Pipì sull'albero in centro storico, multato aggredisce gli agenti

Per l’uomo sorpreso dal servizio antidegrado la sanzione fino a un massimo di 10.000 euro


Continuano i controlli della Polizia Municipale nell’ambito dei servizi di contrasto al degrado attivati da mesi nella zona di piazza Indipendenza. Ieri la pattuglia si è imbattuta in un uomo che, senza remore, faceva pipì contro un albero vicino alla fermata dell’Ataf.

Immediato l’intervento di due vigilesse: l’uomo, risultato privo di documenti, è stato quindi accompagnato al Comando di Porta a Prato per l’identificazione.

   Una volta arrivato, l’uomo ha dato in escandescenza: prima si è tolto le scarpe e le ha scagliate contro le due agenti poi, non contento, ha minacciato di strozzarsi con i calzini. In aiuto alle due vigilesse sono intervenuti un paio di colleghi ma non è stato sufficiente a calmare l’uomo che, oltre a proseguire con gli atteggianti violenti contro gli agenti, ha iniziato a farsi del male. Alla fine è stata chiamata un’ambulanza: il personale medico sanitario gli ha somministrato dei calmanti e lo ha accompagnato all’ospedale di Santa Maria Nuova.

Nella nottata l’uomo è stato dimesso e portato al gabinetto di Polizia Scientifica per essere foto segnalato. Si tratta di un 48enne tunisino già noto alle forze dell’ordine e non in regola con le leggi sull’immigrazione. Oltre alla multa prevista per gli atti contrari alla pubblica decenza (sanzione che va da 5.000 a 10.000 euro stabilita dal prefetto, se pagata entro 60 giorni 3.300 euro) l’uomo è stato è stato denunciato per violenza, resistenza a pubblico ufficiale e per violazione della normativa sull’immigrazione.

Redazione Nove da Firenze