Totem Info Ticket in Palazzo Vecchio: arte, eventi e biglietti

Touch screen, con un’interfaccia del tutto simile a un cellulare


Informazioni su eventi, alberghi e musei, e la possibilità di comprare un biglietto senza fare la fila. Queste le funzioni del nuovo Totem Info Ticket di Palazzo Vecchio, agile struttura touch screen, con un’interfaccia del tutto simile a un cellulare, presentato oggi nel Cortile della Dogana e che sarà attivo dal 2 ottobre.

Si tratta di una delle azioni previste dal progetto Experience Florence, finalizzato alla digitalizzazione dei servizi e dell’informazione turistica, cofinanziato dal MIBACT, in partenariato con associazioni di categoria e con il partner tecnico Connectis srl da loro individuato e da anni operante nello sviluppo dei sistemi di informazione e promozione turistica in Toscana. Il prossimo Totem sarà inaugurato all’Infopoint turistico di piazza della Stazione, poi ne verrà messo uno all’Infopoint del Bigallo e un quarto probabilmente nella zona di Montelungo.
“Il Totem – ha spiegato l’assessora a turismo e internazionalizzazione Anna Paolo Concia - offre nuovi servizi a cittadini e turisti: fornisce infatti informazioni aggiornate in tempo reale in ambito turistico-culturale sul patrimonio museale, gli eventi, le strutture alberghiere, e tante informazioni pratiche, dai consolati alle agenzie di viaggio, dai noleggi ai luoghi di culto, dall’assistenza sanitaria per turisti ai servizi igienici, dallo shopping alle visite guidate. Il Totem servirà anche ad acquistare i biglietti, anche con bancomat o carta di credito, così da evitare le file che, soprattutto durante i ponti e nel periodo estivo, possono far perdere molto tempo”.
Nella fase pilota i totem sono stati concepiti per la bigliettazione dei Musei Civici Fiorentini, in linea con la bigliettazione online inaugurata lo scorso dicembre, ma questa funzione potrà presto essere estesa in un’ottica di multiticketing. Tra gli scopi della struttura anche quello di “favorire un turismo sempre più sostenibile e consapevole, attraverso uno sforzo congiunto fra le varie istituzioni museali, e più in generale fra tutti gli stakeholder operanti nel settore turismo della nostra città – ha sottolineato Concia -. Un recente esempio è stata la creazione di un percorso unico (con biglietto cumulativo), senza soluzione di continuità, fra Palazzo Vecchio (museo comunale) e la Galleria degli Uffizi (museo statale) attraverso il passaggio aereo di via della Ninna. Un esempio che deve essere senz’altro anche uno stimolo per proseguire lungo questa strada”.

Redazione Nove da Firenze