Riscaldamento in Toscana: termosifoni accesi in anticipo

​Da oggi mercoledì 12 ottobre è già possibile in alcuni comuni accendere gli impianti di riscaldamento


A Fiesole un’ordinanza del Sindaco Anna Ravoni ha deciso, in accordo con i tecnici, di anticipare di tre giorni la normale data di accensione prevista, a causa delle basse temperature registrate in questo periodo "Si ricorda che si possono accendere gli impianti per un massimo di quattordici ore giornaliere, nell'arco di tempo compreso fra le 5:00 e le 23:00. I riscaldamenti potranno restare accesi fino al 15 aprile 2017".

Anche a Borgo San Lorenzo è stata emessa oggi l'ordinanza che consente l'accensione anticipata degli impianti di riscaldamento a partire dal 12 Ottobre compreso con limitazione del numero di ore giornaliere. "Tale decisione è stata presa prendendo in considerazione le numerose richieste dei cittadini, in particolare anziani, volte ad ottenere l'attivazione anticipata degli impianti avendo registrato sul territorio temperature al di sotto della media stagionale. A seguito di tali motivazioni è stata emessa l'ordinanza che consente l'anticipo dell'attivazione del riscaldamento precisando che la durata giornaliera dell'accensione, fino al normale periodo autorizzato che va dal 15 Ottobre al 15 Aprile, non deve superare le 7 ore giornaliere corrispondenti alla metà delle ore consentite a pieno regime".

A Chiusi nel senese le basse temperature registrate in questi giorni, al di sotto della media stagionale, hanno portato il sindaco Bettollini ad autorizzare l’accensione anticipata di tutti gli impianti termici del Comune di Chiusi a partire dalla giornata odierna di martedì 12 ottobre. "La misura straordinaria sarà in vigore fino a lunedì 31 ottobre e potrà essere sfruttata da tutti i cittadini nella fascia oraria tra le ore 5.00 della mattina alle ore 23.00 per un massimo di 6 ore giornaliere. Le temperature di questi giorni – dichiara il primo cittadino di Chiusi Juri Bettollini – sono paragonabili a quelle invernali e per questo abbiamo deciso di permettere l’accensione dei riscaldamenti nelle case e nelle aziende in anticipo rispetto alla normale normativa. Pensiamo che sia semplicemente una decisione di buon senso che va a tutelare anche la salute pubblica. Alla Polizia Municipale è stato affidato il compito di rendere subito esecutiva l’ordinanza. Dal primo novembre sarà possibile accendere i riscaldamenti come previsto dalla legge".

Redazione Nove da Firenze