San Firenze cambia, i banchi ambulanti vanno sul Lungarno della Zecca

Saranno ricollocati. Ok della giunta alla delibera presentata dall’assessore Del Re


Saranno spostati in lungarno della Zecca i 13 banchi del commercio ambulante attualmente collocati in piazza San Firenze. Il trasferimento avverrà entro il 26 giugno. Lo ha deciso oggi la giunta di Palazzo Vecchio dando il via libera alla proposta presentata dall’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re.

"Con la delibera approvata oggi in giunta – ha spiegato l’assessore Del Re - abbiamo portato a termine un percorso avviato dalla Soprintendenza che ha notificato piazza San Firenze, rendendola incompatibile con l’esercizio del commercio ambulante. L'atto della Soprintendenza si inserisce, d'altronde, a pieno titolo negli indirizzi contenuti all'interno del piano di gestione del sito Unesco centro storico di Firenze che prescrive la necessità di proteggere le principali vedute prospettiche delle piazze e dei monumenti del centro storico fiorentino e di riorganizzare il commercio su suolo pubblico in questa area della città. Tra l’altro – ha proseguito Del Re - nei criteri che hanno permesso al centro storico di Firenze di entrare nella lista del patrimonio mondiale, si trovano citati sia il Bargello che palazzo Gondi. Le attuali 13 postazioni ambulanti di piazza San Firenze – ha concluso l’assessore - saranno collocate sul Lungarno della Zecca, trasferimento che sarà provvisorio in attesa della prossima definizione della revisione del piano del commercio su area pubblica”.

Lo spostamento dei banchi rientra in un progetto più ampio di riqualificazione della piazza, che prevede la valorizzazione del complesso monumentale di San Firenze, che ospiterà il Centro internazionale per le arti dello spettacolo Franco Zeffirelli.
Nella piazza saranno sistemati nuovi arredi urbani, mentre in occasione della mostra Ytalia è prevista l’installazione di una scultura di Helidon Xhixha.
Con provvedimento dell’aprile 2015 la Soprintendenza ha espressamente vietato l’esercizio del commercio ambulante su posteggio in piazza San Firenze, in quanto non conforme alle esigenze di tutela del decoro della piazza. Il Comune, condividendo l’interesse della Sovrintendenza alla riqualificazione della piazza, ha quindi avviato le procedure di trasferimento individuando come nuova collocazione il lungarno della Zecca e convocando le associazioni di categoria maggiormente rappresentative per la concertazione prevista.

Inoltre, il piano di gestione del sito Unesco Centro storico di Firenze prevede la necessità di “proteggere le principali vedute prospettiche delle piazze e dei monumenti” del centro storico di Firenze e di “riorganizzare il commercio su suolo pubblico” in questa area della città.

Il trasferimento delle postazioni ambulanti in lungarno della Zecca avviene in attesa dell’approvazione del nuovo piano del commercio su area pubblica. 

Redazione Nove da Firenze