Smartphone, tablet e cellulari alla portata di tutti

Ma anche in Toscana i crimini informatici tra 2010 e 2015 sono raddoppiati


La Toscana, con una denuncia all’autorità giudiziaria ogni 378 abitanti, è al nono posto fra le regioni con più alta densità di crimini informatici, trainata da Siena (1/332), 23^ fra le province italiane, e da Prato e Livorno, dove questi reati* sono raddoppiati dal 2010 al 2015. È quanto emerge da un’analisi di DAS, compagnia di Generali Italia specializzata nella tutela legale, che con “Difesa Web” assiste in giudizio i cittadini vittime di frodi informatiche e fornisce strumenti di monitoraggio per prevenire furti d’identità e altre truffe online. In regione, il fenomeno, oltre che a Siena, è molto diffuso anche nelle province di Livorno (1 denuncia ogni 351 abitanti – 2° posto in Toscana) e Firenze (1/359 – 3° posto a livello regionale).Diventa meno consistente a Lucca (1/373) e Grosseto (1/378). Secondo quanto rilevato da DAS, la densità dei reati informatici si riduce progressivamente nelle province di Arezzo (1/387 abitanti), Prato (1/398) e Pistoia (1/402). In Toscana la situazione è più tranquilla a Pisa (1/432 ab.) e Massa Carrara (1/470). DAS rileva che tra 2010 e 2015 le denunce per reati informatici sono più che raddoppiate in provincia di Prato (+130%) e raddoppiate a Livorno (+ 99%). Rilevante l’incremento di questi crimini anche a Lucca (+86%) e Siena (+86%), mentre a Pistoia (+67%), Arezzo (+63%), e Grosseto (+57%) l’aumento è in linea con la media regionale (+63%). Se a Massa Carrara e Firenze gli incrementi di questi crimini oscillano intorno al 50%, a Pisa sono cresciuti meno che altrove in Toscana e ma anche rispetto al resto d’Italia: + 23%.

“La nostra ricerca – spiega Roberto Grasso, amministratore e direttore generale di DASevidenzia un fenomeno preoccupante. Nel periodo che abbiamo analizzato le denunce delle forze di polizia all’autorità giudiziaria per reati informatici sono cresciute in Italia di oltre il 51%, con un’incidenza di un reato ogni 393 abitanti. I danni economici per chi subisce questo tipo di reato possono essere rilevanti e a volte difendersi in giudizio può essere complicato e richiedere tempi lunghi. Abbiamo creato “Difesa Web”, in risposta alle due principali esigenze espresse dal mercato: da un lato l'aspetto di prevenzione e monitoraggio dei propri dati, dall'altro il supporto legale necessario in caso di furto d’identità”.

Anche per dare la possibilità a tutti di avvicinarsi alle nuove tecnologie in sicurezza e consapevolezza, a Firenze il 18 settembre 2017, riapre per il 15°anno la Palestra Informatica. I corsi di computer che si possono frequentare sono sia quelli di alfabetizzazione base sia quelli di approfondimento. Inoltre sempre più persone si rivolgono alla Palestra Informatica per imparare a usare lo smartphone o il tablet, due strumenti ormai diffusi e immancabili nella vita di tutti i giorni. Il tema di quest'anno sarà la facilitazione digitale ovvero rendere i cittadini capaci di assolvere a tutte le procedure digitali in autonomia e semplificare la vita di tutti i giorni: per esempio prenotare il numerino alle poste e saltare la coda o prenotare online la visita medica o l'analisi del sangue. Altro tema importante è la gestione dei dati personali come le foto, i video, i documenti attraverso i servizi di cloud: per esempio è possibile avere le foto scattate con lo smartphone sempre online e poterle visualizzare senza fatica e noiosi trasferimenti su tutti i dispositivi che possediamo, compresi tv e tablet. La Palestra Informatica si svolge presso alcuni centri socio-culturali per gli anziani del Comune di Firenze, in essi non vi sono solo corsi di computer, ma anche la possibilità di conoscere nuovi amici e partecipare alle tante attività come il ballo, la tombola e il burraco, le gite organizzate e i vari laboratori quali pittura e di lingue. Sono sempre di più le aule dove è possibile frequentare i corsi della Palestra Informatica, in centro, a Novoli, a Peretola: basta capire il proprio livello di preparazione, scegliere l'aula più vicina e i cittadini troveranno sempre due insegnanti pronti ad aiutarli. Per conoscere il calendario e gli orari delle attività scrivere a palestrainformatica@gmail.com.

Redazione Nove da Firenze