​Ncc, in Toscana 1,9 milioni di passeggeri nel 2017

 I principali clienti sono gli americani, circa il 40% del totale


 1.500 autorizzazioni, 1,9 milioni di passeggeri, 45 milioni di km percorsi e un fatturato complessivo annuo che supera i 52milioni di euro. Sono i numeri con cui gli Ncc toscani chiudono il 2017. Una realtà in crescita in regione, in particolare su Firenze: basti pensare che, in alta stagione, ogni giorno circolano ben 300 auto solo intorno all’aeroporto.

“Con questi numeri - spiega Giorgio Dell’Artino, presidente “Azione Ncc” - siamo a tutti gli effetti servizio pubblico e chiediamo pertanto pari dignità, benefici, diritti e doveri come le altre categorie. Nonostante le nostre continue richieste, ad oggi, nessuno ha risposto ai nostri appelli. Gli Ncc continuano a subire una situazione di palese e scorretta disparità all’aeroporto Vespucci di Firenze”.

Da questa estate, infatti, la sosta gratuita è stata ridotta da 30 a 15 minuti. “Vogliono impedirci di lavorare, perché è impossibile accogliere il cliente e uscire dal parcheggio in soli 15 minuti, considerando anche i tempi di consegna dei bagagli - continua Dell’Artino - Diventerebbe insostenibile farci carico del costo del parcheggio che andrebbe a influire per il 10% sulla tariffa. I tassisti hanno posti gratuiti, non non chiediamo tanto, ma almeno che sia ripristinato il regolamento precedente con 30 minuti gratuiti”.

L’associazione chiede “un incontro urgente con Aeroporto, Enac e Comune per risolvere finalmente questa disparità di trattamento tra noi e i tassisti” conclude Dell’Artino. 

Redazione Nove da Firenze