Passerella Isolotto: pedoni e ciclisti attraversano il ponte chiuso

Incredibile a Firenze: incuranti delle recinzioni per il cantiere in corso, i cittadini attraversano la passerella dell'Isolotto


Attraversano incuranti del rischio i cittadini, chi con i bambini al seguito, chi con la bicicletta altri con le buste dello shopping. Interviene la Polizia Municipale.
Chi assiste alla scena resta perplesso, ma sono in tanti a rompere l'indugio e ad attraversare le ringhiere. Oltre il ponte è infatti in corso il Mercatone pre natalizio e l'attraversamento è notoriamente comodo per unire l'area commerciale dell'Isolotto con l'area di Piazza Puccini.
I cantieri sono ancora in corso però, a dimostrarlo le recinzioni che circondano l'area. Le immagini scattate da un cittadino (che ringraziamo per averne concesso la pubblicazione, ndr) finiscono su Facebook nel Gruppo "Abusivismo e Degrado a Firenze". 

Tra i vari commenti c'è chi si dice preoccupato del fatto che il collaudo sia stato effettuato o meno sulla nuova struttura ma anche chi giustifica l'attraversamento del ponte ritenendolo una infrastruttura necessaria. Ma chiusa.

Un lettore presente in serata in piazza dell'Isolotto ci racconta: "Mi ha colpito il senso di smarrita impotenza dell'unico vigile intervenuto, che ha cercato invano di far desistere i passanti dalla loro condotta. Alla fine l'agente è andato via, a bordo dell'autovettura di servizio. Il transito è continuato indisturbato e molti cittadini lo hanno potuto osservare stupefatti, come me". 

 L'opera, i cui lavori sono iniziati in estate per "creare il minor disagio possibile" dovevano essere consegnati a settembre, poi ad ottobre, ma è passato il mese di novembre e Palazzo Vecchio ha iniziato a pensare alla richiesta delle penali  e ad una nuova assegnazione per i lavori di completamento.
Dopo lo slittamento dei tempi di consegna ad una data incerta, è arrivata la messa in mora della ditta esecutrice da parte del sindaco di Firenze Dario Nardella con i 15 giorni concessi per concludere l'opera che scadranno il 26 dicembre.

Redazione Nove da Firenze