Sanità in Toscana: approvato il Bilancio 2016

Approvata a maggioranza la delibera sull’esercizio dell’Ars, che presenta un utile di 5mila 440 euro


Approvato a maggioranza il bilancio d’esercizio 2016 dell’Agenzia regionale di sanità (Ars). Il bilancio presenta un utile di esercizio pari a 5mila 440 euro: di questa cifra, si propone che il 20% vada come riserva legale per la copertura di eventuali future perdite, mentre l’80 per cento sia restituito alla Regione, con la facoltà di dare al Consiglio regionale la possibilità di riassegnazione per funzioni di ricerca. La proposta di delibera è stata illustrata in aula dal presidente della commissione Sanità Stefano Scaramelli (Pd), il quale ha espresso apprezzamento per l’attività dell’Ars, che “rimane un soggetto a disposizione del Consiglio regionale” e alla quale vengono commissionati studi e indagini. Adesso, sarà riassegnata un’analisi sullo stato dell’emergenza-urgenza in Toscana.

Paolo Sarti (Sì-Toscana a Sinistra) ha annunciato voto di astensione, pur riconoscendo “il buon lavoro fatto dall’Agenzia”. “L’utile dell’Ars è diminuito – ha osservato Sarti – ma questo fa parte di un buon uso delle risorse, che sono state investite”. Astensione annunciata anche da Andrea Quartini (M5S) “perché pur apprezzando il lavoro fatto dall’Agenzia, riteniamo che alcune voci del bilancio potrebbero essere meglio utilizzate”. 

Redazione Nove da Firenze