Razzanelli ai sindaci della Piana: "Sull'aeroporto stiamo perdendo tempo prezioso"

Secondo il consigliere di Forza Italia l'ampliamento del Vespucci è fondamentale per lo sviluppo di Firenze


“La recente decisione del Consiglio di Stato, che ha accolto in pieno il pronunciamento del Tar della Toscana confermando la bocciatura della Via (Valutazione di impatto ambientale) - prevedeva, come stabilito nel 2014, l’allungamento della pista dell’aeroporto di Peretola a metri 2.400 -, ha provocato la netta reazione del consigliere di Palazzo Vecchio (Forza Italia) Mario Razzanelli: “Un Tar non può bloccare lo sviluppo di una città come Firenze. Un aeroporto come il Vespucci può aumentare di qualche miliardo di euro l’indotto del capoluogo toscano”.

Razzanelli reputa centrale un ampliamento del Vespucci come ricaduta economica sulla città. E soprattutto è la concorrenza degli altri scali a preoccupare visto che Firenze resta al palo con questa decisione del Consiglio di Stato: “Stiamo perdendo tempo prezioso: stando ai numeri degli aeroporti italiani relativi al 2019 vediamo come Firenze sia ferma a 2.874.333 passeggeri, molto lontana da Bologna che punta nel 2020 a sfondare il muro dei 10 milioni. Bergamo ha registrato nello scorso anno 13.587.257 di passeggeri così come Venezia a 11.561.594 di persone sbarcate. I dati non mentono”.

Il dito è puntato contro la politica della sinistra che secondo Razzanelli ha sbagliato tutto: “Pensate, ci sono due sindaci, mi riferisco a Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino, che hanno bloccato tutto con i loro ricorsi e lo loro idee non non linea con i tempi attuali. Se non ci rendiamo conto fino in fondo quale occasione sta perdendo Firenze, commettiamo un errore pericoloso”. 

Redazione Nove da Firenze