Rivoluzione a Firenze: negozi vuoti e sconti alle imprese

Gli assessori Del Re e Perra sono attesi giovedì 5 ottobre all'evento pubblico in Sala d’Arme


Come ottenere gli sconti Imu destinati a chi utilizza o affitta i fondi vuoti a start-up under 40. Sarà il tema dell’incontro pubblico in programma giovedì 5 ottobre alle 15 nella sala d’Arme di Palazzo Vecchio alla presenza dell’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re e dell’assessore al Bilancio Lorenzo Perra.
Saranno presenti i presidenti dei Quartieri e il consigliere con delega alle Politiche giovanili Cosimo Guccione. Un’occasione per conoscere nel dettaglio tutte le opportunità messe a disposizione dal Comune di Firenze per rilanciare strade e quartieri della città incentivando le imprese giovanili attraverso un consistente abbattimento Imu a chi utilizza o affitta i fondi vuoti a start-up giovanili. Otto le vie interessate dall’intervento: via Pisana (da via Granacci a piazza Pier Vettori), via Bronzino, via del Pollaiolo, via Aretina (da piazza Alberti a via Rocca Tedalda), via Datini, via Senese, via Lippi e Macia, via Palazzuolo. Le strade selezionate sono state individuate in collaborazione con i presidenti dei Quartieri e con l’ufficio statistica.

“Un’occasione per illustrare direttamente ai cittadini le misure di sostegno che stiamo mettendo in campo – ha detto l’assessore Del Re – Crediamo nella creatività come possibilità per riqualificare zone della città e vogliamo dare un segnale concreto in questa direzione. È il primo passo per andare verso una Firenze start-up friendly”.
“Con queste agevolazioni fiscali completiamo quanto già previsto nel bilancio 2017/2019 - ha detto l’assessore Perra - Queste consistenti facilitazioni sono una componente che si aggiunge ad interventi su strade, illuminazione e telecamere di sicurezza”.

Nel dettaglio, per l’anno 2017 l’aliquota Imu agevolata sarà dello 0,50% per gli immobili appartenenti alle categorie catastali C e A10, direttamente e interamente utilizzati dal proprietario giovane imprenditore di età inferiore ai 40 anni o concessi in locazione per una nuova attività d’impresa, di lavoro autonomo o di start up, con una riduzione di oltre il 50% dell’aliquota per tre anni; mentre, negli stessi casi, per gli immobili appartenenti alla categoria catastale D si applicherà lo 0,76 per cento, aliquota portata al minimo consentito essendo stata completamente azzerata la componente comunale dell’Imu.

All'incontro, realizzato nell'ambito del progetto SpeedUp, sono stati invitati gli stakeholders del mondo delle startup e dell'innovazione a Firenze e i referenti delle associazioni di categoria e giovanili. 

Redazione Nove da Firenze