Periferia di Firenze, sgomberato insediamento abusivo in via Pratese

Funaro e Balli: "Liberata’ una situazione di degrado che durava da diversi mesi" 


Insediamento abusivo alla periferia di Firenze, una situazione che si protraeva da alcuni mesi. "È stato  'liberato' stamani l’insediamento abusivo di via Pratese, nel Quartiere 5, occupato da una ventina di persone di etnia rom, tra cui dieci bambini" rende noto Palazzo Vecchio.

"A tutti è stata offerta accoglienza in strutture del Comune. Le operazioni, eseguite dalla Polizia municipale, dai Servizi sociali del Comune e dalla Polizia di stato, sono iniziate alle 8 e si sono concluse intorno alle 11. Al termine dello sgombero, l’edificio è stato messo in sicurezza, sono stati chiusi tutti gli accessi e sono state portate via 9 bombole del gas, che gli occupanti avevano nell’immobile. La fuoriuscita delle persone è avvenuta in maniera tranquilla, senza l’uso della forza.

"Questo ventiduesimo sgombero, che va a ‘liberare’ una situazione di degrado che durava da diversi mesi - hanno affermato l’assessore all’Accoglienza Sara Funaro e il presidente del Quartiere Cristiano Balli -, è la dimostrazione che questa amministrazione ha tra le proprie priorità il rispetto delle regole, l’accoglienza e la lotta al degrado che le occupazioni creano. I cittadini ci chiedevano di intervenire e abbiamo così rispettato un impegno che ci eravamo presi con loro".

"Un ringraziamento alla Polizia municipale, ai Servizi sociali del Comune e alla Polizia di stato per l’intervento che hanno effettuato stamani - hanno continuato Funaro e Balli -, dimostrando come sempre grande impegno, professionalità e sensibilità nell’esecuzione di interventi di questo genere in cui sono coinvolti minori".

Redazione Nove da Firenze