, opera sottoposta ad approfondimenti da parte della magistratura e più volte criticata dalla politica locale perché "se solo fosse stato più lungo avrebbe risolto tanti problemi" come dichiarava il sindaco Matteo Renzi da Palazzo Vecchio.
Per 'più lungo' si intende tale da coprire l'intersezione con i veicoli in uscita da piazza Indipendenza che negli anni ha creato numerosi grattacapi soprattutto ad Ataf gestita prima dai comuni e poi dal soggetto privato e che ha visto la necessità dell'inserimento di una corsia contromano delimitata da piloni di cemento.

Il nuovo sottopasso definito Strozzi - Strozzi servirà a bypassare i binari della Linea 3 della Tramvia tra Careggi e Santa Maria Novella.
Stavolta sul tetto del sottopasso nascerà una piazza dedicata ad Oriana Fallaci che permetterà anche di allargare l'area verde che oggi delimita la vasca dei Cigni.
Al termine dei cantieri e con la Tramvia in funzione è desiderio di Confesercenti che il Mercato mensile Fortezza Antiquaria possa tornare alla Fortezza anziché alle Cascine, ma non ci sarebbero certezze ancora sulla nuova collocazione salvo la necessità eventuale di cambiare nome alla manifestazione.

Arriva la Tramvia ma l'aiuto è anche per il traffico privato. Nel disegno urbanistico dell'assessore Giorgetti e del sindaco Nardella la nuova infrastruttura, unitamente al sottopasso Milton - Strozzi già inaugurato, servirà a fluidificare i flussi che ristagnano quotidianamente presso la Fortezza fiorentina, specialmente in occasione dei grandi eventi quali Pitti.
Per la Fortezza esiste infatti un futuro da Polo Congressuale e Fieristico regionale sostenuto dalla Camera di Commercio di Firenze che potrà giovare del nuovo assetto viario e delle 2 linee tramviarie che lambiranno i bastioni una sull'asse Aeroporto - Stazione, l'altra Careggi - Stazione.

La nuova viabilità. Una volta aperto il sottopasso i veicoli provenienti da viale Lavagnini-piazza Libertà potranno imboccare il sottopasso nuovo e raggiungere le direttici in uscita città in direzione viale Belfiore-via Redi-Porta al Prato. I mezzi diretti invece verso Statuto-Careggi se provenienti da viale Lavagnini e da via Lorenzo il Magnifico continueranno a utilizzare la corsia di viale Strozzi adiacente al sottopasso, oltre ovviamente all’itinerario via Leone X-ponte provvisorio-via Crispi. Contestualmente all'apertura del sottopasso verrà chiusa la corsia di viale Strozzi in adiacenza agli edifici per consentire il completamento delle opere di rifinitura e la rampa Spadolini: pertanto i veicoli da via Lorenzo Il Magnifico avranno a disposizione soltanto la direttrice verso via dello Statuto.

Il sottopasso sarà transitabile da tutti i veicoli intorno all'ora di pranzo. Fino a quel momento, anche per completare alcuni interventi necessari per l'apertura, i veicoli provenienti da viale Lavagnini e diretti verso viale Belfiore dovranno utilizzare via Leone e il sottopasso Milton-Strozzi. Chi invece continua su viale Lavagnini potrà soltanto proseguire sulla corsia di superficie di viale Strozzi verso via dello Statuto. 
 Provvedimenti provvisori rimarranno in vigore fino al 12 giugno per consentire la demolizione della rampa provvisoria: chiusura della rampa provvisoria che collega via Spadolini a viale Strozzi e istituzione dell’obbligo per i veicoli provenienti da via Lorenzo Il Magnifico di proseguire a diritto verso il Ponte degli Alpini. Restringimento di carreggiata nel sottopasso Milton-Strozzi e Rampa Spadolini da 150 metri prima dell’intersezione con la rampa provvisoria proveniente da via Spadolini.

Redazione Nove da Firenze