Santa Maria Novella, sul cantiere arriva la Soprintendenza

A distanza di anni sulla piazza della Stazione riemergono i muretti a secco


Sui cantieri in corso a Santa Maria Novella torna la Soprintendenza. Non e' la prima volta che i cantieri collegati alla realizzazione della Tramvia interessano i vertici della tutela del patrimonio storico architettonico. 

Transenne e nastro bianco e rosso delimitano alcuni manufatti emersi durante lo scavo, sembra di rivedere la scena dello scavo per il raccordo al parcheggio interrato di SMN su Santa Caterina da Siena. Allora la Soprintendenza attese gli esperti inviati da Roma per escludere che si trattasse di resti di epoca romana. 

Si disse che erano manufatti recenti di poco valore e per questo furono coperti con teli azzurri ed inglobati nella rampa che oggi conduce al parcheggio. 

La storia si ripete sul versante di piazza dell'Unita'? 

Redazione Nove da Firenze